menu di navigazione del network

Bollo in nota credito

Ma nella nota credito, il bollo va a stornare quello presente nella fattura collegata?
Grazie

no, che io sappia il bollo è una tassa per aver emesso un documento la cui parte esente ha un importo superiore alle 77.47€
quindi se emetti 10 fatture e 10 note di credito che rispecchiano tale casistica, pagherai 20 bolli

Anche in presenza di bollo virtuale??

non c’è differenza tra il bollo cartaceo da 2 euro e quello virtuale.
se fai note di credito perché hai dimenticato di applicare il bollo o lo hai messo in più, dovrebbe essere sbagliato.

da quello che so basta pagare il giusto nel riepilogo trimestrale.
prova a sentire il tuo consulente contabile in merito

ciao Daniele_m ritorno sull 'argomento in quanto a me è capitato di emettere una nota di credito a storno totale di una fattura assoggettata a marca da bollo. quindi ft 98 + 2 = 100 e N/C 98 + 2 = 100
La mia amministrazione mi ha fatto notare che è sbagliato, perchè in questo modo la marca da bollo viene accreditata anzichè addebitata come prevede la normativa… cosa ne pensate?

Di fatto dovrai versare € 4.00 di bollo tramite F24 (€ 2.00 per la fattura + € 2.00 per la nota di credito). Qui dipende se vuoi addebitare al cliente l’intero importo di € 4.00.
In caso affermativo, dovresti fare 98 - 2 = 96 nella nota di credito.
Attenzione che l’importo del bollo da addebitare eventualmente al cliente prevede natura N1 (esclusa ex art. 15), non va utilizzata l’Iva principale della fattura.

Concordo con Stefano

Riepilogando…
Ho sbagliato ad emettere fattura elettronica non inserendo i 2 euro dell’importo del bollo. Non emetto nota di credito e lascio così, al momento del pagamento dell’F24 aggiungo i 2 euro di bollo al totale che devo pagare.
Per l’erronea fatturazione elettronica che non presenta il valore di bollo non sono previste sanzioni?

nessuna sanzione. Non è un dato obbligatorio previsto dall’art 21 del dpr 633/72

Buongiorno,
Quindi se devo stornare con nota di credito una fattura con bollo inserito (es. 100+2=102€)
È giusto che la nota credito venga 100-2=98€?
In questo modo i bolli vengono addebitati al cliente?
Aiutooo

Perfetto.

se il documento è una nota di credito, l’importo del bollo deve essere riportato nel corpo del documento in negativo (perchè trattasi di un addebito al cliente), quindi con -2,00.

1 Mi Piace

Se però io lo scrivo in negativo mi pareggia l’importo della fattura da stornare, mi ritorna a 100! :thinking:

Allora: totale fattura 100 + bollo 2 = 102€
Nota di credito: totale 100 —> nel momento in cui mi chiede applicare il bollo? Si, a carico di chi?

non credo sia corretto (a livello normativo) riaddebitare il bollo sulla medesima prestazione. sarebbe duplicazione di imposta

Fattura: 1.000,00 + 2,00 = 1.002,00
Nota Credito: 1.000,00 - 2,00 = 998,00

Sbaglierò io ma per me non si può annullare un documento da 1002 con uno da 998.

non è detto che tu debba addebitare OBBLIGATORIAMENTE il bollo al cliente…
ma, se intendi farlo, visto che hai emesso due documenti … devi far pagare 4 euro al cliente…

Ma quando il cliente fosse una PA, la nota deve essere diversa perchè in quel caso non può obbligatoriamente essere a carico del cliente.

il bollo ( di regola) è a carico di chi emette il documento. Tanto è vero che il pagamento tramite F24 è dovuto appunto da chi emette il documento.

Però, ci sta l’usanza, di addebitare al cliente l’importo del bollo stesso.

E’ il documento (fattura riferita ad operazioni non assoggettate ad Iva se la somma supera… ecc.) che è soggetto all’imposta di bollo, non la prestazione