menu di navigazione del network

Bollo in nota credito

il bollo ( di regola) è a carico di chi emette il documento. Tanto è vero che il pagamento tramite F24 è dovuto appunto da chi emette il documento.

Però, ci sta l’usanza, di addebitare al cliente l’importo del bollo stesso.

E’ il documento (fattura riferita ad operazioni non assoggettate ad Iva se la somma supera… ecc.) che è soggetto all’imposta di bollo, non la prestazione

il documento è da 1000 (fattura ) + bollo da 2 euro.
la nota di credito è da 1000 + bollo da 2 euro.

quindi a livello contabile avrai +1000 e -1000
mentre sulla partita dei bolli avrai +2 e +2

il bollo è una imposta che va addebitata per ogni documento la cui iva esente è superiore alle 77,47 euro. O almeno così mi è sempre stato spiegato.

quindi anche una fattura da 1500 euro (1000 al 22% e 500 esenti) dovrebbe essere soggetta all’imposta di bollo.

poi il fornitore può far rivalsa sul cliente aggiungendolo in fattura.

Anch’io tengo sempre questa linea. :ok_hand: