menu di navigazione del network

Cashback - Situazione dopo quasi 5 mesi

Azz, sorry, me l’ero perso

Non credo, non avrebbe senso oscurare solo il dato del 100k°, tanto sappiamo verificando dati incrociati che è nel range 712-714.
Più probabile che abbiano avuto un blocco nell’elaborazione oppure che abbiano problemi di contesa risorse elaborative, come ho ipotizzato prima.

Ti assicuro che il problema esiste ancora. Durante il giorno spesso i batch notturni non possono essere lanciati perché toglierebbero risorse all’on-line, oppure ai processi batch vengono allocate porzioni di CPU minime, proprio per evitare impatti ai terminali front end.

Probabilmente il contrario di Back end,vista la mole di analisi dei dati che devono processare dai circuiti bancari, soprattutto con l’algoritmo “antifurbetti”. Credo volessi intendere questo.

In realtà intendevo che per me l’applicazione Cashback “gira” su sistemi condivisi con altre applicazioni preesistenti, che potrebbero avere un front end che deve rispondere quasi in real time (es. gestione pagamenti).
Pertanto, se così fosse, durante il giorno non possono “dare gas” al batch del Cashback, perché rischierebbero di rallentare sistemi ben più critici.

Insomma, sto costruendo un castello sul nulla ahahaha!

1 Mi Piace

Per me sicuramente OVER per dare seguito al tuo giochino :wave:

702 era già ieri, e non mi sbaglio perchè l’ho inserito nelle mie tabelle appunto ieri

Io dico che questi “singhiozzi” sugli aggiornamenti cominciano a puzzarmi

Nessun ‘giochino’… I giochini li hanno fatti i furbetti… ed ecco il risultato… Questa è la sacrosanta verità…

Non so se era chiaro… ma il giochino cui mi riferivo era quello lanciato da Parkl9999 sul risultato finale della soglia del 100K, ovvero su Under o Over 780

1 Mi Piace

Appunto, dopo cinque mesi riuscite a fornire un numero che ci dica quanti miliardi di evasione sono stati recuperati con questa farloccata? :thinking:

Comunque se non te ne fossi accorto il tema di cui state dibattendo è “ansia da prestazione”! :smiley:

Che tra l’altro non c’entra un cavolo col cashback, visto che si tratta di SCB …

Così come bisognerebbe aprire un altro argomento per coloro che hanno “ansia da prestazione”. :wink:

Sembra che chiudano il cashback al 30 giugno senza ripartire dal 1 luglio, per me è un gravissimo errore, finalmente la popolazione stava mparando a usare i metodi elettronici e molti commercianti sono stati costretti ad emettere lo scontrino. Purtroppo con la fine del programma prevedo che nel giro di pochissimo torneremo all’abitudine del contante, festeggeranno gli evasori fiscali… Avrei voluto che arrivasse a fine anno così da avere un riscontro sulle denunce dei redditi di tanti commercianti (loro si furbetti) che evadono.

1 Mi Piace

Cerco di ritornare in tema…
Se fosse confermato quanto sotto la “situazione del cashback dopo quasi 6 mesi” sarebbe che non ci saranno altri 6 mesi, non nel 2021…

Mentre scrivevo ha postato anche Alessandro

Essendo una misura “non strutturale” che lo sospendano subito o tra 1 anno il risultato è comunque lo stesso, non appena si toglie “il premio”, così come accade puntualmente tutte le volte che si modificano le leggi di mercato con gli incentivi, si ritorna al punto di partenza e a volte pure peggio perché c’è chi specula sugli incentivi e senza non si muove. :frowning:
Se si voleva fare una vera lotta all’evasione fiscale andava fatta strutturalmente e a costo 0 altrimenti sono fuochi di paglia che non sortiscono alcun effetto.

Beh, i veri evasori, artigiani e quant’altro, non negozianti con il registratore telematico, non hanno mai pianto visto che non sono mai stati penalizzati più di tanto da questa farloccata. Erano comunque più competitivi visto che loro ti scontavano un 22% pagando in contanti mentre lo stato ti premia solamente con un 10% della spesa totale. Su 122€ da pagare i veri evasori ti facevano pagare solamente 100€ grazie al cashblack mentre col cashback di stato 109,8€ (122 - 12,2); oltre i 150€ gli evasori reali sono anco più competitivi … loro possono sempre scontarti il 22% mentre lo stato si ferma a 15€ max di rimborso.

Il riscontro lo avresti comunque anche su 6 mesi.

Comunque se sarà vero che lo sospendono dobbiamo ringraziare innanzi tutto tutti i pistoleri del SCB, e poi i furbastri del CB, tutti coloro che grazie a resi, acquisto di credito o di ricariche e quant’altro hanno raggiunto facilmente i 150€ anche senza fare realmente 1500€ di reali acquisti.
Visto che è tutta una farloccata e che è stato relativamente facile aggirare quanto prevede il regolamento a forza di tirar la corda questa si è rotta. Fine del bengodi con soldi pubblici. :wink:

Che le regole fossero da migliorare è indubbio…

:rofl: :+1:t2: concordo pienamente !!!

Diciamo che dalle mie parti (Liguria di Ponente - Savona) praticamente tutti sono “corsi ai ripari” (emettendo scontrini)
Con la scusa della “crisi da covid” e cazzi&lazzi vari … la frutta di stagione ha questi prezzi:

  • Ciliegie : 10,00€/kg
  • Pesche : 4,99€/kg
  • Albicocche : 3,99€/kg
    E poi uno s’incazza :face_with_symbols_over_mouth: !!!

Meglio così che un SCB con le stesse modalità
Cmq penso sia un ennesimo errore sospenderlo, non siamo ancora maturi per l’utilizzo delle carte anche per piccoli importi, 6 mesi sono pochi e i 6 mesi (min) di sospensione vanificheranno il 90% di quello che si era acquisito in abitudini di acquisto, sarebbero serviti almeno 12 mesi continuativi incentivandone l’uso, ma con aggiustamento delle regole per ovviare alle criticità ormai arcinote, l’unica pecca in questi 6 mesi

3 Mi Piace

@Margo non mi è ancora chiaro se ritieni che il SCB sia una farloccata, oppure una farloccata, o in alternativa una farloccata. Se potessi chiarire, snocciolando di nuovo tutta una serie di motivi a tuo modo di vedere oggettivi per cui sarebbe una delle tre cose, te ne sarei grato.

Io penso che nessuno puntasse a far sì che artigiani, ditte di ristrutturazione & Co si dotassero di POS, grazie a CB e SCB. Per alcuni settori ci sono altri tipi di misure (alcune delle quali già in atto, tra l’altro). Per cui che rimanga l’evasione in quel settore o quei settori, non è di certo la colpa del CB o del suo regolamento farlocco (cit.).

Dallo stesso principio alla base soprattutto del SCB, anche se “governato” male, mi pare evidente si puntasse alla massa del sommerso fatto di molti importi, di piccola portata. Che comunque c’è e pesa. È evidente che un cartongessista che fa un lavoro da 1.000 e passa euro non sarà toccato dal SCB. Ma il target non era lui. Per cui dire che non ha funzionato, perché il cartongessista comunque se ne frega, non mi sembra corretto.

Non ho capito nemmeno come si possa avere certezze e riscontri, a livello di dichiarazione dei redditi (o bilanci), con una manovra che è iniziata ora (non è a regime) ed è esistita per 6 mesi.
Secondo me hai poche idee, e confuse.
E non hai ben chiaro cosa si possa fare al momento della stesura delle dichiarazioni, per non parlare di bilanci di eventuali società. Sapendolo con anticipo (come sarà ora) e avendo 6 mesi davanti, un commercialista un minimo in gamba può pianificare qualsiasi azione correttiva (ma veramente qualsiasi), proprio perché la manovra non ha avuto modo di attecchire. Quindi non so cosa dovresti/vorresti vedere a Giugno 2022 studiando le ddr 2021.

Ultimo ma non da ultimo, l’esborso dovuto al CB dipende solo dal numero di giocatori che superano le 50 operazioni (non da come le superano, e di certo per superarne 50 in 6 mesi non c’è bisogno di nessuno stratagemma), e per quanto riguarda il SCB è ampiamente programmato al centesimo. Per cui è chiaro che furbetti e pistolettatori con la sospensione (annullamento?) non c’entrano nulla. In caso contrario, avrebbero cambiato il regolamento, non annullato il programma.

1 Mi Piace