menu di navigazione del network

Sconto su riga fatture con decimali

Buongiorno a tutti
sono qui a chiedervi se qualcuno può darmi un riferimento normativo o confermarmi relativamente ad una discussione con il nostro fornitore software. In pratica sul calcolo degli sconti sulla riga della fattura noi la pensiamo così:
-es. 1 ) imponib. 69.5 scontato direttamente del 23% = 15,985 per un totale di riga di 53,515 che arrotondato alle 2 decimali fa 53.52 euro oppure 69,50 - 15,985= 53.515 arrotondato a 53,52
i nostri fornitori del gestionale fanno ciò generando un arrotondamento diverso che su migliaia di pezzi produce una notevole differenza:
-es. imponibile 69,50, calcoliamo sconto del 23% che è per loro 15,99 (arrotondano subito) , per cui 69,50-15,99=53,51
Qualcuno mi può fornire riferimento normativo per capire chi sbaglia ? Fatto con altri gestionali il risultato è il medesimo del nostro.

Salve,
ho avuto questa stessa discussione con diverse aziende e con diversi commercialisti e la risposta è:
Non c’è una normativa specifica.

Dal mio punto di vista ho sempre ritenuto opportuno

  • applicare lo sconto
  • arrotondare
  • moltiplicare per la quantità.
    Questo per tenere il prezzo unitario fisso.

altri preferiscono

  • applicare lo sconto
  • moltiplicare
  • arrotondare

In alcuni casi ho visto arrotondamenti applicati ad ogni sconto (+10% -> arrotonda + 5%->arrotonda)

tutto dipende anche dall’importo del singolo articolo.
chi lavora con importi ben sopra l’euro e quantità basse, difficilmente trova la differenza.
chi lavora con importi bassi (benzina? ) e quantità elevate, ha una differenza notevole a seconda di come applica l’arrotondamento.

ad ogni modo l’agenzia delle entrate, per i controlli usa

  • applicare lo sconto e taglia all’ottava cifra dopo la virgola
  • moltiplica per le quantità
  • taglia alla terza cifra dopo la virgola e poi arrotonda. a 2 cifre.

Noi abbiamo risolto moltiplicando per la quantità prima di togliere gli sconti, e poi facciamo gli arrotondamenti sull’importo seguendo la sequenza dei dati per come sono rappresentati nell’xml (quantità * pezzo - sconti = totale riga arrotondato a due decimali)