Url Endpoint

li avevo messi diversi, ma alla luce del fatto che quando vai in produzione ti chiudono il test non serve a niente…
mi aspettavo di poter continuare a tenere parallelamente un ambiente di test.

1 Mi Piace

Si possono inserire uguali test e produzione. Attenzione che SdI non supporta i rewrite 301 e 302, ma puoi utilizzare alias o reverse proxy.

Salve a tutti, mi accodo a questo thread per porre una domanda. Dato che ho fatto richiesta di accreditamento al canale SDICoop mettendo lo stesso url sia per il servizio di trasmissione che per quello di ricezione, e trovandomi ad 8/10 dei test eseguiti, esiste un qualche modo per far girare entrambi i ws sullo stesso endpoint?
Fin’ora ho dovuto cambiare a mano, a seconda delle necessità, il puntamento dell’url su uno o sull’altro ws …

Ho posto la domanda in fondo al thread … ho visto solo dopo questi messaggi. Non esiste quindi modo per far girare i 2 ws usando lo stesso endpoint? In fase di accreditamento ho fatto la stessa cosa di Bruno_Mandara …

Si, puoi. Il codice dell’unico endpoint potrà facilmente distinguere se si tratta di una fattura o di una notifica (basta guardare il root tag dell’XML ricevuto, e agire di conseguenza).

Ciao, grazie … immaginavo di dover fare così, incredibilmente SOGEI mi ha revocato il canale in men che non si dica ed ho avuto modo di rifare l’accreditamento con gli endpoint corretti.

1 Mi Piace

Un problema è che il riaccredito non è immediato, si perdono tutti i test e non si può fare la richiesta se prima non si è fatta la revoca. Quindi qualora si presentasse una qualsiasi necessità di variare gli endpoint, il servizio avrebbe un down che attualmente arriva a una settimana. Lo trovo un errore di design del sistema e del calcolo del carico di lavoro.

Concordo, fortunatamente non ero ancora in produzione per cui, l’aver perso 3/4gg non mi ha comportato problemi. Bisogna capire se queste regole valgono anche dopo il passaggio in produzione. Il call-center ha voluto sapere a quale punto dei test mi trovavo … che, appunto, non significhi che una volta in produzione sia possibile anche fare variazioni che durante i test non è possibile fare?

Confermo che in test non è possibile cambiare le CSR o gli URL se non effettuando la revoca e successivamente una nuova richiesta di accredito, che viene elaborata attualmente dopo almeno una settimana dall’invio, con conseguente rilascio di nuovi certificati, necessità di effettuare nuovamente tutti i test e richiedere un nuovo passaggio in produzione (che si ottiene dopo qualche ulteriore giorno).

In produzione si possono cambiare solo le CSR ma non gli URL.

1 Mi Piace

Ma la procedura apposita sul sito per sostituire i certificati (in “Gestire il canale” -> “Generare nuovi certificati”) non funziona?
Mi sembra una svista non da poco… i certificati scadono dopo un po’ (quelli che hanno dato a noi, a maggio 2021). Uno deve tirare giù l’intero canale e rifare l’accreditamento e poi rilasciare un nuovo codice destinatario a tutti i propri clienti ogni volta che bisogna rinnovare i certificati? Dimmi che non è vero…

La procedura per generare i certificati funziona (in produzione), ma non puoi cambiare l’URL. Ho aggiornato il post.

Meno male. Ho preso paura.
Comunque il fatto di non poter cambiare gli endpoint senza enormi inconvenienti andava segnalato a lettere cubitali all’inizio della procedura di accreditamento. Soprattutto il fatto di non poter condividere il nome host con altri applicativi per il problema dei certificati. Anche noi siamo costretti ad usare url diversi da quelli che avremmo usato se avessimo saputo quali erano le implicazioni.

1 Mi Piace