menu di navigazione del network

Volume ente locale digitale

Segnalo il volume l’Ente locale digitale. Scritto da un non tecnico ma che trae spunto dall’esperienza sul campo con riferimento al progetto di introduzione del sistema Pago Pa nel proprio ente anche come intermediario. Il volume ha lo scopo di diffondere la conoscenza di base dei metodi e degli stumenti della digitalizzazione a tutti gli operatori degli enti locali, andanto oltre agli addetti ai lavori in senso stretto (sistemi informativi, sviluppatori ecc) e può essere un utile supporto agli RTD.

E’ un volume per certi versi sperimentale che ha come obiettivo di essere arricchito e aggiornato nel prossimo futuro. Il volume è consultabile gratuitamente in questo periodo emergenziale Covid-19 dal Gruppo editoriale Cel - che si ringrazia per aver creduto nel progetto - ai seguenti link:

https://www.sistema-bdi.it/bdi_main.php?boot=ipert&send=ipert&browser=X&stato=lsoc&bdinr=223&docnr=2190394

2 Mi Piace

Il volume è poderoso, pregevole, molto scorrevole e ben fatto, complimenti! Traspare chiaramente un grande livello di studio e approfondimento dell’evoluzione dell’Agenda digitale. Il fatto di averlo reso disponibile provvisoriamente per lo scaricamento è un plus assolutamente meritorio. Grazie.

P.S. Se posso fare un appunto per pura pignoleria, mi sembra molto ottimista sullo scenario digitale che ci aspetta come PP.AA. e come cittadini; personalmente avrei affrontato anche le numerose criticità con cui oggi ci dobbiamo raffrontare in relazione alle c.d. piattaforme abilitanti, per difetti implementativi, maggiori oneri, defaillance organizzative e di interoperabilità, necessità di grosse ristrutturazioni delle procedure burocratiche e forse un certo scollamento dalla realtà sostanziale in capo ai decisori ministeriali nella probabile sottovalutazione dell’impatto delle scelte tecniche (diciamo che, per vari motivi, non è tutto rose e fiori…).

Grazie per l’apprezzamento, i complimenti e anche dell’appunto, che è sicuramente utile per cercare di migliorare il proprio lavoro; condivido le sue osservazioni in ordine all’esistenza di criticità e difficoltà operative nell’applicazione in concreto dell’agenda digitale per gli enti, in particolare per quelli di piccole e medie dimensioni che cercherò di segnalare nell’evenutale aggiornamento del volume.

1 Mi Piace