menu di navigazione del network

Accesso a PagoPA con SPID

Nei giorni scorsi ho fatto una prova di pagamento su PAGO PA, e dopo aver inserito la mail, mi si dice che si può accedere con SPID, ma sembra una “scelta obbligata”… perchè se clicco su CONTINUA non succede niente;
fino a poco tempo fa si poteva accedere per il pagamento solo con la registrazione della mail…

Questo è lo screenshot

Soprattutto per esigenze di comunicazioni ai cittadini, sarebbe necessario sapere se è ancora possibile l’accesso tramite registrazione della mail (e nel caso perchè a me non ha funzionato), oppure sono obbligatorie le credenziali SPID…

Grazie!

Inquietante.
Ho provato adesso, WISP mi ha fatto proseguire inserendo la sola email e sono arrivato fino a quando mi ha chiesto i dati della carta. Li’ ho chiuso tutto.

Sarebbe una vera disgrazia se per lanciare il pagamento via WISP servisse SPID…

Buongiorno @Patrizia_Saggini ,
l’accesso al WISP sembra obbligato perchè evidentemente hai già effettuato registrazione come utente SPID utilizzando la medesima e-mail
Si è scelto, per preservare l’unicità del wallet di un utente, di forzare l’accesso tramite SPID esclusivamente per le utenze che hanno già effettuato registrazione con SPID inserendo la medesima e-mail.

Spero di essere stato chiaro.

1 Like

Grazie!

Dal punto di vista dell’usabilità sarebbe però necessario fare in modo che cliccando su CONTINUA si apra la pagina del LogIn di SPID, in modo da evitare di dover chiudere la pagina e rifare l’accesso - come invece è adesso.

Secondo me, se uno ha spid e inserisce l’email, non può rimanere bloccato nella schermata con scritto “Guarda che puoi loggarti con spid”, perchè la user experience diventa poco experience. Serve un meccanismo di “back” e un messaggio che dica": torna indietro e loggati con spid visto che ce l’hai". Ovviamente i messaggi li ho messi simpatici perchè si capiscano.

UX forever!

Andrea

1 Like

Ho scoperto la stessa cosa anche io questa sera, aggiungendo credito sul conto mensa di mio figlio… l’usabilità ne soffre abbastanza, sono dovuto ripartire da capo e con il dubbio di aver lasciato una ricarica a metà :confused:

1 Like

Buonasera,
Grazie dei feedback, a breve apporteremo una modifica per sanare questa esperienza.

L’idea di base è , qualora un utente inserica nel campo e-mail una mail associata ad un account già registrato, procede come utente guest

Che ne pensate? Mi sembra più chiaro rispetto a costringerlo a loggarlo con SPID; Magari in quel momento non ha il telefono dove ricevere l’OTP per autenticazione 2 livello ma vuole ricevere la mail di ricevuta sulla medesima mail.

2 Likes

Ciao @Mario_Gammaldi,
secondo me sarebbe invece più corretto puntare sull’accesso con SPID, per coerenza rispetto all’utilizzo dell’identità digitale…
My2cents!

Dico anche la mia.

Concordo che sia doveroso puntare su SPID ma a quel punto bisognerebbe eliminare l’utente guest del tutto. Se l’esperienza guest sopravvive mi pare corretto che sia possibile usarla anche per chi si e’ precedentemente registrato con SPID.

Del resto eliminare l’esperienza guest mi pare eccessivo e controproducente. Dda un lato se l’utente arriva allo WISP o è passato da qualche servizio messo a disposizione dall’ente creditore che lo ha identificato (tramite SPID?) o ha in mano un avviso analogico, dall’altro lato la registrazione WISP a quanto ho capito serve solo per memorizzare l’email e il metodo di pagamento preferito, non mi sembra un servizio per cui l’identificazione autorevole SPID sia fondamentale (non si accede a dati, non si producono istanze ecc.)

Se non sono interessato ai servizi che richiedono autenticazione (storico pagamenti e metodi preferiti) perché dovrei autenticarmi?

Mi trovo in linea con la proposta di @Mario_Gammaldi

grazie @Mario_Gammaldi per permetterci di partecipare al design dell’esperienza ottimale

io farei come nell’immagine che segue (è una bozza)

image

1 Like

Bello!
Mi sembra di capire pero’ che l’utente registrato non ha traccia dei pagamenti, memorizza solo email e metodo di pagamento (preferito).

Restando in tema di usabilita’ (user experience):

  • l’utente viene dal sito dell’EC dove si e’ autenticato e/ho ha inserito dei dati, ha avuto a che fare con 1, 2 o 3 interfacce grafiche diverse;
  • sul WISP incontra un’ulteriore interfaccia e una nuova richiesta di autenticazione/inserimento dati;
  • se decide di pagare con qualcosa di diverso dalla carta di credito incontrerà un’ulteriore interfaccia grafica e ulteriori richieste di azioni e login.
    E’ chiaro, per i più tecnici, che qualche cambio di interfaccia grafica e qualche login ripetuto siano inevitabili, ma dal punto di vista dell’utente il disorientamento e la fatica è comprensibile.

Quindi, nel tentativo di tagliare dove possibile, mi chiedo: è davvero necessaria l’autenticazione o la comunicazione dell’email per usare il/lo WISP?
Capisco anche che farsi confermare un indirizzo email è necessario perché WISP abbia un contatto dell’utente. Infatti, nella configurazione che abbiamo noi, mi pare che l’email dell’utente stia in una tabella del DB del PT le cui logiche di aggiornamento non sono chiare, quindi è probabile che l’utente si presenti con un avviso/rpt o quello che e’ con un indirizzo dismesso…