menu di navigazione del network

Addetti al gate con la "vista laser" leggono i green pass?

Piccola disavventura che volevo condividere.

Aeroporto NAP, una fredda sera di Novembre. Il mio Gp viene controllato con Verifica C19 dagli operatori addetti prima dell’ingresso ai controlli di sicurezza. Scansione pass senza richiesta di documento di identità. Tutto ok. Tutto ok, sembra.

Al gate mostro come sempre il mio biglietto ed il mio documento.
L’addetta, di una compagnia che è inutile menzionare, mi chiede anche il Green Pass.
Glielo mostro, lei lo squadra con molta attenzione, è sorpresa. Lo guarda attentamente come la Littizzetto nella nota pubblicità e mi lascia andare.

Sapete cosa l’aveva lasciata perplessa? Il fatto che io mostrassi solo un QR code arido, senza i miei dati personali. Ho usato la app Catima, un portafogli digitale che può contenere tutte le tessere fedeltà e anche i biglietti ferroviari e aerei se uno vuole.

In questo thread è possibile vedere il mio Gp (oscurato) come appare in Catima.

Morale della favola? Se volete “controllare” il Green Pass, usate sempre e solo VerificaC19!!!

1 Mi Piace

Guarda è da settimane che succede la stessa cosa a FCO.
Muoio dal ridere ogni volta ormai, ma la prima… dopo che mi ha guardato il GP e mi ha detto OK ho risposto: “Ma che davvero ?”… è inutile…ovvero serve solo perchè uno magari non vuole rischiare di beccare quello che legge con l’app e quindi i non vaccinati non ci provano nemmeno.

Guarda proprio ieri un amico mi ha detto che ha avuto delle storie perché alla richiesta del Green Pass anche lui l’aveva mostrato tramite una di quelle App che servono a contenere tessere fedeltà ecc.
Il tizio in questione pur avendolo verificato con l’app VerificaC19, era rimasto dubbioso, al che il mio amico per tranquillizzare il tizio l’ha mostrato anche tramite l’app immuni.
Probabilmente se lo fai vedere tramite una di quelle App o semplicemente come foto, pensano che possa essere falsificato.

Lo faccio vedere con il Wallet di Apple, mai un problema

Ma il punto era che se te lo scansionano con la app Verifica C19 tu puoi anche portargli un plastificato del QR code, se non ti attrezzi per la verifica (e non mi fai sapere in anticipo che c’è una procedura in cui il GP viene ri-controllato) con gli opportuni strumenti tecnologici, allora non pretendere che io possa farti vedere il GP completo di dati anagrafici mentre mi stai controllando un documento.

Tieni conto che adesso è tutto più facile con l’arrivo dei controlli delle FFO sui mezzi pubblici, che potranno chiedere “green pass e carta di identità” per smascherare immediatamente chi ancora spera di, come spesso purtroppo si è visto al ristrante, usare il GP di qualcun altro.

Facciamo un pochino di chiarezza. Il GP è esclusivamente il QR-CODE ergo non c’è alcuno bisogno che sotto ci sia scritto un nome,cognome o altro in quanto è tutto codificato in maniera sicura in quel codice.
Detto questo l’app sola è unica che lo può verificare in Italia è Verifica C19 nessun’altra e quindi resta, al massimo, un problema di chi controlla non di chi mostra il codice.
Verifica C19 da sempre come risposta l’esito sulla validità ed il nome,cognome e data di nascita del possessore sul display di chi controlla questo proprio per favorire un controllo “light” dell’identità basato ad una veloce vista della C.I. Sinceramente nessuno mi ha mai chiesto la C.I. ne viaggiando in aereo ne da altre parti. Molti alla risposta valido ti dicono avanti. La visualizzazione di quei pochi dati è fatta per tutelare la privacy. Il QR-code scansionato per benino contiene anche il tipo di “verde” cioè se hai fatto vaccinazione,tampone rapido o molecolare o se sei guarito o se hai fatto il ciclo vaccinale con le rispettive date, ente di emissione e firma elettronica ma questi dati sono solo visibili a …non so chi ma di sicuro non a chi ti controlla con Verifica C19.
Detto questo il QR code a meno che non troppo piccolo può essere sia su un foglio di carta sia su un biglietto da visita, sia su una app di tipo “wallet” sugli smartphone. Come la signora usa Catima io uso Stocard che è un wallet per carte fedeltà ed altro GP compreso e mai alcun problema. Caricato anche sull’Apple Wallet ma a dirla tutta non becca al primo colpo in quanto è più piccolo ma comunque funziona sempre. La cosa, tuttavia che io trovo più pratica, completa ed immediata è stampare in A4 l’intero GP scaricato piegarlo in 4 e metterlo dentro la C.I. In questo modo appena la apri scansionano a primo colpo e nel caso vogliano controllare che sei tu hanno già la C.I. in mano. Sarà ancronistico ma di sicuro è più pratico di sbloccare lo smartphone aprire la app e via dicendo. Comunque funziona anche se te lo tatui se è per questo (scherzo ma scommetto qualcuno lo farebbe).
P.S. non viaggio molto ma pochi giorni fa ho fatto MI-PA-MI bene a Linate la signorina della compagnia che non menziono non l’ha voluto vedere in quanto avevo fatto online l’autocertificazione che richiedevano…non ricordo se poi al security check me lo hanno chiesto ma in ogni caso senza la C.I. il che avendo il biglietto in mano…forse e dico forse…ma per esempio al ritorno a PA…il GP se lo son scordato anzi prima di salire sull’aereo ho chiesto “ma non me lo controllate” la risposta è stata…ma tanto te lo hanno controllato prima…ah povera Italia :slight_smile:

1 Mi Piace