menu di navigazione del network

Aliquota 0 vs EsigibilitaIVA - segnalazione da una PA

Salve a tutti
una PA ha rifiutato (esito EC02) una fattura elettronica perchè a fronte di aliquotaIVA=‘0’ abbiamo indicato la presenza di SPLIT PAYMENT - EsigibilitaIVA=‘S’.

La suddetta PA ha

  • dato istruzioni di non inserire il tag EsigibilitaIVA (che nel tracciato risulta opzionale)
  • comunicato che questo suo rifiuto diventerà la prassi per tutte le PA della stessa tipologia!

La domanda è: abbiamo sbagliato noi fin dall’inizio ed in caso di AliquotaIVA=0 il tag non andava scritto ?
Le PA possono permettersi di rifiutare delle fatture che cmq rispettano in tracciato e passano i controlli dello SDI?

grazie
Marina

Premesso che mi sembra un tantinello estremo rifiutare la fattura per una motivazione così tecnica e inutile all’atto pratico, normalmente il mio programma (e anche altri) eliminano il tag sull’esigibilità IVA quando l’IVA è a zero ed è quindi presente il tag “natura”.
Devo comunque segnalare che mi è capitato il caso esattamente contrario: ovvero alcune scuole volevano obbligatoriamente l’esigibilità IVA: “S” anche quando chi emetteva la fattura era nel regime dei minimi (quindi IVA zero, natura N2 non soggetta) ed era pure una professionista (che non è comunque soggetta allo Split Payment), pena il rifiuto della fattura!
E questo è solo un aneddoto, potrei scrivere un libro su quante volte le PA hanno rifiutato o minacciavano di rifiutare una fattura realizzata correttamente secondo le specifiche e per giunta secondo le disposizioni di legge, solo perché, probabilmente, dall’altra parte ci sono persone che non hanno una reale visione della normativa in genere.
Siamo all’assurdo.

1 Mi Piace

Da quanto sapevo io, in base agli esempi di assoSoftware e di eventuali fatture di esempio sparse per il web mostrate da alcune software house, in caso di scissione dei pagamenti iva non andrebbe iva zero.
Cosa che ha una certa logica.

Se la fattura è con scissione dell’iva ed applichi un’importo ed un’iva a zero, qual’è l’importo che dovrebbero pagare?

E’ una finezza ma da quanto ho capito molte PA hanno un programma che contabilizza in automatico la fattura ricevuta e non possono metterci mano.Probabilmente avere un AliquotaIva zero con split payment gli da errore in qualche calcolo.

Da quanto sapevo, ci sono delle PA che una volta rifiutata la fattura, ti chiedono la nota di credito (che ti rifiuteranno), per poi farti inoltrare la fattura corretta.
Il tutto semplicemente perché inseriscono in contabilità tutto quello che arriva a prescindere che venga accettato o rifiutato.

Sì ma Assosoftware allora dovrebbe modificare il file XSLT, perché se si ha iva a 0 e non si indica su quella riga di castelletto in esplicito “S”, il file html prodotto dalla trasformazione scrive “Esigibilità non specificata, si suppone immediata”…
Ci dicano con chiarezza come agire