menu di navigazione del network

Anpr e certificazione

Buongiorno, da poco son venuto a conoscenza che un’azienda italiana la Servizi Locali spa ha creato un apposito software di interfacciamento con ANPR. Tale sistema venduto da conncessionari permetterebbe al singolo cittadino residente nel comune che accetta a pagamento la convenzione di ottenere certificati anche in bollo, il cittadino si accredita mediante Spid, CTS e Cie. Ma la domanda sorge spontanea… perchè il semplice cittadino entrando su ANPR sempre con le stesse modalità ottiene ottiene solo e semplicemente dichiarazioni sostitutive ? Non sarebbe stato più semplice ottenere lo stesso risultato dals ito ANPR ??

Ciao, benvenuto sul forum.
CANCELLO perché avevo frainteso.

1 Mi Piace

basta che su google tu scriva SMART ANPR e ti si apre un mondo nuovo…

TRiverai informazioni anche sul sito di ANUSCA, ma a prescindere sò per certo che ci sono società che vendono questo sevrizio specifico creato dall’azienda di cui sopra.
https://www.smartanpr.it/

Però non è strano che sia a pagamento. Stiamo parlando di un software venduto ai Comuni (sono loro i clienti; non i cittadini). Non è forse normale che un Comune acquisti servizi software da privati? Chiedo per capire meglio.

Ah, ho travisato. È un software rivolto ai comuni come ce ne sono tanti. Allora ritiro tutto, avevo inteso che fosse un servizio offerto da una software house direttamente ai cittadini.
Sarebbe interessante vedere come hanno risolto le varie questioni di diplomatica del documento, sulle quali lo staff di ANPR è ancora al lavoro per realizzare quanto disposto dal decreto semplificazioni di luglio.

Nei miei sogni, queste sono funzioni che avrei voluto integrate direttamente nella app IO… senza un’altra app, un altro servizio, un altro costo per gli enti.

1 Mi Piace

Certo è un software rivolto ai comuni per offrire un servizio ai cittadini i quali con un accreditamento possono ottenere certificazione anche in bollo. Ma se la logica e l’intelligenza sono proprie dell’uomo perchè non permettere direttamente al cittadino che accreditandosi sul sito di ANPR al posto di ottenere dichiarazioni sostituitive, come avviene ora non ottiene direttamente le certificazioni ? Ciò permetterebbe un risparmio notevole agli enti pubblici, inutili vendite ed installazioni di totem e . parola sconosciuta SEMPLIFICAZIONE.

2 Mi Piace

Ma infatti secondo la Roadmap IO sarà così. Solo che nessuno può impedire alle imprese private di offrire un doppione di quel che sarà su IO. Potrebbe essere per decine di motivi che non sappiamo: magari non sanno che verrà su IO, o sperano che l’implementazione su IO venga ritardata; oppure ritengono che il loro prodotto sarà comunque migliore; chissà. Sono liberi di fare la loro valutazione. Il mercato è completamente libero.

Sarebbe ideale poter scaricare una certificazione anagrafica (ma anche di altra tipologia, attinente sllo status giuridico del soggetto) dalla app IO, ma anche da un sito pubblico centralizzato (non mi piace per niente la veicolazione esclusiva dei servizi pubblici tramite app). Residuano, a legislazione vigente, delle problematiche di ordine finanziario: come si pagano (senza astruse complicazioni) diritti di segreteria e bolli? A meno che l’Ente non abbia azzerato i primi e non ricorrano casi giustificati di esenzione per il secondo…

Per i bolli quando PagoPA finalmente sarà in grado di gestirli con qualunque PSP il problema si supera da sè. Ma il famoso @ebollo di cui si parlava, con hash unico del documento e quant’altro per consentire verifiche ecc., che fine ha fatto?
I diritti di segreteria per me devono sparire, perchè nessuna segreteria entra in gioco visto che il cittadino allo sportello proprio non ci va.
Sul fatto di non usare una app e basta, con me sfondi un portone spalancato.

3 Mi Piace

Salve a tutti, sono un nuovo utente del forum e mi interessa molto l’argomento ANPR poiché sono il legale rappresentante di una società di servizi professionali che per espletare gli incarichi conferiti dai clienti elabora centinaia di richieste di certificati anagrafici da dover richiedere e ritirare presso i vari comuni d’Italia nonché, sempre per l’elaborazione delle pratiche professionali, necessità molto spesso di consultare gli archivi anagrafici per il tramite degli uffici comunali. Ci sono possibilità che venga concesso di accedere all’ANPR anche a noi privati che necessitiamo per motivi professionali dell’accesso ai dati anagrafici? Se si, è possibile già sapere la tempistica? Se c’è qualcuno informato in tal senso chiedo gentilmente di fornirmi il maggior numero di informazioni possibil. Ringrazio anticipatamente per il tempo che mi dedicherete e porgo cordiali saluti