menu di navigazione del network

App SPID non disponibili sugli App Store esteri

Buonasera,
ho appena scoperto con terrore che le applicazioni per gli OTP SPID (PosteID, ArubaID, etc) non sono disponibili sull’App Store Apple con account registrati in regioni fuori dall’Europa - ho appena verificato con un account registrato negli USA. Tanti saluti a tutti gli italiani all’estero, o ai cittadini esteri che avranno bisogno di un account SPID per eseguire le più basilari interazioni con comuni o PA centrali.

E’ una svista? E’ intenzionale? AGID può intervenire sugli Identity Provider per richiedere di ampliarne la pubblicazione al resto del mondo? Esistono workaround? Su Android posso dare istruzioni di installare manualmente l’APK, ma su Apple?

2 Mi Piace

Questa è una non-risposta. Gli Identity Provider hanno la possibilità di pubblicare le proprie app senza restrizioni geografiche semplicemente con un click, non c’è motivo tecnico per obbligare l’utenza a passare su uno store europeo. Senza contare che il cambio di nazione nello store comporta a) la perdita di eventuale credito nello store di origine b) la rescissione di eventuali abbonamenti attivi sullo store di origine (es. Apple Music, Books, etc).

Come workaround, l’unico vagamente accettabile è quello di creare un’altra utenza sullo store Apple italiano via web, e nell’applicazione Apple Store eseguire il logout dallo store estero e poi un loggarsi con la nuova utenza. La nuova utenza può scaricare l’app sul terminale, dopodiché ci si può riloggare con lo store estero precedentemente usato. L’app resta scaricata e l’utente non perde nulla.

Affinché questo gioco funzioni però è necessario possedere un numero di telefono con prefisso italiano, cosa non sempre disponibile nel caso di utenti esteri e normativamente non prevista visto che la registrazione SPID consente l’uso di numeri di telefono esteri.

Per questo motivo torno a richiedere il motivo per cui le applicazioni non sono disponibili worldwide. Si tratta di una questione legale (es. GDPR), oppure di una mera “svista” tecnica?

Buonasera!
Problema vagamente simile (forse). Sono anche io una cittadina italiana residente all’estero. Ho cercato di registrarmi per lo SPID ma risulta impossibile farlo fornendo un numero di cellulare non italiano. La ragione è che in posta gli addetti non riescono materialmente a modificare il campo del prefisso telefonico (…). Quando provando da casa sono riuscita a cambiarlo, l’SMS di conferma che mi serve per completare la procedura non mi è mai arrivato. Sono tornata in posta spiegando la faccenda ma loro non riescono a modificarlo. Ho fornito quello di mia madre, mi dicono che posso accedere e modificarlo dopo, cosa che non riesco a fare perché, indovina un po’? non ricevo sul mio numero UK l’SMS di conferma necessario per completare la procedura.
Avendo un telefono EU non ho avuto problemi nello scaricare l’app, ma non riesco comunque a cambiare il numero - cosa che devo fare per consentire a mia madre di richiedere a sua volta lo SPID usando il suo telefono.

Risparmio i commenti all’uffico postale su come sia possibile che io non abbia un numero italiano (…) e su come “in fondo questo serve solo per connettersi ai servizi tipo INPS…”.

Per caso qualcuno è riuscito ad aggirare il problema?
Grazie,
Anna

In questo caso (e anche nel caso delle app disponibili solo in ITalia), visto che lo Stato ha messo l’identità digitale sul mercato, le contromisure ce le dà il mercato stesso: comprare altrove! Posteitaliane non è l’unico IdP. Cercatene uno che non voglia un numero di telefono (italiano) o che non abbia problemi a rendere sue eventuali app disponibili “worldwide”.
Poi diffondete la voce di chi è AIRE-friendly e chi no.

A giudicare da questo sito (https://www.spid.gov.it/richiedi-spid) l’SMS avrei dovuto riceverlo.
C’è anche il non trascurabile dettaglio che il servizio alle poste è gratuito e consente il livello di protezione 3.
Vero, lei mi dirà “vuoi il servizio migliore? Paghi”. Insisto, non dovrei.