menu di navigazione del network

Compilazione dati pagamento (Istituto finanziario, ABI, CAB, IBAN)

Buongiorno,
Mi sono sorti alcuni dubbi in merito alla compilazione dei campi IstitutoFinanziario, IBAN, ABI, CAB, BIC nella sezione DettaglioPagamento:

  1. Tali campi non sono obbligatori sul tracciato xml, ma sembra che debbano essere valorizzati nel caso di ModalitaPagamento = MP05 - Bonifico e MP17 - Domiciliazione bancaria. In questo caso i dati sono ovviamente quelli relativi alla banca del cedente/prestatore. E’ corretto?

  2. Nel caso di ModalitaPagamento = MP12 - RIBA i campi possono/devono essere valorizzati? Con i dati della banca di appoggio del cliente/committente (su cui si emette la RIBA) o sempre con quelli del cedente/prestarore? Ho visto software che operano nell’uno e nell’altro modo. Qual’è quello corretto?

  3. Nel caso di altre ModalitaPagamento (MP09 - RID , MP10 - RID utenze , MP11 - RID veloce) o di Note di credito come ci si deve comportare?

Buongiorno,
le rispondo brevemente in base a quello di cui sono a conoscenza.

la modalità di pagamento è un modulo per riportare le varie modalità usabili per pagare.
Alcune aziende per esempio usano il campo più volte indicare la condizione di pagamento in contanti, in assegno o con bonifico. Ne consegue che se si effettuasse la sommatoria delle tre, il totale sarebbe 3 volte il valore della fattura.

tolta la premessa,
in base a questo documento https://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/sdi/Suggerimenti_Compilazione_FatturaPA_1.5.pdf

  1. [2.4.2.12] IstitutoFinanziario
    serve a identificare l’istituto di credito destinatario del pagamento,
    qualora come modalità di pagamento ne sia stata scelta una che ne
    presuppone l’indicazione.
    quindi direi di SI

  2. il presupposto per la compilazione indicato dal documento è : si vuole dare evidenza delle informazioni relative al pagamento in termini di condizioni, modalità e termini .
    Nel campo Istituto finanziario, viene riportato che è il nome della banca del cedente, ne consegue che l’iban, abi, cab , bic, dovrebbero essere relativi al fornitore che riceve i soldi e non al cliente.

  3. a propria discrezione. tutte le voci riportano indicazioni similari
    SI, ma solo se è verificato il PRESUPPOSTO(23) e se, in
    presenza di una modalità di pagamento che richiede l’indicazione della
    banca, non è stato indicato il codice IBAN

va aggiunto che non ci sono controlli perché è uno spazio per le comunicazioni che non dovrebbe (almeno non lo è stato fino ad ora), soggetto a controlli e verifiche.
Quindi è suggerito che sia obbligatorio nel caso di, ma non succede nulla se uno non lo compila.

inoltre prevederebbe di imputare la banda del fornitore quando molti fornitore segnano la banca devo verrà addebitata la riba.

quindi mi viene da scrivere che non c’è un giusto o sbagliato

Grazie per la risposta.
Effettivamente anch’io non ho trovato riferimenti chiari, nel caso di RIBA, se la banca da indicare sia quella del cliente o del fornitore.
La nostra modalità attuale ricalca quella “classica” di indicare in fattura la banca di appoggio per l’incasso, quindi:

    1. Pagamento bonifico: banca del fornitore (di accredito)
    1. Pagamento RIBA: banca del cliente (di addebito)

In mancanza di ulteriori indicazioni… continueremo a fare così.