menu di navigazione del network

Descrizione d'insieme

Un attributo qualificato descrive una proprietà di un’identità. Esso si definisce qualificato perché è attestato da soggetto cui la legge conferisce tale potere…

Continua a leggere su Docs Italia

È prevista una fee a beneficio delle AA?

A conferma del fatto che le AA possano rivolgersi ad outsourcer tecnologici per la gestione dei rapporti con i SP (tenuto conto che tante AA potrebbero non essere subito in condizioni di gestire autonomamente le chiamate applicative contenenti le informazioni sugli attributi qualificati), suggeriamo di inserire apposita specifica.

Atteso che il SP potrebbe avere l’esigenza di conservare per maggior tempo l’attributo qualificato in forza di altre disposizioni o comunque di dimostrare che l’attributo medesimo risale ad una data certa è suggeribile richiedere all’AA di marcare temporalmente lo stesso.

Dal momento che non sempre gli attributi qualificati possono essere verificati dalle AA in maniera immediata, chiediamo delucidazioni su come possa essere gestito questo caso e, qualora fosse possibile, chiediamo di specificare come viene gestito il lasso di tempo intercorrente dalla richiesta degli attributi alla loro comunicazione.

Vi è un disallineamento tra quanto descritto all’interno del par. dedicato ai soggetti destinatari del documento e quanto invece descritto relativamente alle attestazioni di attributo. Infatti, nel primo si legge “tutti i
soggetti che in base ad una norma hanno il potere di attestare qualifiche, stati personali, poteri di persone fisiche”, mentre nel secondo “le attestazioni di attributo prodotte da un’AA servono ad attestare uno o più attributi qualificati riguardo ad una persona fisica o giuridica…”. Le attestazioni di attributo possono essere attestate anche a persone giuridiche o solo a persone fisiche?

E’ possibile chiarire come e in che modo la tipologia di dati richiesti determina la necessità o meno del consenso dell’utente?