Fattura nel Cassetto Fiscale con dati errati

Salve,

so che argomenti simili sono stati già affrontati, ma vorrei sottoporvi un caso per sentire qualche opinione a riguardo.

Se una società ha codice fiscale X, partita iva Y e ed ha indicato di voler ricevere le fatture sul codice destinatario Z, è giustificata, ed eventualmente da cosa, la ricezione di una fattura sul Cassetto Fiscale con codice fiscale Y, partita iva X e codice destinatario W?

Buongiorno Antonio,
la ricezione sul cassetto fiscale non ha nulla a che vedere col codice destinatario.
Se ricevi una fattura sul cassetto fiscale vuol dire che P.IVA o Codice fiscale sono stati inseriti correttamente.
Se il codice destinatario viene inserito correttamente allora riceverai la fattura anche sul tuo programma di fatturazione o canale FTP.
Se invece inseriscono un codice destinatario errato, il programma o canale FTP (non quello indicato dal giusto codice destinatario ma quello del codice errato) che riceve la tua fattura la rifiuterà la fattura non avendo la tua delega per la gestione.
La fattura però ti arriva sempre sul cassetto fiscale fintanto che i dati personali sono corretti.
Credo di aver spiegato tutto nel dettaglio, se hai altri dubbi chiedi pure :slight_smile:
Marco

In effetti l’indicazione relativo al codice destinatario era un dettaglio poco signaficativo.

Il punto è proprio che codice fiscale e partita iva sono errati, in particolare sono invertiti.

Per Agenzia delle Entrate i due dati sono interscambiabili?

Sono interscambiabili. Sì

E c’è qualche normativa o circolare dell’Agenzia delle Entrate a riguardo?

Non ne ho idea.
Ci sono i lividi sulla pelle del nostro gruppo di sviluppo nella modifica a più fasi del processo di assegnazione fattura azienda, però.

1 Mi Piace

se vogliamo guardare le documentazioni rilasciate dall’agenzia delle entrate in merito alla compilazione delle fatture, si dovrebbe escludere la compilazione del codice fiscale.


Sulla documentazione viene riportata la seguente frase in merito al codice fiscale :

Obbligatorietà: SI, ma solo se il cessionario/committente NON è
titolare di partita IVA (quindi nei casi in cui non è valorizzabile il
blocco IdFiscaleIVA (1.4.1.1)

Dai vari casi riportati in questo forum sembra inoltre che il codice fiscale abbia priorità sulla partita iva.

quindi se una fattura viene compilata con Partita IVa Azienda1 e codice Fiscale Azienda2, la fattura arriverà nel cassetto fiscale di Azienda2.

viceversa se una fattura viene compilata con Partita IVa Azienda2 e codice Fiscale Azienda1, la fattura arriverà nel cassetto fiscale di Azienda1.

Nel caso in cui non ci fossero errori di compilazioni e partita iva e codice fiscale appartengono alla stessa azienda, allora sono interscambiabili.

1 Mi Piace