menu di navigazione del network

Fatture Wind Tre con CDATA

Da un paio di giorni ricevo fatture Da wind con alcuni dati a mio avviso errati.

Dentro la denominazione, l’indirizzo e il comune del Cessionario committente trovo invece del valore vero e proprio un campo CDATA contenente il valore (ma formattato per essere inserito all’interno del campo, quindi con &glt; al posto di ‘<’):

image

Mi è sfuggita qualche novità ? nuovi standard? o wind Tre sta cannando?

Probabilmente è un bug nel software Wind. Presumo che il dato provenga da un altro file XML (forse un formato interno loro) dove il dato per qualche motivo è codificato con CDATA e invece di fare il parsing dell’XML come andrebbe fatto, il programma che estrae i dati da quel file, prende letteralmente tutto quello che c’è tra i tag, copiando quindi anche il CDATA invece di interpretarlo. A questo punto inseriscono questa stringa nel file XML della fattura elettronica, ma in questo caso la libreria che usano fa correttamente l’escaping dei carratteri speciali < e >, producendo il risultato che vedi.

Io penso piu’ semplicemente che Wind metta il CDATA cosi da far passare eventuali caratteri che UTF-8 non riesce a recepire (ad esempio, caratteri tipo il “<” o “>” € o il pallino del primo…). A volte capita che nei campi descrittivi ci possano essere caratteri “strani” … cosi facendo il file xml non da errori.

Faccio presente che il file XML della fattura di Wind non contiene un CDATA valido. Contiene un CDATA di cui è stato fatto l’escaping rendendolo normale testo. E la mia ipotesi è che è stato copiato da un altro file XML, senza però venir decodificato.

Concordo con @vbato, qui i dati a mio avviso sono proprio errati.
Non puoi mettermi sulla descrizione della ditta CDATA<> sia con o senza encoding, perchè in un caso stai cercando di aggirare vincoli di caratteri consentiti, nell’altro stai riportando una denominazione che per me contiene [CDATA[.
Credo (ma non ho provato) che senza l’encoding la stessa agenzia ti scarti il file, visto che ci sono regole restrittive che fissano un set di caratteri consentiti. Anche perchè il CDATA negli xml serve per aggirare qualsiasi sorta di restrizione, si può mettere qualsiasi struttura dentro.

Comunque sono dati non utilizzati per fini prettamente fiscali. Se nella fattura sbagli una denominazione o c’e’ un indirizzo non corretto, non succede nulla. Quindi credo che alla fine sistemeranno, ma non ci saranno rettifiche e reinvii.