menu di navigazione del network

Firma verbali scolastici

Come detto, SPID nudo e crudo non consente di firmare.
Alcuni soggetti (tipo INPS) hanno elaborato sistemi di firma elettronica avanzata basati su SPID, ma sono appunto sistemi particolari da progettare ed elaborare ogni volta.
Anche tecnologicamente SPID non reca con sé una coppia di chiavi asimmettriche che consentirebbero di apporre una firma tecnologicamente digitale al documento (cosa che per esempio si puo’ fare con una tessera sanitaria con cns, stessa tecnologia della firma digitale ma con l’impedimento che i certificati non sono rilasciati da soggetti qualificati a rilasciare certificati e chiavi di firma digitale - comunque, la firma con una tessera sanitaria è avanzata ex lege).
Le nuove regole tecniche sui documenti informatici dovrebbero dettare delle regole per realizzare una firma elettronica (avanzata) tramite SPID: la difficoltà, in assenza appunto della coppia di chiavi asimmetriche riconducibili al titolare dell’identità, è quella di associare in modo indissolubile la firma all’oggetto digitale firmato e rendere il processo di convalida della firma il piu’ possibile autocontenuto nel documento stesso, senza bisogno di risalire a log, archivi di sessioni in un sistema o in un altro da valutare integri ecc.

Comunque in questo caso credo che non ci sia bisogno di reinventare nulla, basta trovare un modo per dotare il personale scolastico di firma digitale.
L’onerosità economica mi sembra solo apparente e, anzi, si eviterebbe di infilarsi in particolarismi difficili da gestire (e quindi onerosi).

bè certo, la firma digitale sarebbe la cosa migliore in assoluto; per quanto riguarda l’onerosità sono d’accordo, non è che per l’acqusito di qualche firma digitale sia necessario fare il mutuo…