menu di navigazione del network

INFO-Interazione Partner <> Intermediario

Salve Forum Italia,

vado subito alla questione, supponiamo che un ente abbia l’accesso al nodo di pagoPA intermediato per alcuni servizi da un intemediario tecnologico mentre per altri utilizza un partner tecnologico, volevo chiedervi:

*è possibile far comunicare direttamente l’intermediario tecnologico con il partner? Voglio dire, i dovuti che passano da un parner tecnologico possono essere visti anche dall’intermediario e viceversa?

  • potete suggerirmi qualche documento dove posso approfondire il tutto?

Grazie e buona serata

Tutti gli intermediari/partner tecnologici dell’EC vedono tutti i dovuti dal Nodo dei Pagamenti relativi a quell’Ente creditore, ma si può essere ragionevolmente sicuri che nessuno di loro coopererà con altri a titolo gratuito, quindi ognuno gestirà il proprio orticello nei limiti e nei termini della convenzione o del contratto sottoscritti con l’EC (ogni IT/PT metterà a disposizione dell’EC su un proprio portale o propria interconnessione solo i dettagli dei dovuti da lui gestiti e dei pagamenti effettuati per suo tramite, degli altri si vedranno solo informazioni incomplete e quindi piuttosto inutili).

Non è esattamente così: i dovuti in attesa non stanno sul nodo ma sui sistemi del PT/IT, quindi visibili solo a quest’ultimi. Sul nodo ogni PT/IT ha accesso a tutti i flussi di riversamento e probabilmente a tutte le RT (e forse le RPT). Non necessariamente pero’ questi oggetti recano tutte le informazioni di cui dispone il PT che ha creato il dovuto.

La condivisione delle informazioni fra più PT, se serve, va quindi creata a livello di sistema informativo dell’EC. Oppure ci si organizza in modo diverso (es: confinando ogni PT su un IBAN diverso, cosi’ non ci sono riversamenti misti).

1 Mi Piace

L’unica risorsa condivisa direttamente da pagoPA con tutti i PT/IT di un Ente sono i Flussi di Rendicontazione.

2 Mi Piace

Mi sono spiegato male, me ne scuso: in realtà vedono lo spezzato di tutti i flussi di rendicontazione con i relativi importi singoli dei pagamenti fatti (non i dovuti in sé, dato che non hanno accesso a tipologie di documenti gestiti da altri IT/PT). Un coordinamento è senza dubbio necessario, resto dell’idea che sia una grossa ipoteca sulla funzionalità e l’efficienza di PagoPa per quanto concerne sia la gestione delle posizioni debitorie sia in fase di gestione dei riscontri dei pagamenti (si capisce poco se non si ha un sistema automatizzato-integrato).