menu di navigazione del network

[LG-Competenze-Digitali] Contesto Normativo

Contenuto
Contesto Normativo

Collegamento
http://lg-competenzedigitali.readthedocs.io/it/latest/doc/competenze_specialistiche/lg-armonizzazione/contesto-normativo.html

Non risulta che nella GU n. 20 del 25 gennaio 2018 si faccia riferimento all’European e-Competence Framework. La definizione di “qualificazione internazionale” è ben più ampia e può comprendere anche altre qualificazioni di competenze digitali, come ad esempio ECDL.

In questo contesto bisogna evidenziare che si fa riferimento alle professioni NON REGOLAMENTATE. Ossia quelle professioni che non si sovrappongono per competenza alle attività riservate per legge (Art. 33 della costituzione italiana "…E` prescritto un esame di Stato per l’ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale…). Alcune attività riportate nel documento sono attività di Ingegneria Informatica riservate per legge (costituzione e leggi dello stato). L’art. 46 del DPR n. 328/2001, nell’ambito della ripartizione delle attivita’ professionali che formano oggetto della professione di ingegnere, ha attributo agli iscritti al settore dell’informazione dell’Ordine degli Ingegneri: “la pianificazione, la progettazione, lo sviluppo,
la direzione lavori, la stima, il collaudo e la gestione di impianti e sistemi elettronici, di automazione
e di generazione, trasmissione ed elaborazione delle informazioni.” Il DM 143/2013, infine, ha ricompreso tra i lavori e i servizi attinenti all’ingegneria ed in particolare all’ICT. Pertanto definire un framework va bene, ma bisogna rispettare le professionalità e gli ordini definiti dalle normative vigenti.