menu di navigazione del network

[LG-SPID-minori] 6. Fruibilità dei servizi dedicati ai minori

Al fine di consentire l’accesso a un servizio, l’IdP deve aver ottenuto per i soggetti minori di anni 14 il consenso preventivo da parte del genitore che, ai sensi dell’articolo 320 del codice civile, può compiere disgiuntamente dall’altro genitore gli atti di ordinaria amministrazione. I soggetti maggiori di anni 14 possono esprimere direttamente il consenso al trattamento dei propri dati personali.

Continua a leggere su Docs Italia.

Si osserva come premessa che non è sempre facile distinguere il confine fra “autorizzare il trattamento dei propri dati” e “utilizzare il servizio” e che probabilmente la prima operazione è necessaria per la seconda, anche se, in via teorica (art. 6 GDPR), la base giuridica del trattamento (funzionale all’erogazione del servizio) potrebbe derivare da altre situazioni.

A dispetto del titolo del capitolo qui sembra invece che fruire di un servizio coincida con prestare il consenso al trattamento dei dati, che è solo una parte della questione (tanto più che un trattamento di dati avviene già anche in caso di mancata autirizzazione del genitore o del quattordicenne).