menu di navigazione del network

Loop burocratico irrisolvibile per ottenere il Green Pass

Buongiorno,
oggi vi racconto le vicissitudini di un mio amico riguardante il Green Pass dopo la prima dose del vaccino.
Il mio amico e’ cittadino italiano iscritto AIRE, residente all’estero (latino America), vaccinatosi circa una ventina di giorni fa a Milano.
Il mio povero sfortunato amico, ora non puo’, in nessun modo, scaricare il Green Pass. Questo perche’, al centro vaccinale, lui non e’ stato registrato come cittadino AIRE ma come cittadino italiano provvisto di Tessera Sanitaria.
Come voi sapete, un cittadino AIRE, non residente in Italia non dovrebbe essere registrato all’SSN e non dovrebbe neppure avere la TS. Invece, contattando l’AdE, abbiamo scoperto che la sua TS e’ ancora valida fino al 2022. Peccato che, questa tessera li e’ stata ritirata quando si e’ iscritto all’AIRE.
L’ASL/AST non puo’ rilasciare un duplicato perche’ per rilasciarne uno il cittadino deve essere residente in Italia.
Ora lui non puo’ in nessun modo scaricare il Green Pass, dato che non ha le otto cifre della TS. Non puo’ lavorare (era in prova per 5 giorni in un ristorante, il gestore lo ha cacciato perche’ sprovvisto di GP), non puo’ sedersi in un bar oppure al ristorante. Tutto per colpa di una burocrazia kafkiana!
Ormai per aiutarlo ho fatto i salti mortali, siamo andati due volte al Palazzo delle Scintille, contattato uffici ASL, AdE, Ministero della Salute, 1500, call center Lombardia etc.

Cosa mi consigliate di fare? Per un errore burocratico non puo’ praticamente vivere.
So che questo e’ un forum di developers, pero’ davvero, non so piu’ a chi scrivere.

TL;DR: cittadino iscritto all’AIRE non puo’ ottenere il green pass perche’ registrato erroneamente con vecchia TS non scaduta e ancora attiva anche se cittadino AIRE e non ha le otto cifre. Non puo’ richiedere duplicato all’ASL perche’ cittadino AIRE non residente.

1 Mi Piace

Se ricordo bene, può visualizzare la tessera sanitaria sul portale della tessera sanitaria, accedendo con SPID o CIE. Se risulta ancora valida fino al 2022 è probabile che sul sito la trovi:

https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/tessera-sanitaria

Si hai ragione, io in passato ho usato quel servizio per avere il duplicato della mia.
Il mio amico, dato che e’ tornato da poco in Italia, non ha lo SPID e per fare lo SPID serve avere la Tessera Sanitaria.
Ovviamente ha neanche la CIE perche’ e’ cittadino residente all’estero iscritto AIRE.
E’ davvero un paradosso. L’unica soluzione sarebbe riottenere la residenza in Italia, che lui pero’ non puo’ fare in breve tempo.
Comunque, e’ vergognoso e forse anche al limite del criminale. Lui in questo momento ha meno diritti, per colpa della burocrazia.

si direbbe un problema di scarsa qualità di dati delle banche dati pubbliche e mancata interoperabilità. che poi e’ la cosa difficile da sistemare. si e’ visto che se c’e’ bisogno servizi e front end si sviluppano in poco tempo.

temo che anche la stampa in farmacia richieda la tessera sanitaria, corretto?

comunque mi sembra che sia stato sdoganato - formalmente nel decreto per il controllo del green pass ai lavoratori pubblici e in teoria limitatamente a quello - il principio per cui al posto del green pass, in casi di difficoltà tecniche, vale anche altra certificazione di un evento adatto al rilascio di un green pass.

Mi pare pero’ strano che l’ASL non sia in grado di fornire il numero di una tessera sanitaria di cui non si e’ in possesso (anche se fosse scaduta). Chi se ne importa del duplicato, no?

EDIT: anzi, guarda, all’ASL ci potreste proprio andare e dire che, ai sensi del GDPR, potreste fare richiesta di conoscere tutti i dati personali di cui l’ASL è in possesso (e, fra questi, gli utlimi 8 numeri di una TS che è stata ritirata). Cosa che potrebbe metterli nel panico, oltre che, in caso di risposta insoddisfacente, metterli a rischio di sanzione da parte del Garante. Vedrai che qualcuno il numero di TS lo recupera.
Anche l’anagrafe comunale potrebbe (non necessariamente) essersi annotata il numero di tessera sanitaria in occasione di qualche cambio di indirizzo (o di iscrizione AIRE).

Dal sito dell’AGID sembra (e avrebbe perfettamente senso) che non serva la Tessera Sanitaria, ma solamente un attestato di assegnamento del CF. Forse il tuo amico ha ancora il vecchio tesserino cartaceo per il CF oppure può richiederne copia in non so quale ufficio. Auguri!

C’è una circolare ministeriale che aiuta gli italiani residenti all’estero, consiglio di leggere questo articolo e recuperare i riferimenti ufficiali: Green pass per gli italiani all'estero: come ottenerlo - Cronaca - ilrestodelcarlino.it

Consiglio di recuperare la circolare ministeriale e recarsi nella ASL di riferimento “pretendendo” supporto

Ciao,
un familiare si trova a Londra per studio, purtroppo è stato colpito dal COVID a luglio u.s., due giorni prima che si doveva vaccinare. Ad ottobre è stato vaccinato sempre a Londra con il Phizer, ha inviato tutta la documentazione alla ASL di competenza per il rilascio del certificato verde (è cittadino italiano non inscritto AIRE), purtroppo, sempre in base alla circolare del ministero, non avendo il certificato di guarigione, in quanto in Inghilterra non viene rilasciato, (cosa nota al ministero) ma solo l’esito del tampone negativo, dopo il contagio, il certificato verde non gli è stato rilasciato, anche se, ne avrebbe diritto. Forse perché l’Inghilterra non fa più parte della U.E. ?
Se fosse successo in un’altra nazione facente parte dell’U.E. cosa sarebbe successo?
Altro che loop qui sembra che siamo governati da bambini.
rubio2002it

Scusa, ma se è cittadino italiano non iscritto AIRE perchè si è vaccinato a Londra ? Secondo me se ti vaccini a Londra devi chiedere un certificato di vaccinazione in Inghilterra ed utilizzare quello.

Ciao
Scusa se sta a Londra dove dovrebbe fare il vaccino? Comunque gli è stato rilasciato dall’NHS sia la certificazione della positività sia quella del vaccino Pfizer 1° dose, quindi essendo stato contagiato e con una dose di vaccino in Italia gli verrebbe rilasciato il certificato verde, non avendo il certificato di guarigione, niente

Ciao, guarda, abbiamo provato alle Poste ma nessuno ci fa fare lo SPID perche’ il mio amico non ha la tessera sanitaria, anche se ne ha TUTTO IL DIRITTO.
Che cavolo di incompetenti.

Provero’ con la storia dell’ASL e del GDPR.
Ora non e’ piu’ cosi’ urgente dato che il suo datore di lavoro ha finalmente capito che puo’ lavorare solo con il certificato di vaccinazione.
Peccato che, rimane comunque un cittadino di serie b non per colpa sua.

Si, peccato che l’appuntamento all’ASL qua a Milano e’ tra circa un mese e mezzo.