menu di navigazione del network

MOSS dal 1 Luglio a privati e Natura IVA Codice N7

Ciao a tutti,

dal 1 Luglio sarà obbligatoria l’iscrizione al MOSS per le vendite verso EUROPA a privati, si dovrà addebitare l’aliquota IVA del Paese del cliente e poi versarla con una liquidazione IVA “MOSS”.

A questo punto mi chiedo: come deve essere fatta la fattura elettronica? Va indicata un’aliquota IVA (quella del Paese del cliente) oppure va indicato 0%?
La natura deve essere N7 oppure va lasciato vuoto?

Ho letto che in teoria andrebbe indicata l’aliquota del cliente ed indicato anche il codice natura N7 (riferimento: https://def.finanze.it/DocTribFrontend/getPrassiDetail.do?id={D8CC7211-2008-4A9C-8028-33085AD7C285} ). Ma la natura non andava specificata solo quando l’aliquota è 0%?

Grazie!

Ciao, da quel che ho potuto intendere

  • se scegli “l’opzione moss” utilizzerai aliquota iva dovuta sui servizi di e-commerce resi a soggetti privati comunitari, direttamente nel Paese membro nel quale il fornitore ha la sede o la stabile organizzazione, nel tuo caso Italia immagino, quindi aliquota iva e niente natura.
  • se “non aderisci al moss” devi utilizzare aliquota del paese di destinazione della merce e niente natura

Nel caso in cui il contribuente residente in Italia abbia aderito al MOSS (regime del Mini One Stop Shop) - in Italia come negli altri Stati comunitari - e, pur essendo esonerato, emetta la fattura riportando l’aliquota e l’imposta dello Stato comunitario nel quale si trova il consumatore finale. Pertanto, solo in questo caso, il contribuente compila con il valore “0” il campo “Aliquota” e quello “Imposta” e riporta nel campo “Natura” il valore “N7”.

Ciao Andrea,

grazie davvero per la risposta. Scusami ma la prima parte mi sembra in contraddizione con la seconda. Inizialmente leggo:

“se scegli “l’opzione moss” utilizzerai aliquota iva dovuta sui servizi di e-commerce resi a soggetti privati comunitari, direttamente nel Paese membro nel quale il fornitore ha la sede o la stabile organizzazione” (Italia)

Però poi:

"Nel caso in cui il contribuente residente in Italia abbia aderito al MOSS (regime del Mini One Stop Shop) - in Italia come negli altri Stati comunitari - e, pur essendo esonerato, emetta la fattura riportando l’aliquota e l’imposta dello Stato comunitario nel quale si trova il consumatore finale. "

Ritieni che vada applicata aliquota iva italiana o aliquota iva dello stato comunitario del consumatore finale?

Io credo che sia corretta la seconda, dove hai letto della prima opzione?

Grazie ancora :slight_smile:

Ciao, scusami Lorenzo ma ho fatto un po’ di confusione nel rispondere
-Iva italiana fino a 10.000 Euro

-Iva Italiana anche oltre 10k se aderisci all’opzione moss
E’ questo il beneficio dell’opzione moss, che sarai senza necessità di aprire rappresentanti ovvero identificazioni dirette IVA nei Paesi della UE destinatari dei beni (così come avviene
dal 2015 in merito al commercio elettronico diretto – servizi). In tal caso il cedente applicherà ai fini della fatturazione/certificazione dei corrispettivi le regole di fatturazione/certificazione applicate nel proprio Paese e non quelle di destino dei beni.
Se nonostante tu abbia aderito al moss emetti fattura con iva dello stato del consumatore finale, allora utilizzi n7 e aliquota 0.

-Se non aderisci a moss, iva del paese del cessionario/committente

Ciao e grazie ancora.

Cosa intendi per:

“Se nonostante tu abbia aderito al moss emetti fattura con iva dello stato del consumatore finale, allora utilizzi n7 e aliquota 0”?

Se aderisco al MOSS (e da come ho capito sono obbligato a farlo sopra i 10.000 Euro a meno che non voglia identificarmi in ogni singolo paese), non devo emettere per forza fattura con IVA dello stato del consumatore finale? Quale altra opzione ho?

Non sei obbligato ad aderire al moss, è una semplificazione.
Non sei obbligato ad emettere fattura, sei esonerato, ma potresti comunque emetterla e in quel caso la regola è quella, come indicata dal link che hai inserito nella tua domanda

1 Mi Piace