menu di navigazione del network

MyBank

CIao.

Una cosa interessante di mybank che volevo condividere (e che penso sia utile per molti) è che non ha massimale di pagamento (si può fare ad esempio anche un pagamento da 1 milione di euro). Questo non è fattibile ad esempio con carta di credito o bancomat per via dei massimali che queste presentano.

Andrea

1 Like

usi myBank per andare verso la tua banca facendo un bonifico/addebito in conto… chiaramente la banca deve essere una banca che ha aderito il circuito myBank… altrimenti nulla.

chi si occupa dell’attivazione di MyBank presso le banche si sta attivando per avviare il tutto su tutte le banche

le commissioni sono: isp + costo del bonifico presso la propria banca

Andrea

Usi il MybanK per il tramite di Intesa Sanpaolo?
Quindi, se non ho letto male ISP si sta attivando per convenzionare tutte le banche?

Comunque, mi sa che l’avevo gia’ scritto da qualche parte, io MyBank l’ho provato una volta e mi ha sorpreso molto la lunga serie di passaggi per arrivare a fare il bonifico. Magari nel frattempo è cambiato qualcosa, ma, soprattutto:

  • mi ha stupito che a un certo punto devo inserire le credenziali di accesso all’home banking in una pagina diversa (e piuttosto minimale) dall’homepage dell’home banking. Non lo consiglierei mai a qualcuno che non sia almeno 50% nerd, dopo che per evidenti motivi di sicurezza e prevenzione delle frodi gli abbiamo detto di inserire i dati solo nell’homepage della banca e dopo aver verificato la presenza del lucchetto con l’indirizzo corretto ecc.
  • mi stupisce come il digitale che dovrebbe semplificare stia invece aumentando la catena di intermediari e soggetti che si frappongono fra cittadino e risultato da ottenere.

MyBank al momento ha come unico canale di utilizzo Intesa San Paolo, quindi se scegli "bonifico nel percorso di pagamento trovi Intesa per pagare con Mybank. Questo vuol dire che Intesa è più avanti degli altri nel percorso di attivazione di MyBank, ma poi arriveranno anche gli altri (come all’inizio era per i pagamenti con le carte di credito). Certo la grafica attuale è fuorviante (ovvero logo di Intesa grosso e logo di mybank piccolo) che fa sembrare che passi da intesa, non da Mybank mediante intesa. La cosa è in risoluzione.

ISP non convenziona le banche, sono le banche che si convenzionano con MyBank in modo da attivare il servizio. ISP è solo “la prima” che lo fa e che lo rende disponibile per pagoPA.

Qui entriamo nel “magico” mondo della UX … da un servizio “nuovo” e complesso mi aspetto una UX un po’ bruttina (se si parla di PA o di bancario), mi auguro poi nel tempo ci sia un modo di renderla più semplice e fluida. Amazon & simili docet.

oltre che bruttina, a mio modesto avviso, crea un disorientamento che abbassa il livello di guardia sulle truffe e quindi sono ulteriori rischi per la sicurezza (dei risparmi delle persone)

concordo!
Tutti dovrebbero covenzionarsi con pagoPA direttamente. Così seleziando addebito in conto selezioni la tua banca ed entri nel tuo conto. Solo così è veloce ed intuitiva oltre che sicura.

Chiaro, le banche piccole devono sviluppare e non tutte sono in grado poi di fare la rendicontazione e riversare … è un cane che si morde la coda… quindi bisogna appoggiarsi alla banca collettore… e qui entra in gioco ISP… o altre banche che fanno pagare con Mybank.
L’utente poi si disorienta passando da una home page all’altra, da una password all’altra…
Ecco perché secondo me bisognerebbe utilizzare solo pagoPA e poi andare direttamente sul proprio conto per pagare.

Teoricamente hanno tutte dell’IT, le BCC ad esempio ora essendoci aggregate hanno una buona “massa critica”. Non credo sia un tema tecnologico, quanto contrattuale e di diffusione della soluzione MyBank.

E direi anche di non sottovalutare la possibilità di produrre l’avviso analogico e pagarselo dal proprio homebanking con lo stesso risultato.

Certo, ma in questo caso sono le banche che si devono attrezzare per far pagare il modello 3 (Avviso di Pagamento) dalla propria home banking, convenzionandosi con pagoPA oppure per il tramite del circuito CBILL…

Esatto, purtoppo tutti gli attori coinvolti si devono adeguare. Chi non si adegua sta fuori dal mercato.

Ribadivo più che altro di non assolutizzare WISP come unico punto di accesso online a pagoPA. Mi pare evidente che, se lo si abbina allo strumento di pagamento bonifico, UX e sicurezza ne risentano in modo ineliminabile.

Si, ma per gli enti come il nostro è utile, l’utente dai servizi del portale dei pagamenti passa direttamente sul WISP e paga scegliendo la modalità e il PSP, veloce e in pochi click.
Questo sistema lo trovo utilissimo, pensa alle gare che bisognava fare per il POS … con pagoPA questo è superato.

Si’ si’, pienamente d’accordo. Il WISP va alla grande con carta di credito e probabilmente con altri strumenti che non ho mai avuto modo di provare, solleva tutte le amministrazioni da un sacco di impicci ed è comodissimo per il debitore.

Le mie perplessità sono tutte sulla macchinosità e l’eccesso di passaggi di strumenti come MyBank: a quel punto il WISP perde in velocità e immediatezza che sono i suoi punti forti. Se poi devo invocare MyBank perché devo fare un pagamento di importo superiore ai massimali di altri strumenti di pagamento, personalmente preferirei procurarmi l’avviso analogico e avviare il pagamento dal mio homebanking, cosi’ ho anche maggior controllo sul processo (me la vedo solo con la mia banca, insomma).

Mi risulta che molti mesi fa c’è stato un accordo tra Banche e MyBank per semplificare l’esperienza utente e quindi modificare il percorso che l’utente deve fare sul WISP. Ahimè non se ne vede ancora l’implementazione :frowning:

ciao
daniele

1 Like

MyBank sta insistendo, dovrebbe arrivare a breve mi dicono, speriamo :slight_smile: