menu di navigazione del network

Notifiche fatture inviate con protocollo diverso

Ciao,
è capitato di ricevere una notifica di mancata consegna avente protocollo SDI diverso da quello assegnato alla fattura inviata. Nel file xml della notifica è presente il nome file della fattura, quindi ho potuto verificare il fatto che abbiamo impostato un protocollo diverso rispetto a quello assegnato alla fattura in fase di invio.
E’ la prima volta che mi capita dopo diverse migliaia di fatture inviate.
Come mi devo comportare?
Si è verificato anche a qualcun’altro?
Grazie

Nella giornata di oggi, che annovererei tra quelle davvero drammatiche di SDI, tutto è possibile.

per ora no,
ma le notifiche le associo per ID e non per nome fattura quindi non potrebbe capitarmi e per ora tutte le fatture hanno una notifica.

L’unico caso che mi viene in mente è un secondo invio prima di ricevere la notifica di scarto .

Daniele, l’altro caso è un secondo invio perché il primo non ti ha risposto (timeout di SDI nei giorni di sofferenza di SDI), ma in realtà ha incamerato uno SDI ID che non ti ha dato nella risposta appunto. A “in quei giorni lì” capita e l’unico modo per riconciliare le notifiche è proprio il nome del file (perché il nostro sistema di retry non modifica il nome file).

In effetti è successo proprio questo (nonostante l’assistenza ha provato a sostenere un errore da parte del nostro sistema). Durante la chiama del WebService, noi abbiamo chiamato lo SDI inviando la fattura ma lo SDI ci ha mandato in timeout. Quindi non non abbiamo potuto fare altro che far fallire l’invio. Il cliente, vedendo il fallimento ha provato nuovamente a mandarla, ricevendo questa volta una notifica di scarto (protocollo diverso) perché la fattura risultava duplicata.
In questi casi penso che la strategia migliore sia quella di avere a disposizione un WEBService che consenta di sapere se una fattura (data, numero e sezionale) risulta nello SDI oppure no!!!

A quanto pare l’hanno aggiunto (non esattamente come dici tu, ma forse può essere utile):


Anche se dai commenti sembra che non funzioni ancora.

Io dico che in questi casi la cosa migliore è che il sistema di invio riprovi in modo autonomo a mandare la fattura, dopo un certo delay, usando lo stesso nome di file. A quel punto, nella ricezione delle notifiche, una notifica che non si riesce a collegare (perché manca lo SDI ID) prova a farlo attraverso il nome del file. Noi per esempio teniamo da parte le ricevute che non quadrano (perché SDI ID è per noi inesistente), le diamo in pasto a un nuovo meccanismo che le cerca di accoppiare: se sono di scarto per fattura duplicata, non le inseriamo, se invece sono ricevute diverse e buone, le infiliamo (e mettiamo pure SDI ID al valore di questa infilata). L’unico problema è se il cliente, nel frattempo, quando vede la fattura scartata la modifica e rimanda, perché magari i totali sono diversi e lui si aspetta che sia arrivato un “OK” su questo secondo invio… ma in quel caso, corriamo il rischio.