menu di navigazione del network

PagoPA - Forse un utopia?


(Andrea Tironi) #1

Ciao a tutti.

E se ogni comune ad inizio anno mandasse una sola comunicazione ad ogni cittadino dicendo:

" Le tue tasse per il 2018 avranno scadenza:

  1. TARI 30 giugno
  2. LUCI VOTIVE 30 ottobre
  3. IMU 30 novembre
    4 …
    "

(le date sono assolutamente a caso)

Entro tali date potrai pagare in due modi: andando online sul sito www.comune.utopia.it e ti troverai l’importo da pagare, oppure allo sportello X (x= tesoreria, sportello comunale, altro) e potrai pagare con bancomat e/o contanti aperto i giorni dalle alle …

Forse un po’ utopico, ma chissà magari tra qualche anno ci fermeremo anche solo ad “andare sul sito” visto che i millenials vorranno bene cominciare a pagare le tasse prima o poi :slight_smile:

Andrea

PS
Per adesso mi accontento di pagare il MAV (:scream:) che mi è arrivato …


(Giuseppe Virgone) #2

I tuoi spunti sono sempre utili e danno idee


(Antonio Turdo) #3

A mio avviso bisogna andare in un’altra direzione.
Le tasse da pagare, e mi riferisco a tutte, non solo a quelle comunali, vengono calcolate in base a tutte le informazioni che le pubbliche amministrazioni già tracciano (e le altre che si aggiungeranno, vedi fatturazione elettronica tra privati), con una sola scadenza per fare aggiornamenti, verifiche e comunicazioni di nuove informazioni che servono per il calcolo (via via ce ne sarà sempre meno la necessità).
Una volta noto l’importo si può decidere di pagare in unica soluzione o a rate con qualche strumento automatico tipo bonifico ripetitivo.
Adesso chi è più utopico? :sweat_smile:


(Paolo Toso) #4

Come si fa a prendere residenza in questo comune? :slight_smile:


(Simone) #5

sarebbe secondo me invece ideale che il cittadino quando viene in un comune a prendere la residenza riceva le credenziali e gli si dica. Ogni tariffa, tassa, tributo lo trova nella sua area riservata e lo può pagare da casa comodamente seduto. Sai che ottimizzazione degli uffici che avremmo. Avremmo già scremato un buon 60/70% degli utenti e professionisti.


(Paolo Del Romano) #6

un pò di “reclame” non fa male :slight_smile:


(Andrea Tironi) #7

http://corriereinnovazione.corriere.it/2018/02/27/ho-fatto-sogno-l-italia-digitale-unita-cc2475c8-1ba3-11e8-812e-cc191dd87fa8.shtml


(Paolo Del Romano) #8

Complimenti a @diegopia !
Un articolo che comunica efficacemente la vision del Team.
Speriamo che nel 2022 il sogno diventi realtà.


(Marco Marsala) #9

Le amministrazioni sanno quanti soldi gli devi (altrimenti non potrebbero mandarti le cartelle quando non paghi). Se inserissero tale comunicazione in un database unico (cosa che già fanno per inviarti una cartella di pagamento), il grosso del lavoro sarebbe fatto.

Su tale database poi si potrebbe facilmente costruire delle pagine web dove ognuno controlla cosa deve pagare (come già si può fare sul sito o la app di EI), agganciare varie forme di notifica, metodi di pagamento etc…


(Andrea Tironi) #10

io.italia.it dovrebbe essere questo