menu di navigazione del network

PAGOPA - pagamenti in contanti ancora consentiti dopo l'01 marzo 2021

Buongiorno, sono un utente impiegato presso l’ufficio cultura e turismo di un Comune.

Vorrei esporre le seguenti osservazioni.

Lette le << linee guida per l’effettuazione dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori dei servizi pubblici >> e, in particolare, il paragrafo 5 delle stesse, il sottoscritto e l’Ente per il quale lavoro, manifestano ancora delle perplessità con riguardo all’impossibilità di consentire alcune tipologie di pagamento in contante anche dopo la data del primo marzo 2021.

Faccio riferimento, in particolare, agli incassi derivanti dagli ingressi, previo acquisto di biglietto, presso mostre, musei, torre civica ed altri luoghi della cultura. Tali incassi, gestiti in una prima fase dalla ditta che eroga il servizio di biglietteria presso l’Infopoint regionale, vengono, in seguito, periodicamente riversati presso la tesoreria dell’ente attraverso l’Agente contabile.

Ritengo che estendere la piattaforma PagoPa anche per tali acquisti rischi di creare notevoli problematiche al già martoriato settore turistico (nel nostro caso si tratta spesso infatti di importi esegui - uno, due euro - pagati sinora con moneta contante e ai quali dovrebbe quindi aggiungersi ora il costo della commissione ove l’utente opti per il pagamento a mezzo Pos; in alternativa, bisognerà obbligare l’utente medesimo che possiede solo contante a recarsi presso ricevitorie o lottomatiche munito di avviso di pagamento comunque distanti dall’attrazione turistica).
Mi sembra evidente che, nella maggior parte dei casi, l’utente rinuncerà ad accedere alla torre, alla mostra, o al museo in questione.

Chiaramente, a mio avviso, questo problema ancora non si è posto concretamente stante la perdurante chiusura, causa pandemia, dei luoghi della cultura.

Sono pertanto a richiedere:

  • se, a vostro avviso, nel concetto di ‘‘pagamento per cassa, presso il soggetto che per tale ente svolge il servizio di tesoreria o di cassa’’ di cui al paragrafo 5 lett. d) delle citate linee guida possa rientrare anche la figura dell’Agente contabile dell’ente comunale;

-se può ammettersi che, qualora la normativa non individui deroghe di sorta anche per casi limite come quello sopra menzionato, l’implicito risvolto non diventi allora quello di dover tramutare da appalto a concessione la natura del servizio di gestione della biglietteria di Infopoint e accoglienza dei turisti (così permettendo alla ditta affidataria di ‘‘gestire’’ denaro proprio uscendo così dal circuito PagoPA).

Chiedo cortese risposta ai miei quesiti, citando, ove presenti, eventuali faq, interpretazioni, pareri autorevoli.

Buona giornata,

Federico Vitali

Buondì.
Mi pare si tratti una problematica attinente nella seguente conversazione
https://forum.italia.it/t/pagamenti-in-contanti-presso-sportello/

3 Mi Piace

Buongiorno,
ringrazio per il collegamento.