menu di navigazione del network

Per segnalazione di licenze problematiche


(Maria Claudia Bodino) #21

Ciao Alice,

abbiamo analizzato i 4 casi da te riportati e secondo noi questa è la situazione:

  1. La licenza non è specificata. Da una rapida ricerca sul Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali dove dati geospaziali dovrebbero essere opportunamente documentanti secondo le specifiche RNDT/INSPIRE alcuni dataset sembrano esserci con licenza CC-BY. Pertanto, siccome non è chiaramente espressa la licenza, ci sembra un caso di “open data by default secondo articolo 52 del CAD”. Secondo le linee guida agid in presenza di open data by default la licenza che si può considerare è la CC-BY 4.0.

  2. La licenza non è specificata per nulla. Ci sembra un chiaro caso di “open data by default secondo articolo 52 del CAD”. Come prima.

  3. Ci sembrano dati riferibili al territorio. Se fosse così, in questa sezione del sito https://portale.comune.venezia.it/pat la licenza è chiaramente indicata come CC-BY quindi aperta

  4. Non c’è licenza ma c’è un hyperlink al sito del comune di venezia che ha queste note legali https://www.comune.venezia.it/content/note-legali "Questo significa che, ove non diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono liberamente distribuibili e riutilizzabili, a patto che sia sempre citata la fonte e riportato l’indirizzo web della pagina originale”.
    Potrebbe quindi essere un chiaro caso di CC-BY (che corrisponde anche alla licenza raccomandata in caso di open data by default dalle linee guida Agid).

In generale può capitare che i dataset geospaziali non siano nei cataloghi open data delle PA. L’importante è che siano documentati nell’RNDT.

Per il problema aggiuntivo del caso 4 potremmo scrivere noi alla PA per suggerire l’aggiunta del download in bulk, richiesto tra l’altro nelle linee guida Agid per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico.

Ciao,
Giorgia Lodi (collaboratrice AgiD) e Maria Claudia Bodino (Team Digitale)


(Andrea Borruso) #22

Dataset

I dati del Portale del Servizio Geologico d’Italia, così come segnalato da @skampus.

Problematica/Osservazione

In basso nel footer c’è una licenza inadeguata: la “CC BY-NC-SA 3.0 IT”.

Ho provato anche ad interrogare un servizio, e la cosa è confermata nei metadati di risposta.

<AccessConstraints><![CDATA[L'uso dei dati è consentito per la visualizzazione e consultazione. ISPRA avverte l'uso dei dati è correlato alla correttezza intellettuale del dato in relazione a qualità, correttezza e completezza dei dati, pertanto qualunque uso inproprio non può essere responsabilità del Servizio Geologico d'Italia e sarà perseguito secondo i termini di legge vigente sul territorio italiano. Licenza CC-BY-NC.]]></AccessConstraints>

Da notare in ogni caso che è confermato l’NC ed non c’è l’SA.

Proposta

Usare una licenza per dati aperti, quindi almeno rimuovere l’NC.


(Stefano Campus) #23

Grazie Andrea, avevo dimenticato del thread su “Piano Triennale”.
Comunque, vedo addirittura che il workshop di presentazione del 18 febbraio è organizzato assieme al Consiglio Nazionale dei Geologi e all’Ordine regionale del Lazio [1].
“IL PORTALE DEL SERVIZIO GEOLOGICO D’ITALIA: DATI A SERVIZIO DEL PROFESSIONISTA”

Pazzesco, come farsi male da soli senza saperlo…

[1] http://www.isprambiente.gov.it/files2019/eventi/portale-sgi/Programma_workshop_SGI_ok.pdf


(Andrea Borruso) #24

È bizzarro, hai ragione: realizzare un workshop con un ordine professionale, che non potrà usarlo (vista la NC) :frowning:
È veramente incredibile, quanto si dia poco peso a tutto questo