menu di navigazione del network

Requisiti per la qualificazione dei CSP: Requisiti organizzativi

In questa sezione vengono elencati i requisiti organizzativi che il Fornitore Cloud deve possedere per poter offrire le soluzioni IaaS/PaaS oggetto di qualificazione.

Continua a leggere su: http://cloud-pa.readthedocs.io/it/latest/circolari/CSP/allegato_docs/requisiti-organizzativi.html

Commenti da Enter Cloud Suite

  • RO2 - In certi casi i livelli di servizio variano in base al contratto di assistenza sottoscritto dal cliente. La documentazione relativa a questo requisito può descrivere SLI differenti a seconda del livello di assistenza contrattualizzato? Vanno descritti i vari profili?

  • RO5 – Quali canali di comunicazione sono considerati validi e “puntuali”? Newsletter o release note sul sito? O entrambe?

  • RO6 – E’ possibile fornire documentazione in lingua inglese che soddisfi questo requisito (ad es. documentazione ufficiale Openstack)? Quali sono i tempi considerati indicativamente accettabili per produrre la documentazione “prontamente aggiornata”?

  • RO10 – Sembra che questo requisito sia ridondante rispetto al requisito precedente (RO9). Potete precisare meglio le eventuali differenze?

  • RO11 – Che cosa si intende specificatamente per “monitoraggio e logging”? Quali potrebbero essere gli “eventi di interesse dell’Acquirente”? Il requisito ci risulta troppo generico. Ci si riferisce solo all’infrastruttura virtuale del cliente o anche a quella hardware/software sottostante e di pertinenza del cloud provider? Le due interpretazioni possono avere impatti tecnologici sul provider molto disequilibrati.

  • RO12 – Il requisito si riferisce al billing oppure è ritenuto soddisfacente l’accounting (=metriche) delle risorse consumate e la disponibilità online del listino aggiornato? Enter Cloud Suite fornisce nativamente le API Openstack per la consultazione delle metriche, mentre per il billing risulta necessario uno sviluppo ad hoc che tenga conto anche della storicità dei prezzi e della loro variazione nel tempo. Eventualmente una soluzione di reportistica in tempo reale potrebbe essere adeguata a soddisfare il requisito?

Aggiornamenti sulle modifiche del servizio (RO5- CL2)
Si fa notare che i principali CSP forniscono aggiornamenti sulle modifiche dei servizi e la relativa documentazione tecnica attraverso i portali di accesso ai servizi Cloud stessi.
Si suggerisce quindi di modificare la dizione “… Comunicazione tempestiva” con “ tempestiva disponibilità delle informazioni sugli aggiornamenti e migliorie introdotti”

Livelli di Servizio garantiti (RO10)
I principali CSP garantiscono i livelli di Disponibilità del servizio al netto dei tempi di fermo programmato. I relativi crediti sono calcolati sui tempi di fermo del Servizio.
Si suggerisce quindi di eliminare il riferimento ali SLI12 e SLI 20. NOTA: vedasi commenti successivi sui due SLI.

Monitoraggio dei Costi “real time” (RO12 – CL5)
La dicitura “real time” relativamente al monitoraggio dei costi è “misleading”. Tutti i principali CSP forniscono funzioni (API) che permettono sia la consuntivazione e la valorizzazione di quanto effettivamente già consumato che una previsione di consumo e relativi costi per il mese corrente.
Si consiglia quindi di sostituire la dicitura “real-time” con la dicitura “aggiornata”. Si ricorda di modificare in accordo l’impegno contrattuale CL5.

RO10: in merito ai tempi di gestione dei malfunzionamenti, si richiede se si possa tradurre il requisito in un SLA relativo al servizio di supporto. Il Cloud Provider si impegna a garantire il ripristino nel minor tempo possibile atto a garantire la qualità del servizio ed un elevata SLA media, ma non è tuttavia possibile definire deterministicamente un tempo massimo di risoluzione, a causa di fattori imprevedibili e/o catastrofici dell’incidente