menu di navigazione del network

[Risolto] Piattaforma Webdesk per consegna documenti


(Federico Crepaldi) #1

Ciao a tutti!
Un mio cliente mi ha incaricato di caricare i documenti emessi e ricevuti nel mese attraverso la piattaforma Webdesk dello studio contabile a cui si appoggiano.
Io ho caricato tutti i file dei documenti passivi ed attivi (tra l’altro dovendo ripetere l’operazione più volte a causa dei limiti della piattaforma). Sono stato più volte contattato dallo studio contabile in questione in quanto non riuscivano a capire come gestire i documenti e mi hanno chiesto di ritrasmetterli. Ho appena effettuato l’ennesima ritrasmissione a seguito di una telefonata impanicata del contabile il quale tra l’altro mi chiedeva rassicurazioni circa il fatto che i documenti fossero transitati da SDI :roll_eyes:.
Vorrei capire, da qualche altro utilizzatore di Webdesk, se il problema sia nella gioventù della piattaforma che presenta qualche difetto, oppure se si tratti di un problema hardware tra la tastiera e la sedia dell’operatore dello studio contabile.


(Gianni) #2

Ciao Federico,
Webdesk è la piattaforma di condivisione documenti tra studio e cliente dei gestionali di studio del gruppo Wolters Kluwer (Osra e Ipsoa per intenderci).
Viene utilizzata dai suddetti software di studio come “limbo” per la successiva importazione in contabilità dei documenti elettronici emessi e ricevuti.
Se per la gestione dei documenti elettronici si utilizza la procedura di fatturazione Osra/Ipsoa, il transito dei documenti in Webdesk è automatico, se si utilizza una qualsiasi procedura esterna è necessario importare manualmente i documenti esattamente come hai fatto tu, cosa peraltro abbastanza agevole e rapida potendo procedere anche in maniera massiva, non so quali limiti abbia riscontrato tu (e te lo dice uno che non impazzisce per Webdesk :wink:).
In entrambi i casi è poi necessario operare il travaso in contabilità dei documenti presenti in Webdesk attraverso la funzione “Importatore Fatture” presente nei gestionali Osra/Ipsoa.
Quest’ultima operazione è ovviamente a carico dello studio del commercialista, fossi in te non me ne preoccuperei, hai già fatto tanto mettendogli a disposizione i documenti in Webdesk.
Se poi aggiungiamo che lo studio del commercialista mette in dubbio anche che si tratti di documenti effettivamente transitati dal SdI… mi viene in mente la pubblicità del noto formaggio… “e fattell tu!” :grin:


(Federico Crepaldi) #3

Io scarico dal mio software due zip che contengono tutti i documenti attivi o passivi con data dal … al … quindi con estensione p7m ed xml assieme. Webdesk mi obbliga ad importare un solo formato alla volta e fin lì posso anche farlo: li ordino per estensione ed ho risolto, anche se -parere mio- sarebbe molto più semplice permettermi di caricare lo zip nudo e crudo. :grimacing:
Inoltre, vista la quantità di documenti, devo dividere l’upload in due o tre tranche diverse.
Nemmeno questo sarebbe un vero problema. La noia è dover rifare tutta la procedura tre/quattro volte, perchè: “Mancano alcune fatture”.
Quel che mi dici però conferma il mio dubbio che il problema non stia nel software Webdesk ma in ciò che accade a valle di esso… :smile:


(Gianni) #4

Si è vero, è necessario importare separatamente p7m e xml, concordo anche in merito al file zip.

Ma se mancano alcune fatture rispetto a quelle presenti in “Fatture e Corrispettivi” il problema non è Webdesk, o ho capito male?


(Federico Crepaldi) #5

Il mio sospetto era esattamente questo: ovvero che il problema non fosse Webdesk, ma il contabile che non ha letto il manuale di utilizzo. Ora direi che ne ho la certezza! :slight_smile: