menu di navigazione del network

Riversamenti parziali di incassi pagoPA

Buongiorno,

Segnalo un caso, forse limite, che mette in evidenza come sia importante sensibilizzare i vari operatori PSP ad operare nella maniera corretta attenendosi agli standard previsti dal sistema.

Ma anche rafforzare l’help desk pagoPA in modo che si arrivi alla risoluzione di problematiche, si residuali, ma piuttosto complesse, oppure che si stabilisca che sia possibile contattare anche direttamente i PSP per poter interloquire con loro attraverso magari degli indirizzi PEC destinati specificamente a questo scopo.

Abbiamo avuto un caso in cui un PSP ha rilasciato ad un suo cliente la ricevuta RT per un pagamento fatto alla nostra PA nonostante che, come abbiamo scoperto dopo, il pagamento non fosse andato a buon fine.

Noi PA abbiamo ricevuto regolarmente il flusso di rendicontazione che includeva tutti gli importi incassati dal PSP incluso quello incriminato che non era andato a buon fine.

Successivamente ci siamo ritrovati un riversamento parziale con i riferimenti di quel flusso di rendicontazione di importo inferiore rispetto a quello prospettato dal rendiconto stesso.

Abbiamo segnalato l’anomalia all’helpdesk pagoPA e sono passati più di sei mesi senza che la situazione fosse risolta o che il PSP, ne direttamente, ne tramite l’helpdesk pagoPA avesse dato delle spiegazioni sufficientemente chiare sull’episodio.

Alla fine abbiamo provato a contattare il call center del PSP, una banca online, e fortunatamente abbiamo ricevuto risposta, scoprendo appunto che alla base del parziale riversamento c’era una questione di pagamento non andato a buon fine da parte del cliente con i loro sistemi.

In tutto questo tempo il PSP non ha mai attivato una procedura di revoca della RT ne si è curato di segnalare l’anomalia. E stando ai documenti ancora presenti sul sistema, il cliente aveva comunque la Ricevuta del pagamento “effettuato” e come sappiamo tale ricevuta ha anche effetto liberatorio nei confronti della PA. La ricevuta infatti è stata sempre presente per tutto il tempo anche sui nostri sistemi in quanto la RT non era mai stata revocata.

Credo che sia importante sensibilizzare i PSP ad un comportamento più aderente alle specifiche del sistema altrimenti saltano tutti i presupposti fondanti del sistema pagoPA.

2 Mi Piace

Ritengo sia una palese violazione degli obblighi cui sono tenuti gli aderenti al circuito PagoPa in base alla convenzione di adesione, anche in termini di Service Level Agreement offerto. Lo reputo un fatto molto grave che mina la tutela dell’affidamento degli EC nei confronti delle transazioni finanziarie gestite dai PSP: sarebbe opportune effettuare una segnalazione formale e circostanziata a PagoPa SpA, affinché prenda provvedimenti.

2 Mi Piace

Non ho capito,

  • il cliente ha pagato tramite un portale terzo? ed il portale ha rilasciata ricevuta di pagamento.
  • il cliente ha pagato direttamente da un servizio del PSP (per es. home banking)? e quindi tramite area riservata del PSP il cliente ha possibilità di scaricare la ricevuta di pagamento.

A livello di flusso bancario non è cosa impossibile che ci siano casi di un iniziale riversamento ed a distanza di poco una rettifica dello stesso.

Il pagamento è stato fatto dal servizio di home banking del PSP.
Solitamente se c’è un qualcosa che va storto nel momento di un pagamento fatto anche attraverso una modalità 1 sul sito dell’EC (attraverso comunque un PSP) non viene rilasciata la RT a conferma dell’avvenuta transazione. Soprattutto non ci si aspetterebbe di veder arrivare il giorno successivo il rendiconto pagoPA da quel PSP che contiene anche un pagamento “non andato a buonfine”. E mi risulta ci sia anche una precisa procedura prevista dal sistema per chiedere la revoca (RR) di una ricevuta telematica RT.

Io invece mi trovo nella situazione opposta: un utente ha pagato, i soldi sono regolarmente arrivati in banca (dopo alcuni giorni, purtroppo ha usato Postepay che è più lenta di tutti) e lui ha regolarmente ricevuto via mail la ricevuta dal sistema. Il guaio è che il flusso, a distanza di 15 giorni dal pagamento, vede ancora il pagamento “non rendicontato”.
Il problema comunque è lo stesso, PSP che non trasmettono informazioni corrette. Superfluo evidenziare come non si possa pensare che ogni cosa venga ricontrollata e incrociata manualmente perchè non ci si può fidare dei dati trasmessi!

1 Mi Piace