menu di navigazione del network

SDICoop - Problemi di scarto fatture duplicate ma inviate una sola volta

Salve, mi stanno scartando fatture con errore “file duplicato” o addirittura “fattura duplicata” quando l’invio è stato fatto una sola volta in maniera anche corretta. Questo avviene in “random” e ultimamente sempre più frequentemente per diversi clienti che utilizzano il mio software.
Capita anche a qualcun altro lo stesso problema?

Sei sicuro di non aver fatto delle richieste che sono andate in timeout?
Una cosa che succede ogni tanto (ed è successo a tanti proprio ieri) è che i sistemi del SdI abbiano problemi e le richieste di invio delle fatture vadano in timeout. In questo caso il tuo client non riceve mai una risposta (e quindi nessun IdentificativoSdI), ma alle volte il SdI in realtà ha preso in carico la fattura.
Se in questi casi (errore durante la trasmissione) il tuo client tenta un nuovo invio, il secondo invio genererà una notifica di scarto per fattura duplicata. C’è un altro thread dove se ne discute.

Se invece sei sicuro di non aver mai fatto richieste andate in timeout, non so aiutarti. Dovrai contattare l’assistenza.

1 Mi Piace

si in effetti per le “fatture duplicate” ho riscontrato di avere dei timeout. Quanto riguarda invece il problema “file duplicato” non ho timeout quindi non riesco a spiegarmi il motivo

Andrea alcune domande. L’errore di “file duplicato” che ottieni che codice ha?
E che semantica usi per la nomenclatura dei tuoi file? Hai pensato all’ipotesi che qualche altro software abbia utilizzato la stessa nomenclatura identica in passato? @vbato tu che sei espertissimo puoi rispondere a questo quesito: la univocità del nome del file è per intera piattaforma o per canale trasmittente?

È quello che mi sono sempre chiesto, ma non ho mai trovato una risposta.

A questo punto temo che @Andrea_Lobina abbia delle risposte. :frowning:

L’errore è 00002 – Nome file duplicato. Si credevo che qualcuno avesse mandato altre fatture con lo stesso nome, ma mi sembra molto strano visto che nel nome file ci va la partita iva e il cliente non ha mandato file con altri software. In ogni caso ultimamente SDI non sta funzionando bene… io ho sempre saputo che la univocità del nome del file è per intera piattaforma ma relativo per una data partita iva.

Citazione[quote=“Andrea_Lobina, post:7, topic:25942, full:true”]
L’errore è 00002 – Nome file duplicato. Si credevo che qualcuno avesse mandato altre fatture con lo stesso nome, ma mi sembra molto strano visto che nel nome file ci va la partita iva e il cliente non ha mandato file con altri software. In ogni caso ultimamente SDI non sta funzionando bene… io ho sempre saputo che la univocità del nome del file è per intera piattaforma ma relativo per una data partita iva.
[/quote]

Partiamo da quanto da te evidenziato in grassetto. Ci va la partita iva di chi?
Andrea, non posso che mandarti un affettuoso abbraccio virtuale e chiederti, per l’intera comunità di questo forum, di chiamare l’Agenzia delle Entrate insistendo nel chiedere quando e come sia stato creato il file omonimo.
Purtroppo il presupposto rimane sempre lo stesso: l’assenza di regole. Inizialmente, il nome del file doveva contenere il codice fiscale/partita iva del soggetto trasmittente e questo avrebbe recato ZERO possibilità di omonimia - a meno di errori nel software o nelle modalità di invio del trasmittente stesso -. In quel momento, tuttavia, il fatto che ci fossero disponibili in modo “naturale” solo 60milioni di combinazioni per trasmittente - salvo utilizzo dei caratteri case sensitive e dei caratteri precedenti all’underscore - ha messo alcuni grossi trasmittenti nelle condizioni di far modificare quella regola, e in pratica adesso ci puoi mettere quello che vuoi. In “quello che vuoi” ci può stare di tutto, purché conforme al pattern. Nessuna regola vincola il codice fiscale scritto nel nome del file al soggetto trasmittente, cedente/prestatore o emittente. Solo da AdE possono - se vogliono - dirti chi (questo potrebbero non dirtelo e ci sta) e quando (questo devono dirtelo) ha mandato la fattura omonima. Se non altro, dirti anche se tale fattura abbia una qualsiasi attinenza, al proprio interno, con il cedente/prestatore in questione.
E’ una questione in essere da ormai quasi tre anni, il tuo caso potrebbe portare alla luce il fatto che, adesso che stanno crescendo i numeri, ci possano essere delle collisioni.
Tienici informati!

Al call-center mi ha risposto un tipo alquanto alterato. Io spiego la strana situazione e in risposta mi è stato detto: “lo sappiamo che accade, rinomini il file e re-invii”. Al che io ho insistito sul fatto che dal mio software, quel file è stato inviato SOLO UNA VOLTA senza ombra di dubbio e avrei voluto indagare il motivo del problema per evitare che riaccadesse. Quindi molto scocciato mi ha risposto: “lo rinomini e lo invii” e praticamente mi ha chiuso il telefono in faccia.
Esiste qualche canale privilegiato, che qualcuno sappia per far luce sulla questione?

Un grande classico!!! Non a caso il mio incipit era sato : “Andrea, non posso che mandarti un affettuoso abbraccio virtuale…”
Io son dell’idea che in questi casi sia ottimale, per tutta la comunità, raccontare queste piacevoli esperienze mettendo sempre in testa il codice dell’operatore che ha risposto.

Se ho capito bene nel nome del file c’è la partita IVA del tuo cliente, che usa il tuo software per spedire le fatture.
Posso suggerirti di chiedere al tuo cliente di cercare la fattura nel portale F&C.
Può darsi che chiunque abbia mandato quella fattura, abbia messo la partita IVA, oltre che nel nome del file, anche nella fattura stessa come cedente/prestatore. In questo caso il tuo cliente dovrebbe ritrovarsela tra le fatture emesse nel portale F&C. Mi pare però che non si possa fare una ricerca per nome file, quindi non sarà facile da trovare (ma forse si può fare uno scarico massivo).
E’ anche possibile che la partita IVA sia stata usata come trasmittente della fattura. In questo caso la si dovrebbe trovare sempre nel portale F&C nella sezione " Monitoraggio delle ricevute dei file trasmessi" sotto “Fatture trasmesse”.

Perdonami Vladan, tu stai dando ad Andrea una soluzione operativa per cercare disperatamente di individuare l’origine di un problema che, volutamente, un assistente non gli ha risolto. Credo che il punto non sia quello, arrivati a questo punto…