Sistemi di pagamento alternativi a PagoPA: si possono tenere?

Dal 28 Febbraio 2021 (settimana scorsa) doveva scattare l’obbligatorietà all’utilizzo di PagoPA per chi offre un servizio di pubblica utilità.

Domanda: ma PagoPa diventa quindi un metodo di incasso esclusivo o il merchant può adottare, in parallelo, altri gateway/sistemi di pagamento?

Grazie

Salve, pagoPA è la piattaforma obbligatoria per tutti gli incassi delle P.A., Società a controllo pubblico e società private che gestiscono servizi pubblici. I metodi di pagamento esclusi dalla norma sono: pagamenti in contanti, SDD ed F24. Per ulteriori informazioni puoi controllare le FAQ del sito: https://docs.italia.it/italia/pagopa/pagopa-docs-faq/it/stabile/index.html

Il 28.02 c’è l’obbligo di aderire a pagopoa.
Progressivamente tutti i pagamenti andranno su pagopa.
L’utilizzo del contante, così come SDD e F24, sono ancora possibili all’interno delle PA.
Vedi FAQ C6 —> https://docs.italia.it/italia/pagopa/pagopa-docs-faq/it/stabile/_docs/FAQ_sezioneC.html

2 Mi Piace

Grazie. Provo però ad essere più chiaro con un esempio.
Sono una utility. Oggi incasso online grazie a Paypal (la faccio semplice).
Dopo l’adesione a PagoPa, devo eliminare del tutto Paypal oppure posso tenerelo “in parallelo”?

mmm PayPal forse non è un esempio fortunato. Se ricordo bene è integrabile in pagoPA quindi in questo caso dovresti fare degli adattamenti al sistema per integrarlo in modo pagoPA compliant.

Per quanto riguarda invece

eventuali altri servizi di pagamento non ancora integrati con il Sistema pagoPA e che non risultino sostituibili con quelli erogati tramite pagoPA

Dovrebbe essere possibile continuare a usarli in parallelo perchè come dicono le linee guida per l’effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle PA da cui ho estratto questi virgolettati

una specifica previsione di legge ne impone la messa a disposizione dell’utenza per l’esecuzione del pagamento.

Cosa ricada esattamente in questa classificazione non lo saprei dire ma potresti provare a sentire pagoPA per capire se questa interpretazione sia valida.

1 Mi Piace

Gentilissimo, grazie. Forse nell’esempio sono stato troppo specifico. Se sono un merchant e uso un altro gateway di pagamento (un virtual pos offerto da IntesaSP, Unicredit o Sella) posso mantenerlo? Anche perchè… se PagoPA dovesse andare giù o avere anche solo dei malfunzionamenti momentanei, una soluzione di backup potrebbe comunque fare comodo.

Normativamente parlando i PSP non sarebbero più autorizzati a erogare servizi di pagamento non transitanti presso il Nodoper pubbliche amministrazioni e gestori di servizi pubblici da ieri
Non penso siano state previste soluzioni di backup in casi di down di pagoPA.

Uscendo dall’ambito normativo presumo che i PSP dovranno comunque continuare ad erogare servizi di pagamento non pagoPA per un po’ per non compromettere l’operatività di PA e gestori di servizi pubblici

2 Mi Piace

Grazie, hai confermato un po’ quello che pensavo. Il problema a questo punto è che alcuni PSP potrebbero vedere ridursi l’operatività e non ne saranno felici. Così come la UX magari su PagoPA potrebbe essere diversa da quella sperimentata dall’utenza fino ad oggi e creare dei notevoli disagi. Vedremo…

1 Mi Piace

La user experience E’ peggiore su PagoPA (dai pochi esperimenti che il mio ufficio ha fatto, la dirigente non è per nulla felice di ciò che ha visto) ma spero migliori col tempo.
Quanto ai PSP, la speranza di tutti è che veder calare il loro ‘giro’ li porti a ridurre le commissioni per attirare più clientela, portando a un ciclo virtuoso di riduzione dei costi. Speriamo…

3 Mi Piace

Buongiorno Elena, concordo con lei e la sua dirigente: la user experience può essere sicuramente migliorata. Lavoro in MyBank, siamo uno degli strumenti adottati da PagoPA e sono certo che vi siano margini di miglioramente in tal senso.
Riguardo ai PSP provate a negoziare meglio le vostre condizioni, confrontandomi con diversi attori sul mercato non mi sembra che le commissioni attuali siano così onerose (poi dipende chiaramente dalla tipologia di business).

Salve, io parlavo delle commissioni ai cittadini. Per i micropagamenti sono un problema enorme e se non ci sarà concorrenza tra le banche il sistema non potrà decollare.

1 Mi Piace

Grazie Elena, avevo capito male. Si riferisce però alle commissioni su PagoPa giusto?

Sì. Per provare il sistema appena attivato abbiamo fatto un pagamento da 2 euro. Commissioni? 0,95 euro. Decisamente improponibile.

2 Mi Piace

è una vergogna: quello che prima pagavamo con bonifico senza spese adesso fa ingrassare gli intermediari “per forza”…

1 Mi Piace

Io vorrei sapere se non vi sentite un po’ LADRI a caricare il costo delle transazioni del pagamento dei tributi sui contribuenti. Prima si poteva pagare con bonifico a costo zero, ora non c’é modo di evitare la commissione che è in pratica una TASSA sulla TASSA. Probabilmente chi ha reso obbligatorio questo sistema voleva fare ingrassare le banche oppure si faceva di cocaina invece che pensare alla semplificazione delle PA. Mi piacerebbe conoscerne nome e cognome di questo politico o amministratore.

Qualsiasi commissione anche di 0,01 euro è troppo onerosa se non rispecchia un miglioramento del servizio. Si poteva pagare con bonifico fino a poco tempo fa, ora è obbligatorio dare la mazzetta alle banche per poter fare il nostro dovere di contribuenti. Siamo scherzando?

Nell’esperienza maturata ho rilevato commissioni comprese tra 1€ e 3,50€, indipendentemente dall’importo del pagamento. Trovo che, analogamente a quanto previsto per gli F24 (la cui commissione è a carico dell’Agenzia delle Entrate e i costi sono a zero per il contribuente), si sarebbe potuto porli a carico dell’Ente creditore o limitarli nell’importo per ragioni di preminente interesse generale. Non credo che a ciò ostino disposizioni della direttiva PSD2 (altrimenti non potrebbero essere concluse neanche convenzioni tra EC e PSP singolarmente per ottenere un effetto equivalente).

Gentilissimo, noi siamo cittadini come lei. Sono gli amministratori del forum ad appartenere a PagoPA; e comunque anche loro applicano solo una legge non scritta da loro, che non dice che le transazioni devono essere gratis. Il resto lo fanno i PSP.

1 Mi Piace