menu di navigazione del network

Software opensource e PublicCode.yml


(Giovanni Pellerano) #1

Buonasera a tutti,

all’interno del progetto GlobaLeaks stiamo valutando come facilitare la raggiungibilita, la valutazione e l’adozione del software che riteniamo imporatante risorsa disponibile gratuitamente per le pubbliche amministrazioni che debbano adempiere alle leggi 190/2012 e 179/2017 o che avendolo già adottato e abbiano provveduto a loro modifica debbano affrontare il tema della pubblicazione in riuso delle loro modifiche.

In qualità di CTO per il progetto ho quindi provato io stesso in prima battuta a sperimentare con il recente standard in definizione publiccode.yml di cui vi riporto la nostra publicazione effetuata grazie all’editor online publiccode.surge.sh: https://github.com/globaleaks/GlobaLeaks/blob/master/publiccode.yml

Per curiosità volendo continuare la sperimentazione ho poi provato a vedere dove e come come i software per cui sia stato pubblicato un file publiccode.yml e ho trovato che dovrebbe esistere questa risorsa, che trovo però non accessibile: https://onboarding.developers.italia.it/

Faccio in questo riferimento a quanto leggo nelle linee guida in materia di acquisizione e riuso software del software per la pa che nella sezione “A.11 Registrazione del repository su Developers Italia”

Chiedo gentilmente qualche chiarimento e nello specifico le mie domande sono:

  • tale registrazione è possibile solo per le PA o anche per organizzazioni che sviluppino software utile alle PA?
  • è utile per gli sviluppatori di un software opensource utile o addirittura prodotto dalla comunità opensource per facilitare la PA prevedere la presenza del file publiccode.yml e se si con che finalità?
  • è possibile per un software opensource destianato alla PA ma di fatto non ancora adottato e messo in riuso comparire sugli stessi registri dei software che le PA abbiano messo in riuso e per cui sia stato predisposto un fil publiccode.yml al fine che le PA possano trovarlo?

vi ringrazio molto,

cordilmante,

Ing. Giovanni Pellerano
Hermes Center for Transparency and Digital Human Rights


(Giovanni Pellerano) #2

@Riccardo_Iaconelli @umbros: Avete gentilmente suggerimenti a riguardo?


(Alessandro Ranellucci) #3

Buonasera Giovanni,

le linee guida in materia di acquisizione e riuso del software non sono state ancora pubblicate in Gazzetta Ufficiale e pertanto non hanno ancora valore di legge. Di conseguenza la metadatazione secondo lo standard publiccode.yml non è ancora richiesta, e tutte le risorse ad esso connesse (documentazione, editor ecc.) sono in corso di finalizzazione. Al più presto, e in anticipo rispetto alla promulgazione delle linee guida, pubblicheremo tutta la documentazione in materia.
La compilazione di un file publiccode.yml sarà raccomandata anche per tutto il software open source non commissionato da una PA ma ugualmente ritenuto di potenziale interesse per il settore pubblico; questo al fine di poter costruire un apposito catalogo, distinto da quello del riuso, contenente le informazioni utili ai fini della valutazione comparativa prescritta dalle linee guida anche per il software open source di terze parti. A breve pubblicheremo aggiornamenti dettagliati.

Alessandro Ranellucci
Team per la Trasformazione Digitale


(Giovanni Pellerano) #4

Grazie @alranel per la gentile e chiara risposta.

Continuiamo comunque già ad implementarlo cosi che sia di utile sperimentazione.