menu di navigazione del network

TD01 o TD24?

Salve,
Con l’introduzione dei nuovi codici del 2021 mi sorgono dei dubbi che vado ad esporre:
Siamo all’interno di un frantoio dove vengono molite delle partite di olive dei diversi produttori.
Fino all’introduzione della fattura elettronica, le fatture venivano emesse a fine campagna olearia
e il risultato era di un documento fiscale per soggetto per l’intera annata olearia.
Con l’avvento della e-fat molti hanno continuato col vecchio sistema, altri, secondo le indicazioni del
proprio commercialista hanno ritenuto opportuno emettere fattura mese per mese.
Preciso che fino a tutto il 2020 il codice utilizzato è stato TD01.
Con l’introduzione dei nuovi codici, il mio dubbio è se emettere fattura con TD01 considerando che
Il pagamento avviene con la consegna della fattura a fine anno, oppure TD24 come fattura differita
riepilogando per il periodo-mese, il servizio di molitura.
Antonio Stampete

trattandosi di SERVIZI l’obbligo di emissione della fattura decorre dal momento della riscossione del servizio fornito

Perchè TD24 ?
Se ho capito bene, tu fatturi il “servizio” di molitura,
voglio dire le olive non ti vengono fatturate dagli agricoltori, e quindi l’olio non è tuo…

Pertanto, io direi TD01,
e direi che il servizio andrebbe fatturato mensilmente, cosi da pagare mese per mese, l’iva per il servizio svolto !!!

ma non può essere un obbligo non essendo una cessione di bene…quindi l’obbligo per i servizi è sempre ancorato al momento della riscossione

1 Mi Piace

la faccenda non è cosi semplice come la descrivi… se ne sta occupando anche la cassazione a tal proposito.
Io (in linea generale), mi orienterei verso “l’espletamento del servizio”.

Per maggiori info:
Fatturazione Servizi

" Si stabilisce quindi, in coerenza con la base normativa europea, che il fatto generatore dell’imposta sia l’effettuazione della prestazione dei servizi, dalla quale sorge l’obbligazione tributaria e l’obbligo di emettere fattura; ma l’imposta diventerà effettivamente esigibile nel momento in cui avverrà il pagamento, e l’obbligo di emettere fattura potrà essere rimandato fino al medesimo momento. Questa posizione interpretativa dei giudici di legittimità sembra rappresentare una mediazione tra letture più definite. "

dal tuo link leggo questo scenario che si potrebbe prefigurare e quindi se la Cassazione dovesse introdurre questa innovazione dell’iva da calcolare (e fatturare) sempre sui servizi ultimati ma non da versare in quanto iva che diventa esigibile solo al momento della riscossione …allora ci adegueremo ma solo da quel momento. L’articolo 6 del decreto iva per ora è molto chiaro al riguardo; il problema è il conflitto fra la legge italiana sull’iva e la direttiva europea.

Grazie ! Anche per la rapidità…

Grazie per i chiarimenti !

Grazie per le delucidazioni !