Validazione Metatdato ambiente Demo

Buongiorno a tutti,
ho un problema l’aggiornamento del mio metadato in ambiente di demo.
Le validazioni danno sempre esito positivo sia “Check Strict” che “Check Extra”, ma sembra che il metadato preso in considerazione durante il mio test sia sempre il precedente (l’unica differenza tra il primo e il secondo metadato è l’indice dell’AssertionConsumerService e dell’AttributeConsumingService).

ES. Metadato precedente:
<md:AssertionConsumerService Binding=“urn:oasis:names:tc:SAML:2.0:bindings:HTTP-POST” Location=“link1” index=“0”/>
<md:AssertionConsumerService Binding=“urn:oasis:names:tc:SAML:2.0:bindings:HTTP-POST” Location=“link2” index=“1” isDefault=“true”/>

ES. Metadato attuale:
<md:AssertionConsumerService Binding=“urn:oasis:names:tc:SAML:2.0:bindings:HTTP-POST” Location=“link1” index=“1”/>
<md:AssertionConsumerService Binding=“urn:oasis:names:tc:SAML:2.0:bindings:HTTP-POST” Location=“link2” index=“0” isDefault=“true”/>

Nel metadata ho definito uno o più elementi AssertionConsumerService, ognuno con associata un Location ed un index. Nella Request indico una AssertionConsumerService tramite l’attributo AssertionConsumerServiceIndex 1.

Il problema è che rimanda sempre a “link2” (ovvero ciò che nel precedente metadato era index 1) anzichè a “link1” ( index 1 dell’attuale metadato).

C’è un modo per forzare l’aggiornamento del metadato?

Grazie
Elena

Buonasera @Elena_Marcias ,

il Validator non recepisce automaticamente le modifiche al metadata.
Se il metadata è stato modificato, pertanto, occorre effettuare nuovamente il download nella relativa sezione Metadata del Validator.

Saluti,
Michele D’Amico (@damikael)

Buongiorno @damikael ,
grazie per la risposta.
Ho effettuato il download del nuovo metadato e ri eseguito i due check, ma il problema sembra esserci comunque.

Buongiorno @Elena_Marcias ,
per approfondire meglio il problema dovrei verificare il metadata e la request generata. Se vuoi puoi inviarmi in privato i riferimenti URL al metadata e alla pagina dove è pubblicato il bottone “Entra con SPID”.

Michele D’Amico (@damikael)