menu di navigazione del network

Wi-fi nelle PAL

Ciao a tutti.

Leggendo tra le linee guida la necessità di dotare di WIFI tutte le amministrazioni comunali accessibili ai guest ivi presenti, segnalo la situazione seguente per la mia esperienza.

Nei comuni medio-piccoli questo si traduce tipicamente nel pensare di:

  1. comprare un access point da 50 euro
  2. collegarlo alla rete del comune (senza occuparsi di nessun tipo di sicurezza)

Il tutto perchè a casa funziona così.

Diventa complesso spiegare che un apparato da 50 euro non è il massimo soprattutto se le stanze sono lontane o si è su più piani, che andrebbe fatta una rete wireless con SSID condiviso su più apparati (con controller) e con apparati non da 50 euro, e che in certi casi va cambiato anche il firewall per prevedere una dmz oppure acquistare una linea dedicata per evitare che la linea venga riempita da qualche “guest scaricatore folle” e quindi rallenti i servizi comunali.

Vediamo poi una tendenza da parte delle PAL a ridurre sempre più gli investimenti sulle “bolle wifi” (punti di accesso free nelle piazze) perchè le forza dell’ordine ci segnalano che poi diventano punti di aggregazione di stranieri poco raccomandabili (ovviamente non si fa di tutte le erbe un fascio, ma si riporta solo esperienze dirette) che non hanno la connessione a internet.

Inoltre va curata la sicurezza di tali apparati.

Considerato che gli italiani sono tra i più smartphone-connessi al mondo e che sono pochi quelli che usano il wifi negli edifici comunali se non per “risparmiare giga”, volevo aprire un thread per capire come conciliare tutto quanto sopra con la linea di mettere il wifi in tutte le amministrazioni.

Grazie per il contributo che ognuno vorrà dare e ciao.

Andrea

1 Like

Ottima idea!
Secondo me, sarebbe una cosa molto molto bella, se ci fosse una sorta di sistema operativo o modulo/plugin per DD WRT o OpenWRT (naturalmente Open Source) che permetta in poco tempo e senza troppi sbattimenti di mettere su una rete isolata, con tutte le sicurezze del caso.
Parlo di un sistema di autenticazione (perché no, basato su SPID), e di un firewall centralizzato, dei DNS uguali per tutti e tutte le precauzioni che la legge vuole (log delle navigazioni ecc.).
Tutto questo dovrebbe essere reso disponibile per tutti (non solo PA), di modo che se un privato nel suo negozio vuole mettere un punto di accesso, possa farlo in maniera semplice, veloce e sicura.

Secondo me ci va un programma semplice e performante che permetta a tutti di creare un Wi-Fi come si deve, che sia sicuro, e dove l’utente accede in tutti gli AP con le stesse credenziali.
Un po’ come fa Vodafone nei suoi router dove crea una rete parallela dove ci si deve loggare per poter navigare…

Buona giornata :slight_smile:

Segnalo http://wifi.italia.it/it/

1 Like

Come sempre mi perdo i pezzi per strada.
Eppure è un progetto davvero interessante.
Come mai non se ne sente mai parlare?
Di quanti progetti non sono a conoscenza?:joy:

Ci andrebbe un po’ più di propaganda…

1 Like

Come mai non se ne sente mai parlare?
Io ho applicato la regola: ogni lunedì leggere questo
Di quanti progetti non sono a conoscenza?
sapere di non sapere è già una conoscenza :wink:

2 Likes

Segnalo che OpenWRT supporta nativamente un network di guest, che può essere applicato su qualsiasi interfaccia.
https://wiki.openwrt.org/doc/recipes/guest-wlan-webinterface

La configurazione è piuttosto semplice.