menu di navigazione del network

30 milioni?

Ho visto qui
https://www.corriere.it/economia/lavoro/20_settembre_14/recovery-fund-tutti-557-progetti-ecco-documento-integrale-d3bef9a0-f5e6-11ea-9237-257205f52e6d.shtml
il “libro dei sogni” che le varie amministrazioni hanno inviato al Governo per attingere ai fondi del recovery fund. Mi è cascato l’occhio sulla richiesta di SOGEI per implementare le liste elettorali in ANPR (richiesta 646). Costo previsto, 30 milioni in 3 anni.
Siamo su scherzi a parte o sono io a pensare fuori dai costi di mercato?

4 Mi Piace

e’ che s’e’ sbagliato tutti quanti lavoro, c’e’ poco da fare!!

1 Mi Piace

A saperlo si poteva chiedere qualcosa anche noi.
Ci sono dei progetti dal contenuto ingenuo e vago a livello imbarazzante, imbarazzante quasi come il costo previsto. Un esempio a caso: il 341.
Italia Cashless (n. 610) cuba invece una cifra con 10 zeri (tutti prima della virgola). credo si legga 10 miliardi.
Come si pesca si pesca bene… Il 649 altro accrocchio di frasi fatte e 60milioni.

Mi chiedo se dietro questo “indice” di 557 titoli ci siano altrettanti progetti dettagliati, o almeno a livello di studio di fattibilità…

Stai a vedere che 30 milioni per aggiungere una tabella in ANPR sono piu’ nei parametri di mercato di quel che possa sembrare. Che poi, 30 milioni a SOGEI. Altrettanti disseminati sul territorio per connettere i db locali…

1 Mi Piace

Ma come si faceva a partecipare?
Io leggo qualsiasi cosa ma non avevo visto una call for project, prob me la sono persa?

Sui giornali parlavano di “assalto alla diligenza”. Mai termine fu più azzeccato. Spero che gli sceriffi difendano bene il convoglio…

@Andrea_Tironi1 secondo me è stata rivolta solo alle PA centrali e alle in house statali.

A vedere dai proponenti sembra una cosa a livello governativo/ministeriale. Amministrazioni non statali non considerate.
Eppure molti nodi venuti al pettine durante il lockdown erano nelle amministrazioni locali (comuni), chiamate a fornire gli aiuti nell’emergenza, senza possibilità di ricevere il pubblico, con servizi online inesistenti o improponibili, con gestionali interni inesistenti o inadeguati. Il tutto con moli inimmaginabili di richieste da evadere in tempi strettissimi…
Mi pare che il buon @Andrea_Tironi1 avesse aperto proprio qui un post per un libro dei sogni fatto dal basso.

2 Mi Piace

Uffa, ma perchè noi periferici non siamo della PA-rtita?

Vero quanto dici sul post che avevamo pro-post-i:


@frantheman abbiamo proprio sbagliato posto …

Andrea

Cerco di essere costruttivo:

ASCOLTARE, manca solo questo.
ASCOLTARE CHI VIVE TUTTI I GIORNI LA REALTA’ E CI METTE IL SUO “SKIN IN THE GAME” (modo talebbiano elegante per non dire deretano) NEL FARE LE COSE.
Non serve altro.

2 Mi Piace

A ogni reclutamento “lavora con noi” di team, mid e agid io lo segnalo (al vento) che forse qualcuno che ci ha messo la faccia farebbe comodo, ma nulla…
pero’, adesso che hai coniato uno slogan a effetto

potresti linkare sui vari social quei due post, magari qualcuno li legge (anche se ho dei dubbi che la concretezza sia apprezzata, i proclami irrealizzabili mantengono sempre il loro fascino)

2 Mi Piace

Sai che riflettendoci i 10 miliardi di Italia cashless potrebbero esere il maldestro tentativo di far pagare all’UE gli sconti per chi paga senza contante e per azzerare le commissioni dei POS? Non vedo altra spiegazione. Ma anche così è alta, e non passerebbe mai.

non ho parole… mi deprimo
E intanto se non facciamo determinate cose entro il 28 febbraio… decurtano il premio ai dirigenti e impediscono loro di elargire la produttività. ma non si vergognano nemmeno un po’ ?
io avrei pronti anche vari progettini ma senza soldi cosa faccio ?