menu di navigazione del network

Difensore civico per il digitale: cosa avviene dopo una scadenza?

Buongiorno,
l’AgID ha fatto questa segnalazione al comune di Palermo e in fondo si legge

Si ritiene, pertanto, fondata la richiamata Segnalazione e si invita il Comune di Palermo “ a porvi rimedio tempestivamente e comunque non oltre trenta giorni", rendendo accessibili i documenti emessi dai propri uffici e pubblicati in albo pretorio del proprio sito istituzionale, dandone conferma alla scrivente Agenzia

I 30 giorni sono passati. @Flavia_Gamberale avete ricevuto risposta scritta?

Grazie mille

1 Like

Caro Andrea, il Comune di Palermo il 17 maggio ha dato positivo riscontro all’invito del difensore civico digitale e ha chiesto, attraverso una comunicazione scritta agli uffici competenti, di rendere accessibili i documenti informatici oggetto di segnalazione.

L’Agenzia monitorerà che il Comune dia effettivamente seguito agli impegni presi in tempi congrui e compatibilmente con le risorse a disposizione.

Cara Flavia,

perdonami la domanda stupida: se tra un mese non succede nulla, e ancora la gran parte di quei documenti fossero fuori norma, io da cittadino farei bene a segnalarvi ancora una volta la cosa? Farei bene a rivolgerermi direttamente al Comune di Palermo?

O un mese non è un tempo congruo?

So che probabilmente non c’è una risposta da dare con il “righello”, vorrei però un suggerimento su questa valutazione.

Grazie

Attenzione perchè questo potrebbe diventare il pretesto per non adempiere. Non credo che questi adempimenti portino a maggiori oneri per il Comune