menu di navigazione del network

I nuovi Tipi Documento del Ciclo Passivo TD16 TD17 TD18 TD19 TD20

Ecco i nuovi codici del “TIPO DOCUMENTO” introdotti con il nuovo tracciato della Fattura Elettronica






1 Mi Piace

Buongiorno, qualcuno di voi ha un esempio di File XML per una delle nuove tipologie di documento del Ciclo Passivo TD16 TD17 TD18 TD19 ?
Grazie mille,
camilla

ECCOLO…(per il TD17)



image


image


image

Paolo mi sfugge una cosa importantissima.
Quando io devo fare una generica fattura TD01, sono certissimo di fare un documento del mio ciclo attivo. Io sono il prestatore e quindi in quel caso non ci sono dubbi. Se poi il committente sono pure io, la fattura va sia nel ciclo attivo che in quello passivo e tutto fila anche in senso contabile.
Questi tipi nuovi sono fatti affinché io mi faccia fatture da solo per il mio ciclo passivo, infatti sono sempre io il cessionario committente. Vedo però che, anche se il prestatore è un altro, la fattura va segnata anche nel mio ciclo attivo (?!?) oppure solo tra quelle emesse (e in quel caso, chi se ne frega a livello contabile)?
Considerando la frammistione di termini come prestatore, trasmittente, emittente… possiamo dire che queste nuove tipologie siano tutte “fatture ricevute del ciclo passivo” ed è come se io mi stessi scrivendo delle fatture ricevute? Ma se devo scegliere il registro iva in cui metterle… le infilo negli acquisti quindi? E se io formalmente sono anche il prestatore perché la normativa prevede di mettermi sia nel prestatore che (questo sempre) nel committente, ne registro una che esce e una che entra?
Grazie

sono autofatture che vanno nel ciclo passivo perchè integrano documenti di acquisto ma che poi agli effetti contabili generano una iva a debito che va annotata nel registro delle fatture emesse e una iva a credito che va annotata nel registro delle fatture di acquisto

per chi vuole utilizzare uno strumento molto semplice da usare per produrre gli xml da inviare all’AdE per le AUTOFATTURE per acquisti ESTERI consiglio il generatore free scritto da Marco Gualmini che ho avuto modo di usare e che funziona bene

1 Mi Piace

Ritenuta e cassa previdenziale non dovrebbero essere multiple?

non ho capito cosa vuoi dire…

Nell’excel, se non sbaglio, non è previsto che ritenuta e cassa previdenziale siano multiple.

devi vedere il campo madre:
2.1.1.5 dove troverai 0.N

la “N” sta ad indicare che il dato può essere ripetuto…

Questo mi è chiaro. Ma l’excel segnalato qui in alto non lo prevede.

non è che per caso, stai vedendo il vecchio formato ?
ti assicuro che il nuovo tracciato prevede la “N”

Non ti è chiaro: il messaggio di Paolo del Romano parla di un excel che non prevede il multiplo.

Buongiorno, avrei bisogno di un’informazione circa il file restituito da SdI dopo aver inviato uno dei nuovi tipi documento TD16-17-18-19. Viene restituita una ricevuta di consegna o un file di metadati?
Nel caso fosse una ricevuta di consegna ha la descrizione “Trasmesso su canale registrato dal cessionario/committente”.

Grazie!

entrambi…
paolo

si…

Grazie! Avrei anche dei dubbi più a livello di compilazione:

  • Il tag 1.2.1.8 , obbligatorio, come va compilato per il fornitore? Ai fini IVA è corretto inserire RF18 Altro di default? Anche nel caso dei TD16? (so che abbiamo il dato nella fattura del fornitore, ma sul nostro sistema contabile non abbiamo questa informazione)
  • Il tag 1.6 “Soggetto Emittente” e` da valorizzare con il codice “CC” anche se ci si affida ad un terzo?
  • Il campo relativo al numero di fattura (“Numero” 2.1.1.4) con cosa lo valorizzate? Può essere corretto indicare il numero di protocollo contabile o è più corretto inserire il numero fattura del fornitore?

Non sono un programmatore di procedure di creazione di fatture elettroniche, ma un commercialista. Non ho quindi una pronta risposta alle tue domande ma ci sono altri nel forum che potrebbero risponderti.

Se non conosci il regime fiscale a cui è assoggettato il fornitore, puoi tranquillamente utilizzare “RF18”.

Sì.

Va utilizzata la numerazione progressiva di chi emette l’autofattura, non la numerazione del fornitore.
L’AdE consiglia comunque:
“Campo 2.1.1.4 Numero: consigliabile adoperare una numerazione progressiva ad hoc”

Ciao,
avresti mica un esempio di file XML per documento di tipo TD16, 17, 18, 19?
In pratica un esempio di file che dovrà essere inviato allo SDI obbligatoriamente da gennaio 2022.
Vorrei un file xml di esempio, non un immagine.
Grazie,
camilla

1 Mi Piace