IO su web application per pc desktop

Assicuro che da subito quando ho sentito parlare della App IO mi sono chiesto perché una app e non un sito… se avessi dovuto sviluppare una soluzione simile, al netto di quanto si conosce “da fuori”, avrei sicuramente iniziato a sviluppare da una PWA.

Comunque sono d’accordo, la critica viene proprio dal fatto che le cose “da fuori” non riusciamo a vederle e ci viene data una spiegazione così stringata da diventare addirittura sbagliata: se ci fosse più trasparenza sul processo decisionale sicuramente ne avremmo giovamento tutti. (Riguardo a questo ci si potrebbe ispirare a varie comunità del Free Software i.e. il kernel Linux; ma sto andando OT).

Condivido la preoccupazione sulla roadmap: più che per la pandemia (non esiste lavoro più facile da remoto che quello del software engineer) quanto per cashback & co… so bene cosa succede quando si ha una milestone a lungo periodo e iniziano a piovere tasks con priorità maggiore. :exploding_head:

1 Mi Piace

Capisco le priorità indicate da Luca_Valerio e concordo in particolare su “Siamo tutti d’accordo, però, che IO web sarebbe assolutamente necessaria; che una app non può, per i motivi che lei giustamente dice, neanche lontanamente garantire l’accessibilità alla PA che il “portale unico alla PA Italiana per tutti i cittadini” dovrebbe garantire; … “

La soluzione web risolverebbe infatti la possibilità di gestire dati della PA in modo molto più chiaro anche semplicemente considerando che uno schermo di un PC ha dimensioni ben maggiori di quello di uno smartphone e rende più facile la visione di documenti, la loro gestione e la stampa. Tutte cose fattibili anche da smartphone, ma con maggiori difficoltà.

Il fatto che la Faq indichi ancora che “In una prima fase abbiamo deciso di concentrarci sulle applicazioni mobile … “ mi sembrerebbe che si potrebbe considerare finalmente la “prima fase finita” e si potrebbe implementare la parte web.
Al momento si può beipassare la mancanza di Web IO installando un emulatore Android (ad es Memu) e quindi AppIo, ma non è così agevole.

Ultima nota, ma probabilmente per una mia mancata conoscenza: usando la CIE come sistema di autenticazione e disponendo di lettore NCF funzionante con PC, mentre lo smartphone non ne e dotato, come si può gestire l’accesso all’AppIo con CIE ? Se fosse su PC sarebbe risolto anche questo problema.

Considerazioni assolutamente sensate. Io comunque ci spero, poi può essere che abbia ragione tu che si andrà oltre, anche se stanno assumendo tante persone e questo mi dà speranza.

2 Mi Piace

Notate come le regole Agid appena approvate dal garante privacy includano la versione web di IO: quindi si è lavorato molto dietro le quinte per farlo accadere.

1 Mi Piace

Il mio sogno è entrare in IO e avere la mia situazione modello videogame … al posto di armatura spada, forza, punti ferita, magie etc etc avere

situazione sanitaria, tributaria, etc etc
Sarebbe una bomba :slight_smile:

Inoltre per accedere alla PA entro sul portale di IO, chissene dei singoli portali specifici, IO è l’hub della pa.

Andrea

1 Mi Piace

Nel frattempo dopo regalolandia è arrivata la notizia che Poste faranno pagare 12€ annui per lo SPID, quindi il tutto diventerà a pagamento.

Se la PA vuole interfacciarsi col cittadino dovrebbe farlo gratuitamente, se viene fatto a pagamento diventa l’ennesima occasione per tassare i cittadini.

Anche qui sei arrivata Margo, che palle …

Tranquillo, ora pagano il SCB e sparisce…

1 Mi Piace

C’è la CIE (Carta d’identità Elettronica)

Ma 12 euro annui de che?
12 euro (una tantum) è la tariffa per il riconoscimento de visu allo sportello postale (che, peraltro, è un servizio che non si capisce come mai dovrebbe essere erogato gratis, dato che è effettivamente time consuming per un operatore umano pagato a tariffa oraria).
Il riconoscimento, al fine del rilascio di SPID, tramite modalità automatiche (CNS, CIE, ecc.) è e resta gratuito, come gratuita resta l’erogazione del servizio di SPID tramite Poste (uno dei - pochi - servizi di Poste realizzato bene e all’altezza, se non oltre, della concorrenza).
Per favore: basta fare disinformazione superficiale, basta inquinare i pozzi. Questo è un forum serio, se vuole scrivere idee in libertà vada su Facebook.

5 Mi Piace