menu di navigazione del network

Lotteria degli scontrini

e intanto spunta fuori anche la lotteria degli scontrini…

https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/

dicono tutto pronto ma di pronto mi sa che c’è gran poco…specie in questo periodo “malaticcio”

ho cercato su internet qualche informazione in merito sul codice e la modalità di inserimento all’interno dello scontrino ma non ho trovato nulla.

Qualcuno di voi per caso ha notizia in merito?

Il codice andrà inserito in cassa tramite un lettore installato sulla cassa?
il codice andrà inserito manualmente nella cassa?
esiste forse un campo da inoltrare alla cassa dal gestionale?

Da quel che ne so il codice sarà rappresentato in formato QrCode. Ovviamente il registratore dovrebbe avere un lettore in grado di acquisirlo oppure si dovrà procedere manualmente.
Quello che mi lascia attonito è il fatto che dovranno essere adeguati gli attuali registratori con le nuove specifiche tecniche che prevederanno nel tracciato anche il codice in questione. Ma non era meglio prevederlo prima di far partire l’obbligo dei corrispettivi telematici? Mistero.

Dal sito, per ora, viene rappresentato come un codice a barre 2D con riferimento il codice alfanumerico.

Nonostante il QrCode sia “di moda”, troverei assurdo usare un tale formato per 8 caratteri.
sarebbe come usare un intero disco per tenere paint

tolte queste banalità, a me preme di più sapere come il codice verrà inserito.

cioè se la variazione deve avvenire da parte degli sviluppatori di casse o/e dagli sviluppatori di gestionali.

L’articolo di qualche giorno fa di una rivista specializzata nel campo fiscale e tributario, parlava di QrCode, ma effettivamente anch’io, leggendo, ho avuto le tue stesse perplessità.
Lo stesso articolo parlava di adeguamento dell’RT alle specifiche previste dal provvedimento emesso il 31 ottobre 2019 che prevede che l’RT si dovrà occupare non solo dell’acquisizione/inserimento e dell’invio del codice lotteria, ma dovrà anche indicare nel tracciato la modalità di pagamento (perché la vincita è diversa a seconda se il consumatore paga contanti o con carta/bancomat o altro strumento tracciabile). Quindi credo sia una cosa che riguardi principalmente coloro che vendono e installano gli RT perché è un aspetto che dovrà gestire interamente il registratore di cassa.

in realtà quella è una indicazione vecchia.
con il penultimo aggiornamento e poi confermato nelle FAQ, sono valide tutte le forme di pagamento

https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/faq-la-lotteria

guardando nelle specifiche notavo il “layout” del documento commerciale.
alla fine riportano la dicitura

“Codice fiscale o codice lotteria”

Ora, riguardando le faq leggo questo

“Inoltre non partecipano alla lotteria gli acquisti per i quali il consumatore richieda all’esercente l’acquisizione del proprio codice fiscale a fini di detrazione o deduzione fiscale.”

presumo quindi che a livello di cassa verrà sfruttato il campo del codice fiscale e che o va uno o va l’altro.

Sì, per ragioni di privacy per gli scontrini “parlanti” non si può inserire il codice lotteria altrimenti verrebbe meno il motivo per cui è nato il codice lotteria stesso, ovvero quello di non far sapere chi è stato ad effettuare quell’acquisto.
Tutte le forme di pagamento sono valide per partecipare alla lotteria, ma le vincite sono maggiori se paghi con strumento tracciabile (carta/bancomat), per cui a quanto ne so è un dato obbligatorio che il registratore dovrà inviare.

Codice fiscae o codice lotteria, uno esclude l’altro.
Ovvero, non possono essere stampati sullo stesso scontrino.

Giusto per avere un quadro più chiaro, attualmente è previsto così:

  • 1 euro di spesa = 1 biglietto della lotteria (arrotondamento per eccesso all’unità di euro);
  • Se la spesa supera i mille euro, sarà rilasciato solo il numero massimo di biglietti pari a 1.000;
  • Valgono solo i documenti commerciali pagati.

I biglietti sono virtuali, quindi non è previsto che venga rilasciato nulla di cartaceo all’acquirente, che invece potrà vedere la sua situazione collegandosi all’apposito portale con le credenziali dell’Agenzia delle Entrate.

Le vincite possono essere:


Se ne deduce che il Registratore Telematico dovrà memorizzare e trasmettere nel tracciato anche la modalità di pagamento.

Se ne deduce che il Registratore Telematico dovrà memorizzare e trasmettere nel tracciato anche la modalità di pagamento.

Questa informazioni riguarda più chi sviluppa il FW per le stamapnti fiscali e non chi sviluppa applicativi.

A me interessa conoscere il formato del codice a barre del codice lotteria, non c’è nessuna info al riguardo.

Ma per potere riconoscere il codice con lo scanner ottico? Non dovrebbe sempre essere una cosa integrata nel Registratore?

per registratore cosa intendi? La workstation/pc o la stampante?

di solito il barcode è collegato alla WS, ma se non si sa il formato…

Intendevo tutto l’insieme (WS e stampante), ma comunque ho guardato oggi e non ho trovato niente, probabilmente ancora le devono pubblicare.
Sempre che con questa emergenza non decidano di far slittare tutto e utilizzare le risorse destinate alla lotteria per altro…

quello che si vorrebbe capire è come gestire il codice a barre.

se è un qualcosa che va gestito direttamente dalla cassa e non imputabile / passabile tramite software esterno

oppure è un dato che dal software esterno è passabile.

il gestionale che uso, all’atto della vendita, invia i dati del documento commerciale alla cassa tramite protocollo proprietario del produttore o tramite xon/xoff.

ovviamente tutti i comandi sono passabili perché questi comandi sono presenti nella libreria o suite che il produttore del RT rilascia.

Se il codice verrà passato nello stesso campo del codice fiscale, mi aspetto che una volta aggiornato il firmware del RT, verrà applicata una regola dove il CF accetti anche il codice lotteria.
In pratica un solo campo che in base alla sua lunghezza, indica se è un codice fiscale, una partita iva o un codice lotteria.
Questo avrebbe senso in quanto impedirebbe totalmente la possibilità di passare 2 informazioni in contemporanea (CF e codice lotteria) e permetterebbe di essere già pronti lato software

Se invece utilizzeranno un campo addizionale per il codice lotteria, allora sarà necessario aggiornare sia firmware che librerie esterne, altrimenti non sarà possibile inoltrare il comando dal software esterno e sarà possibile digitare il codice lotteria solo manualmente oppure con una pistola collegata direttamente al RT (la seconda dato che la prima è sul PC) .

Ecco che i tempi si allungano perché bisogna attendere che il rivenditori passi negozio per negozio ad aggiornare le casse e che la casa produttrice rilasci i driver/librerie/suite aggiornate …
e non sono molto veloci.

Io lavoro con le RT Epson FP90 III che hanno tre comandi diversi per PIVA, codice fiscale e codice lotteria ma puoi inviare solo uno dei tre, se provi ad inviare due codici, la stampante te li rifiuta.

Secondo me il lettore di barcode sarà sulla WS la quale acquisirà il codice e lo invierà alla stampante.

io con la RT FP80 e FP80 II ma l’ultimo aggiornamento ricevuto dal rivenditore 6 giorni fa era che non c’erano stati aggiornamenti sul codice lotteria.
sarà che uso la suite anziché la connessione diretta, quindi uso i comandi opCodFiscale o opPartitaIva
ma non ho alcun comando che possa ricordare il codice lotteria.
anche dal sito non trovo alcun aggiornamento oltre a quelli di febbraio ( opso, java) o quelli di 1 anno fa della suite.

io comunico con la stampante direttamente sulla COM con il protocollo nativo.

L’ultimo firmware disponibile è il 10.01 build 210 e contiene già tutto quello che serve per gestire gli scontrini lotteria

FpWizard 1.1.22