menu di navigazione del network

Non Ho uno smartphone


(Francesco) #1

Ciao a tutti, non ho uno smartphone perchè non posso permettermelo oltre a non sentirne la necessità

Ho già SPID con poste italiane(lo feci per il bonus 18enni) ma oramai chiedono un telefonino moderno per utilizzarlo.
Come posso trasferire il mio SPID verso un altro fornitore di servizi digitali?

Inoltre: visto che serve questo benedetto “smartphone” con il suddetto reddito di cittadinanza sarebbe possibile acquistarne uno? (Nonostante a me non interessi)


(Paolo Del Romano) #2

va bene anche un tablet o pc


(Francesco) #3

Non ho un tablet. Ho solo un pc fisso.
il punto è che da tempo le poste non inviano il codice di autenticazione temporaneo, ma richiedono di autorizzare su una certa “app” che io non ho in quanto non ho uno smartphone, tantomeno mi va di adoperarne uno.

Ripristinassero la possibilità di ricevere sms, altrimenti lo Stato mi fornisse uno smartphone con tanto di istruzioni su come effettuare l’accesso da questo dispositivo.


(Paolo Del Romano) #4

adesso mi sono fatto uno spid con Aruba con un dispositivo tipo carta di credito che genera OTP e quindi non necessita di smartphone (e neanche di sms) per l’accesso ai vari siti della PA. E’ molto comodo e infatti non uso piu’ quello delle poste


(Francesco) #5

quindi io come posso fare?


(Federico Crepaldi) #6

In alternativa puoi andare all’Asl e farti fornire il PIN per la CNS presente sulla tessera sanitaria. Con 10€ compri un lettore di smartcard ed usi quella per accedere ai siti della PA (soluzione che ho adoperato per mia nonna che non ha nemmeno il cellulare :grimacing:)


(Paolo Del Romano) #7

dipenda dalla Regione. In abruzzo l’ho fatto io e con quelle credenziali non sono riuscito a far funzionare la Tessera Sanitaria come CNS perchè i tecnici della regione abruzzo hanno fatto un casino e quindi alla fine ho rinunciato


(Federico Crepaldi) #8

Non lo sapevo. Assurdo. :sweat:


(Francesco) #9

Io Abito in Basilicata, a Matera (città per molti sconosciuta)

La CNS sarebbe la tessera sanitaria giusto? Siccome voglio evitare la CIE e robe simili.


(Federico Crepaldi) #10

È nel chip presente sulla tessera sanitaria.


(Francesco) #11

Grazie. ma quindi non dovrò utilizzare SPID per richiedere il reddito di cittadinanza? Io vorrei andare di persona tralaltro non appena sarà possibile prenotare il reddito di cittadinanza


(Federico Crepaldi) #12

Per il reddito di cittadinanza nello specifico non saprei risponderti.
La CNS è alternativa allo SPID su tutti i siti della Pubblica Amministrazione. Ad esempio puoi entrare sul sito dell’INPS, dell’Agenzia delle Entrate, o (qui in Piemonte) prenotare visite mediche con il SSN.


(Francesco) #13

Ma lo SPID non è obbligatorio per accederci giusto? Se mi presento di persona posso tranquillamente fargli vedere un documento


(Federico Crepaldi) #14

Se vai personalmente basta un documento, certo. Lo SPID o la CNS servono per accedere ai vari siti web della Pubblica Amministrazione.


(Francesco) #15

Siccome avevo letto che per il RDC bisognava avere un computer con connessione ad internet, però serviva anche questo SPID , ma io non me ne capacito perniente.


(Federico Crepaldi) #16

Ti consiglio di pazientare ancora qualche settimana: stanno definendo ora tutte le procedure operative relative al reddito di cittadinanza. Mia cognata lavora in un CAF e nemmeno loro hanno ancora la più pallida idea di come funzionerà, e dove e come si potranno presentare le domande.


(Francesco) #17

Speriamo che non obblighino a fare la domanda online perchè mi snervano solo queste procedure, fra webcam , spid, bisogna avere un cellulare (per fare spid ho dovuto acquistare una scheda sim) documenti e quant’altro


(Federico Crepaldi) #18

Non credo rendano obbligatoria la domanda online: sarebbe veramente un assurdo.
Credo tu la potrai fare tranquillamente di persona. Dove non si è ancora capito, suppongo presso l’Inps, il centro per l’impiego od un CAF. Lo preciseranno in seguito. :wink:


(Francesco) #19

infatti. Tralaltro l’italia è uno dei paesi con più “ignoranza tecnologica” , io per primo mi rifiuto del tutto di utilizzarla (apparte che uno smartphone ha un costo esorbitante, mi hanno chiesto 600+ € e dovrei fare anche un contratto con la società telefonica)


(Paolo Del Romano) #20

proprio per questo sarebbe l’occasione per far crescere un pò tutti a partire da quelli che devono trovare un lavoro e imporre un programma formativo minimo che dovrebbe comprendere anche l’alfabetizzazione alle nuove tecnologie