menu di navigazione del network

Pagare al tabacchino e/o edicola

Buongiorno,

Stamane, 23/1/2021 sono andato in una tabaccheria per giocare al lotto e acquistare anche gratta e vinci ( n.b per una spesa di 10 euro). Al momento del pagamento tramite carta di credito, mi è stato riferito che non si possono pagare con la carta le ricariche telefoniche e i giochi ( lotto e superenalotto, gratta e vinci ecc).

Quando ho chiesto se esiste una legge che vieta il pagamento con la carta di credito non sono stati in condizioni di potermi informare in merito.

c’è qualcuno che ha qualche delucidazione.
grazie

Antero Bindi

bella domanda, che estenderei visto che era stata fatta anche sui ticket, quindi in altro ambito:

ma c’è davvero qualcosa che è vietato pagare con bancomat & affini?

Andrea

se fosse vero che esiste un divieto x legge: a cosa serve il cashback o qualsivoglia forma di pagamento elettronico.
Io credo che sia una manfrina fra i gestori delle edicole,tabaccai e le loro organizzazioni di riferimento ( e le banche ?)

io pure, ma visto che siamo in un forum magari c’e’ qualcuno che può confermarlo o certificarlo con documentazione :slight_smile:

Non so se esista o meno una legge, ma per alcune operazioni in tabaccheria, ad esempio la ricarica di un conto Amazon, il sistema SISAL permette di scegliere solo l’opzione contante. I tabaccai che me lo hanno confermato (più di uno) avrebbero anche voluto farmi pagare, ma davvero non potevano perchè il sistema non lo permetteva.
Nel caso di Amazon mi è sembrata una cosa abbastanza normale, infatti la ricarica in tabaccheria esiste principalmente per venire incontro a chi non vuole usare la carta.
Poi peraltro per Amazon esistono anche le carte regalo che, invece, possono essere pagate con qualunque mezzo l’esercente accetti perchè sono articoli come gli altri presenti in negozio.

1 Mi Piace

Secondo le mie conoscenze le questioni sul pagamento con carta hanno diverse sfaccettature …
… abbiamo gia’ visto che per i ticket devo pagare chi effettivamente eroga la prestazione (per questo le farmacie si negano per le prestazioni ambulatoriali) …
… poi ci sono i circuiti diciamo “privati” o sistemi specifici che non hanno previsto l’opzione … adeguata … bisognerebbe chiedere specificatamente al singolo es. sisal …
… e poi c’e’ una questione da non sottovalutare che e’ il margine di guadagno: fino a poco tempo fa e temo ancora oggi il pagamento con carta di credito “costa” all’esercente o una quota fissa o una percentuale … per non parlare del costo della trasmissione dati che fino a poco tempo fa non era affatto maginale … e dunque su piccole spese e su prodotti con bassisimo margine come tabacchi o giornali … e magari anche le giocate ai vari lotto il costo per l’esercente della transazione con carta era (ed ancora in molti casi e’) piu’ elevato del margine di guadagno … ovvio che l’esercente se puo’ rifiuta la transazione, altrimenti ci perderebbe …
… ecco perche’ ad esempio metodi di pagamento come es. satispay hanno avuto molta diffusione … in quanto i costi per operazione per il punto vendita sotto i 10€ sono gratuite ( per l’E-commerce il discorso e’ diverso)

Transazioni inferiori o pari a 10€ gratuito
Transazioni superiori a 10€ 0,20€

è probabile anche che tabacchi e valori bollati debbano essere gestiti contabilmente a parte … (di sicuro non ti facevano lo scontrino) ingarbugliando ancora di piu’ la questione …

… non penso sia vietato, e’ solo una questione pratica e di guadagno

… ah dimenticavo …
le ricariche telefoniche in tabaccheria (suppongo con le schede da grattare) non saprei …
… ma se comprate una ricarica telefonica al supermercato … dove vi danno uno specifico scontrino con un pin stampato al momento …
quelle si’ che si possono pagare con la carta … esattamente come le carte amazon … e come tutto cio’ cha va’ riportato sul “documento commerciale di vendita”

grazie per le varie info.

Il tabaccaio nel mio paese, prende la carta siabper sigarette e gratta e vinci.
Questo mi informava però che ai fini del cashback sull’acquisto delle sigarette, gratta e vinci … queste non erano validi ai fini di accumulo ensconto.
Come riporta la faq della app di cashback… Basta leggere.

Ti ha detto una bugia! io è da dicembre che compro le sigarette con la carta di credito e acquisisce tutte le transazioni fatte.Anzi dirò di piu’ nel tabacchino dove mi servo compro sempre la stecca e mi fa 4 transazioni suddividendo l’importo e cosi lui non paga le transazioni alla banca.Mi ha detto che se non supera i 15€ non paga la commissione.

1 Mi Piace

Forse le regole per il lotto e gratta e vinci sono diverse ma io ho un amico che da anni paga sia le ricariche telefoniche che le sigarette con il bancomat ed il tabaccaio non gli ha mai fatto problemi.

ecco lo stralcio parziale di una risposta inviatami da un rappresentante di un ente che " tutela i consumatori".:

" Buongiorno Sig. Antero,
lei ha evidenziato un problema che purtroppo conosciamo bene e cioè il prezzo delle commissioni bancarie.
Ci sono alcuni prodotti/servizi tipicamente distribuiti nelle tabaccherie, come marche amministrative, ricariche telefoniche e giochi dove i margini di guadagno per il rivenditore sono bassissimi a causa dei prezzi di monopolio e della imposizione fiscale.
Con questi margini, la commissione del bancomat o della carta di credito annulla o quasi i margini di guadagno del rivenditore il quale per questo motivo rifiuta il pagamento elettronico dal cliente, non avendo l’obbligo di accettarlo in luogo del contante. "…

A me l’unica transazione che ho fatto in tabaccheria per acquistare le sigarette a mio marito è andata a buon fine per il cashback.

Ho 2 tabaccherie vicino casa ed entrambe non mi hanno mai fatto nessuna obiezione al pagamento con carta di credito o bancomat. Compro normalmente tabacco, cartine, filtri, sigarette e a volta qualche gratta e vinci, giornali ed altro. È vero che sono cliente da molti anni e può darsi che lo faccia per cortesia ma non ne sono certo visto che sono in tanti a pagare con carta. Avranno qualche convenzione particolare visto che hanno anche la banca5? Qualche tabaccaio potrebbe dirci di più in merito. Comunque per principio chi non mi accetta la carta… saluto e vado via!

Peraltro mi pare ci sia una disposizione governativa di nessuna commissione da pagare sotto i 5 o 10€.
Sono più propenso a piccole furbizie da bottegaio.

1 Mi Piace

Penso proprio che sia così. !
Alcuni giorni fa ho inviato email ai responsabile dei tabacchi e dei giornalai della provincia di Arezzo …entrambi non hanno risposto.
Al contrario una associazione " a tutela dei consumatori " ha detto che - se non accettano i pagamenti con la carta di credito - è perchè ci sono commissioni alte che azzerano i guadagni.
Dove starà la cosa esatta?

Le commissioni per le transazioni sono solitamente un fisso + un variabile.
Es. 10 centesimi + 3% transazione.

Quindi se la transazione è piccola i 10 centesimi sono tanto, se è grande sono poco.

Questo è il ragionamento che fanno gli esercenti.

Entrambe cmq sono contrattabili con la banca.
Più transazioni fai sia in numero che volume, più la banca perde soldi se vai via, più hai potere contrattuale.

A conferma di quanto scritto sopra

Bene…verifichiamolo.

www.hdblog.it › tecnologia › articoli
Pagamenti digitali, commissioni POS, contactless, SCA: tutte le novità …

Questa, del 31/12 è l’informazione più recente che ho trovato. Se qualcuno ha dati più recenti ci faccia sapere