menu di navigazione del network

PagoPa costa €1,30

Vorrei sapere se esite la maniera (iscrivendosi a PagoPa direttamente, o altro) di poter effettuare i versamenti alla PA (ad es. Bollo auto) senza dover usare il CBILL della banca che mi addebita € 1,30 ogni volta, nonostante le operazioni bancarie siano tutte gratuite.

1 Mi Piace

Che io sappia, non c’è alcun modo.
Nel circuito PagoPa ci sono le commissioni che sono a carico di chi paga.

Lo so anch’io che ci sono le commissioni… vorrei sapere se c’è modo di non pagarle, magari andando coi soldi sull’unghia direttamente al Comune o all’Ente che ha emesso il mandato di pagamento. Perché senno, si tratta dell’ennesimo balzello fatto apposta per raschiare il fondo del barile. Faccio presente che la Banca mia e moltissima altre le operazioni di bonifico, MAV etc non le fa pagare. Lo Stato ha inventato questo sistema diverso di pagamento per portare a casa altri soldi.

3 Mi Piace

Le commissioni sono applicate dall’istituto con cui viene effettuato il pagamento. Se la tua banca e’ aderente a pagoPA potrebbe non applicare alcuna commissione ai propri clienti.

Eventualmente i pagamenti in contanti non sono soggetti ad alcuna commissione bancaria .

Ma da quello che so io, questi soldi non vanno allo stato. Vanno al circuito usato per pagare.
E poi non c’è molto di diverso fino a poco fa, vero che i bonifici non li paghi, ma i bollettini postali hai gratis anche quelli?

Diciamo che diviene solo MOLTO PIU’ evidente che esistono le commissioni

1 Mi Piace

Concordo. I bonifici non li pago e bollettini non ne ho. Tutto online. Sta di fatto che per compiere lo stesso adempimento adesso mi trovo a pagare €1,30 in più con la banca buona (Intesa) dato che Fineco ne vuole €1,95. Comunque ho fatto qualche ricerca e attendo risposta dalla regione Lombardia in merito al pagamento del bollo auto mediante RID (con sconto quindi) e, penso, senza CBILL dato che da gennaio il bollo auto deve essere pagato esclusivamente sul circuito PagoPA e poi per multe e altro pare esista la possibilità sul sito del comune di Milano di entrare in una procedura di pagamento diretto, che escluderebbe il CBILL.

1 Mi Piace

In tema di commissioni su pagoPA l’allora futuro amministratore delegato di pagoPA spa scriveva questo:

Una volta il professore di diritto costituzionale con cui mi ero laureato mi disse: “Non dire che tizio è un maiale, dimostra che grugnisce”. D’altra parte in coscienza mi sentirei un cittadino disonesto se valutassi chi è al potere basandomi sulle intenzioni dichiarate anziché sui fatti.
Purtroppo sono costretto a vivere da cd “disabile grave” e ad avere tre assistenti personali a part-time. I contributi Inps per queste persone prima le pagavo online attraverso i Mav senza spese. Ora con PagoPa, e quindi con il CBILL, Fineco bank vuole € 1,95 a pagamento, quindi € 23,40 all’anno, Iwbank € 22,80 all’anno, Poste italiane € 12 all’anno, e così via. D’altra parte, con tutte le difficoltà concrete che devo affrontare nella vita reale, sarebbe pura demagogia dire che possto mettermi a caccia se c’è qualcuno senza spese. Si dirà: “Ma te sei una minoranza, pazienza.” Capisco. Però, se non lo si fosse capito prima, mi sembra che pure la crisi del COVID-19 sia intervenuta per aiutare a capire che il pensare solo per sé porta nel baratro.

1 Mi Piace

Hai perfettamente ragione. È assurdo che in un ecosistema dove i bonifici sono ormai pressoché gratuiti, si sia scelto di adottare un sistema che ti carica di una commissione.
Il bonifico non ha forse bisogno di una infrastruttura? Non è forse tracciabile tanto quanto una CBILL ?
Solo un altro, ennesimo, balzello per mantenere qualcuno/qualcosa.

3 Mi Piace

Se si paga sul portale della PA e si utilizza Satispay, i costi di commissione sono 0.00€

1 Mi Piace

Il sito satispay indica un costo di 1 euro:

e’ un errore di anagrafica sul WISP oppure di comunicazione lato Satispay?

1 Mi Piace

Il costo di 1€ viene applicato solo se il pagamento avviene all’interno dell’app di Satispay, per cui senza neanche accedere al portale web della PA.

1 Mi Piace

Cioe’:

  • per il pagamento modello 1 nessuna commissione
  • per il pagamento di un avviso da app Satispay (modello 3 puro), 1 euro di commissione
  • per il pagamento di un avviso da app IO (che per il psp e’ un modello 1), nessuna commissione?

mi sembra strano…

Si esatto, modello1 no commissioni, modello3 1€ di commissioni.

su appIO al momento il pagamento è possibile solo con carte di credito.

Satispay ha un sitema di funzionamento che funziona sulla ricarica della utenza Satispay, non si avvale del collegamento con il proprio C/C per effettuare il pagamento, deve prima essere alimentato

Il Presidente Conte si è tenuto, per sua libera scelta, la delega sui disabili.
Io non sono il confessore di Conte, quindi mi devo basare sui fatti, e non sulle intenzioni.
D’altra parte è molto probabile che quanto sto per scrivere non dipenda da lui, ma dai suoi collaboratori, però io non posso non imputarlo a lui per vari motivi fondamentali.
E’ evidente che è immediato dovere precettivo del Governo Conte ALMENO non complicare la vita a chi viene costretto a vivere da disabile grave.
Purtroppo io vengo costretto a vivere da disabile grave. Con i Maw, tramite una normalissima banca, pagavo i contributi Inps per chi mi aiuta senza spese aggiuntive.
Ora con PagoPA devo pagare le commissioni. A meno di non complicare ulteriormente la mia vita già complicatissina (chi non ci vuol credere può provarlo) andandomi a cercare se esiste un modo senza commissioni.
Se mi attengo al mio dovere di attenermi ai fatti, mi trovo costretto a rilevare che è una schifezza.
E’ evidente che la mia già difficilissima vita non mi consente di farlo, però secondo me sarebbe una questione impugnabile per via giurisdizionale. Se non altro perché, comunque si giri la frittata, in ogni caso è illegittimo agire, di fatto o per omissioni, in direzione opposta al precetto stabilito dal co. 2 art. 3 della Costituzione.

Confermo. Pagando dal portale PA e scegliendo Satispay come mezzo di pagamento, non ci sono commissioni.

Sì , ma Satispay non è un sistema di pagamento valido . Il suo funzionamento da quel che ho compreso , prevede che tu alimenti un plafond.
Diciamo che tu voglia impostare un plafond di €10.
Settimanalmente il tuo plafond viene reintegrato dal tuo conto corrente con un bonifico .
Intanto non potrai mai spendere più di €10, a meno di non innalzare il plafond.
Non funziona come PayPal, che esegue l’addebito direttamente sulla tua carta di credito.
insomma dovrei avere un ulteriore sistema di pagamento nel quale lascio di soldi in mano a qualcuno per evitare delle commissioni ingiustificate
perché non potrei semplicemente pagare con un bonifico a spese mie e di conseguenza avendo un conto con 0 spese per i bonifici, a 0 spese ?
Comunque la si giri, pagopa è un altro balzello.
piuttosto vado a pagare di persona tutto quanto con monete da un centesimo

1 Mi Piace