menu di navigazione del network

PagopaGeddon - 01.01.2019


(Andrea Tironi) #1

Buongiorno.

Mi sembra di aver capito che dal 01.01.2019 i PSP non potranno più incassare se non con pagopa qualsiasi pagamento alla PA.

Per quanto riguarda il nostro percorso da Partner Tecnologici, questo potrebbe equivalere per molti comuni a non incassare del tutto.

Qualcuno sa qualcosa in riferimento?

Grazie.

Andrea


(Giuseppe Virgone) #2

Andrea e’ un tema scivoloso.
Stiamo cercando di capire come intervenire
Ad oggi la data e’ quella


(Andrea Tironi) #3

Ci sono novità poco scivolose ??? … io sono un po’ preoccupato …


(Alessandro Carloni) #4

Una frase che ho sentito è sintomatica del lavoro all’italiana “è vero che non devono accettare più pagamenti, ma se lo fanno non ci sono sanzioni”.
Notevole…


(Andrea Tironi) #5

Va beh ma non possiamo trasferire sui privati un problema della PA perchè le PA se ne fregano. I PSP in questo caso non hanno colpe, non possono fare loro da firewall, piuttosto vengano sanzionate le PA.


(Daniele Crespi) #6

Nel DL Semplificazione è inserita la proroga al 31-12-2019

art.7 comma 4

ciao
Daniele


(Andrea Tironi) #7

Grazie Daniele, ora mi sento molto meglio. :grin:

Andrea


(Alessandro Carloni) #8

Io un po meno : come sempre riusciamo a vivere di “proroghe” nel far andare avanti le cose… Non è che il problema di tutto questo sia a monte? Nel senso che forse questi obblighi/norme non sono sufficientemente spiegate, condivise e - forse - di semplificata applicazione.


(Giuseppe Virgone) #9

La proroga fa parte di un processo più complesso di ristrutturazione e spinta al progetto pagoPA


(Andrea Tironi) #10

Concordo con Giuseppe, visto che proprio l’altro giorno è stato detto che verrà fatta una società dedicata a Pagopa. Il 2019 è l’anno di Pagopa, o si entra o nel 2020 ci si “attacca” al tram.

Andrea


(Alessandro Carloni) #11

Io concordo parzialmente: è semplicemente una (ennesima?) dimostrazione che questo progetto - come tanti altri - è partito male. (altrimenti, che senso ha dover fare una società apposita (!) per dare una “spinta e ristrutturazione” ?).


(Andrea Tironi) #12

Ok è partito male. Ora si sta cercando di raddrizzarlo.
Hai soluzioni alternative?


(Giuseppe Virgone) #13

Alessandro,

un progetto che riguarda una piattaforma unica di pagamenti per uno stato, non è un progetto semplice. Agid lo ha portato con noi avanti egregiamente per due anni e cioè durante il periodo di startup del progetto. Adesso si passa ad una fase industriale. In questo l’Italia è un esempio a livello Europeo. Non lamentiamoci sempre