menu di navigazione del network

Problema imposta di bollo con Aruba Fatturazione elettronica


(Pino Fanizzi) #21

Ok chiaro, effettivamente può funzionare. Confidiamo poi nell’arrivo dell’F24 per assolvere tutti sti bolli virtuali! :slight_smile:

Grazie a tutti


(Paolo Del Romano) #22

In un tutorial FreeInvoice fa vedere come trattare il bollo nel loro portale:


(Luca S.) #23

Come fa ad essere totalmente gratuito?..


(Luca S.) #24

ah ok, ci sono poi delle app da acquistare…a saperlo prima…molto più chiari di Aruba


(Luca S.) #25

Questo programma gratuito lo ritieni migliore di Aruba? In caso, come passo da un software all’altro?


(Paolo Del Romano) #26

a me sembra un buon portale di FE


(Fabio) #27

Ciao guarda anche io riscontro lo stesso problema. Mi è stato suggerito dal call center Aruba di risolvere la cosa creando in anagrafica una nuova voce prodotto “marca da bollo” e inserendola in coda alle altre voci così che compaia nel netto a pagare


(Fabio) #28

Ciao io inserisco la marca da bollo come nuovo prodotto mettendo tra parentesi la dicitura “bollo virtuale assolto…” senza spuntare la voce bollo virtuale in dati aggiuntivi.In questo modo vengono addebitati i 2€ nel netto a pagare


(Daniele) #29

non ricordo come faccia aruba ma se devi pagare il bollo, dovresti mettere la spunta sulla marca da bollo virtuale.

il campo marca da bollo virtuale è il campo per indicare all’agenzia delle entrate che quella fattura è soggetta a bollo.
quella voce non partecipa in nessun modo al calcolo imponibile, ne al totale fattura.

  • servizi 98 euro
  • bolloVirtuale SI
  • totale fattura 98 euro

Se vuoi farti rimborsare il costo del bollo dal cliente, allora devi aggiungere il rigo del bollo all’interno del documento.

  • servizi 98 euro
  • marca da bollo 2 euro
  • bolloVirtuale SI
  • totale fattura 100 euro

(Luca S.) #30

Esatto. Come ha detto Paolo, nell’xml ci deve essere la stringa di codice riguardante il bollo e l’unico modo è mettere la spunta alla casella del bollo. Poi se deve pagarlo il cliente lo si mette a descrizione prodotto…attenzione Fabio…


(Fabio) #31

Luca grazie 1000 per l’informazione. Gentilissimo. Temevo che inserendo il valore del bollo 2 volte (in prodotti e dati aggiuntivi) mi venisse fatto pagare due volte dal fisco. Ho inviato ieri una assistenza scritta al servizio di assistenza aruba e mi hanno detto di rivolgermi al commercialista proprio per capire come inserirlo correttamente. Non lo trovo corretto anche perchè il commerc. non mi sa rispondere a riguardo dato che è un aspetto più legato alla softweristica/immissione dati e non tutti usano Aruba.


(Daniele) #32

parlando da programmatore, questa cosa che il commercialista risponde in tale modo non la capisco.

è vero che la struttura del file XML è qualcosa di “informatico” ma è anche vero che le nozioni all’interno sono di natura contabile/fiscale.

secondo te un programmatore, quando l’agenzia delle entrate gli dice esattamente come riportare i campi in base al tracciato, cosa ne può sapere se applicare il bollo o meno, le normative legate ai vari obblighi, come gestire le varie imposte ecc… ?

per conto mio , ho cercato di informarmi chiedendo a vari commercialisti/ragionieri, leggendo libri di contabilità, andando a convegni e leggendo forum… ma non credo di far parte della massa in questo.

d’altro canto un commercialista che ha già tutte le nozioni, dovrebbe imparare 10 / 12 righe di un tracciato XML che poi tanto XML non è dato che è questione di imparare a fare le fatture sul sito dell’agenzia delle entrate.

di fatto se un commercialista ti risponde che non è in grado di aiutarti perchè non sa che va messa la spunta su bollo virtuale e poi addebitare i costi, significa che come tanti, si è completamente disinteressato della fattura elettronica e lui stesso non è in grado di farne una.

comprendo che magari le mie parole possano sembrare dure o scorrette nei confronti dei commercialisti ma sono un po stanco , in base alle esperienze personali , di sentirmi dire dai vari commercialisti che ho interpellato a pagamento per fare da consulenti :

  • non lo so, imputo i dati e il programma riporta il risultato (come fare un reverse charge)
  • non lo so , i programmatori devono spiegarmi come funziona(domanda sulla F.E. a metà gennaio)
  • devo ancora informarmi ( domanda sulla ritenuta in FE a fine gennaio)

Ho clienti che chiamano me, programmatore, per sapere come eseguire a livello contabile le registrazioni di fatture estere, come fare le bolle doganali, quali tipologia di iva usare per certe tipi di fatture…e il tutto perchè il loro commercialista non risponde o risponde che non lo sa o che devono sentire il programmatore…
ma serve un programmatore per rispondere che serve un iva non imponibile art.8 o un fuori campo via ex art.15?

scusate lo sfogo off topic.


(Paolo Del Romano) #33

diciamo che molti commercialisti vedono la FE come una “killer application” per il loro lavoro


(Luca S.) #34

Comprensibile. Invece di rispondere come il commercialista citato qui sopra, si aggiornano e stanno al passo. Esattamente come faccio io e quelli come me, per stare al passo nel settore informatico (per non diventare obsoleti). Ora che ho tutto chiaro a livello fiscale, sinceramente non la ritengo per niente una mossa stupida quella della fatturazione elettronica, anzi.


(Fabio) #35

Daniele grazie per l’informazione


(Daniele) #36

è una frase che era spuntata al convengo di unoformat di ottobre e di novembre.
Alla fine se ne era concluso che si, i commercialisti avranno meno lavoro in quanto non dovranno più rincorrere i clienti per avere una fattura ma allo stesso tempo potranno fare
cito :

quello che si faceva una volta, ovvero da consulenti per i propri clienti

quindi se prima erano pagati 100 per rincorrere il cliente, ora saranno pagati 100 per fare meno lavoro di “caccia” e più lavoro di consulenza.

ovvio che se poi trovi il commercialista sbagliato come il mio (mi fa i conti tardi facendo pagare quel 1 / 2 % di mora perchè poi gli aggiornamenti post scadenza il conto sarebbe sbagliato a prescindere e dovrebbe rifarlo) oppure la software house che fa pagare 2000 euro per la fattura elettronica, ovviamente al cliente gli girano e cambia.


(Paolo Del Romano) #37

probabilmente un problema di ridimensionamento del numero dei dipendenti di uno studio si porrà perchè si riduce quel lavoro di routine di caricamento dati contabili


(Paolo Del Romano) #38

ecco proprio quello che intendevo dire descritto abbastanza fedelmente in questo articolo:


(letizia) #39

Buongiorno a tutti e grazie, le vostre spiegazioni mi sono state utilissime. Ma avrei una domanda…ho appena compilato (ed ahimè già inviato) la mia prima fattura elettronica, ma mi sono dimenticata di inserire appunto l’imposta di bollo virtuale…posso rimediare? Oppure attendo una tirata d’orecchi dall’Ade? Grazie mille…


(Luca S.) #40

Buongiorno Letizia, c’'è la proroga fino a luglio di quest’anno quindi vai tranquilla (per ora) e segnala la faccenda alla tua commercialista che sicuramente ti dirà cosa fare…