menu di navigazione del network

Web Toolkit deprecato in favore di Bootstrap Italia

Salve a tutti,
vi scrivo perché ho realizzato oggi che il Web Toolkit è stato deprecato il 23 settembre 2019 con la nota aggiunta da @francescozaia :
NOTA IMPORTANTE: Questa libreria è deprecata, si consiglia l’utilizzo di Bootstrap Italia (https://italia.github.io/bootstrap-italia/), che sostituisce il Web Toolkit e lo aggiorna secondo le più recenti Linee guida di design.
visibile su github:
https://github.com/italia/design-web-toolkit
o sulla pagina:
https://italia.github.io/design-web-toolkit/
e più o meno in tutti i punti di designer.italia.it dove viene menzionato il toolkit.
Ho sviluppato, sviluppo tutt’ora e avevo intenzione di sviluppare in futuro siti per le PA partendo dal framework originale il cui ultimo aggiornamento è stato a febbraio da parte di @gunzip e @francescozaia.
Non vi nascondo che sono rimasto un po’ stupito nel trovare l’etichetta deprecato a fianco di questo toolkit; colpa mia non aver seguito le discussioni che hanno portato a questa decisione.
Mi è chiaro che l’aggiornamento delle linee guida comporta la modifica del toolkit per rispettare le stesse, anche se mi sarei aspettato l’aggiornamento invece che l’abbandono; ma è anche comprensibile che se (suppongo) non c’è più un gruppo di lavoro che aggiorna il toolkit originale mentre c’è ne è un altro che sviluppa le nuove indicazioni su bootstrap italia allora tanto vale promuovere questo ad ufficiale.

Sto cercando delle discussioni su questo argomento: vorrei capire quali sono state le motivazioni, se esiste un luogo pubblico dove sono state discusse e se ci sono dei termini dove viene indicato fino a quando sopravviverà il toolkit in modalità “deprecato”.

Grazie in anticipo, spero che questa mia non generi polemica a riguardo, non è mia intenzione.

2 Likes

Ciao @zberno,

Non è stata una scelta facile né rapida, ma dopo un bel po’ di mesi di sperimentazione e condivisone del Web Toolkit, attorno all’inizio del 2018 si è deciso di investire nello sviluppo di un nuovo kit chiamato Bootstrap Italia, e continuare a mantenere soltanto l’esistente per quanto riguarda il precedente Web Toolkit.
Questo è avvenuto a seguito di un processo di rinnovamento delle linee guida di design, e del design kit di UI che sta alla base dei kit di sviluppo, un processo portato avanti assieme da me, @gunzip, @nikorobins e gli altri designer del Team Digitale e di AgID: non ci sono stati quindi due gruppi di lavoro separati su questi progetti.

È stato deciso di cambiare il modello di sviluppo con l’utilizzo di Bootstrap alla base del nuovo kit, principalmente perché fosse ancora più semplice da usare per le Pubbliche Amministrazioni e i fornitori dando loro una libreria che fosse già familiare fin dal giorno zero. Ci sono state discussioni interne e pubbliche a vari livelli, qualcosa c’è nello storico di Slack di Developers Italia nel canale #design-dev e forse anche qui sul Forum.

La situazione attuale è che il kit Bootstrap Italia ha raggiunto la maturità per essere utilizzato. Ci sono già molti temi per i più famosi CMS e generatori di siti statici basati su di esso, come:

e forse altri che dimentico, oltre a progetti già online, come Docs Italia (che sta usando una versione non aggiornata ma che sistemeremo a breve), il sito del progetto IO, alcuni siti di Comuni come la beta di Cagliari o il Comune di Ala, e molti altri in costruzione.

Ti confermo quindi che il Web Toolkit, per quanto tuttora possa produrre siti a norma dal punto di vista dell’accessibilità e della chiarezza dei contenuti, non è lo strumento che vorremmo mantenere per il futuro, a differenza di Bootstrap Italia su cui stiamo provando a capire come poterlo rendere ancora più semplice da usare.

Spero in parte di aver chiarito la situazione, per ogni cosa siamo qui.

1 Like