menu di navigazione del network

Buoni esempi di realizzazione e gestione di Amministrazione trasparente


(Lorenzo Fabbri) #1

Buone pratiche per l’organizzazione e la gestione dei contenuti relativi ad Amministrazione trasparente. In questo thread raccogliamo buoni esempi di organizzazione e gestione dei contenuti di amministrazione trasparente nei siti web


(Alessandro Bianchi) #2

eTRASPARENZA, basata su ISWEB, è la soluzione sviluppata da Internet Soluzioni S.r.l., che vanta tra gli utilizzatori centinaia di enti di ogni ordine e tipologia: http://www.smartpolis.it/pagina609_etrasparenza-anticorruzione.html.

Aggiungo il link ad alcune implementazioni:

Comune di ASTI: http://trasparenza.comune.asti.it/
Comune di COSENZA: http://cosenza.etrasparenza.it/
Comune di CARRARA: http://trasparenza.comune.carrara.ms.gov.it/
Comune di CASERTA: http://trasparenza.comune.caserta.it/


(Matteo) #3

Ciao, vorrei portare alla vostra attenzione il ripensamento della amministrazione della Fondazione Bruno Kessler di Trento. Abbiamo pubblicato un primo prototipo, in fase di valutazione e, spero presto, passeremo ad un secondo ciclo di design. L’idea alla base nn è ovviamente sodisfare i requisiti governativi, quanto invece dare senso ai dati, verso una vera trasparenza che se non è accessibile, perde di significato. Attualmente è inguardabile su mobile :see_no_evil:.
https://explorer.fbk.eu/


(Lorenzo Fabbri) #4

Credo che questo lavoro molto interessante apra due temi, uno relativo all’organizzazione in forma di dati strutturati di alcune informazioni contenute o derivate da ciò che si chiama “amministrazione trasparente”. In pratica una serie di informazioni quantitative relative ad aspetti organizzativi e finanziarii dell’Amministrazione.
Sarebbe interessante capire

  • quali dataset sono stati creati ex novo per fare questo lavoro
  • come è gestito il db e come vengono aggiornati

(Lorenzo Fabbri) #5

Il secondo aspetto interessante è la data visualization, o il visual storytelling. Su questo tema abbiamo iniziato a lavorare anche in altri progetti, per esempio nella sezione di presentazione della scuola nel prototipo per i siti delle scuole in Italia Design dei servizi digitali delle scuole
Sarebbe interessante avere informazioni sulle tecnologie utilizzate, e cosa si ta facendo per rendere fruibili su mobile le soluzioni adottate


(Matteo) #6

Ciao Lorenzo,
Come dici bene tu, l’obiettivo non è assolvere i compiti e le necessità della AT, quanto invece ripensarne il modello, o almenouna parte, verso una progettazione che restituisca “senso” alla trasparenza. Metaforicamente una finestra aperta sulla Fondazione. Ci siamo messi nei panni di cittadini, giornalisti, dipendenti ed amministratori mettendo a fuoco cosa potesse tornare loro utile, pensando allo sviluppo di uno strumento di lavoro ed anche di riflessione. Per questo si è subito pensato a come mettere in relaizone i dati su scala temporale, verso l’identificazione di pattern e tendenze “nascoste” tra i dati. In merito alle tecnologie, usiamo d3 che legge un file json. Le visualizzazioni attualmente si articolano su tre principi: devono attrarre, informare e venire ricordate sul lungotermine, sono il risultato della mediazione tra questi tre fattori. Su mobile ci sono seri limiti rispetto all’usabilità e leggeibilità, le stiamo semplificando, ispirati da datausa.io che funziona egregiamente anche su mobile.


(Matteo) #7

Rispetto alla produzione e raccolta dati: è stata un’impresa mettere in comunicazione diversi uffici, rispetto a questo aspetto, invito il collega Maurizio Napolitano a contribuire :slight_smile:


(Michele Bassanini) #8

Tema interessante, io lavoro presso una Università e sul tema Amministrazione Trasparente sappiamo che gli uffici spesso caricano i dati su sistemi nazionali (molti di questi caricamenti avvengono tramite procedure automatizzate) per poi scaricarli (qui spesso a mano) da quei sistemi e pubblicarli nella sezione dell’AT presente sul portale.
Sarebbe interessante evitare questo doppio lavoro e pubblicare sui portali degli enti i dati presi direttamente dai sistemi nazionali, questo però implica che tali i sistemi forniscano API di interrogazione per l’esposizione sui singoli portali.


(Maurizio Napolitano) #9

Eccomi e vado a rispondere alle domande di @Lorenzo
Va fatta una premessa importante:
attualmente, la Fondazione Bruno Kessler, ha dato vita ad un progetto interno dal nome “data office” che ha lo scopo di riorganizzare i flussi di dati dell’amministrazione dell’ente.
Il progetto sta analizzando i processi di creazione dei dati in modo da rendere poi automatizzate diverse procedure fra cui quella dell’aggiornamento di explorer.fbk.eu

Confermo comunque che, diversi dataset, attualmente sono stati creati attraverso delle trasformazioni in json da file che mi hanno fornito diversi uffici interni in vari formati.
Tuttavia il sito ufficiale della trasparenza di FBK si basa su ezpublish con una estensione chiamata “ComunWeb”.
ComunWeb è un progetto del Consorzio dei Comuni Trentini che ha la funzione di fornire una unica piattaforma di CMS con la stessa struttura dati: ogni Comune ha a disposizione delle “classi” (o se preferiamo dei moduli) da riempire per vedere popolate le varie sezioni del sito.
L’aspetto più interessante è che, questa procedura, fa si che i dati contenuti in ogni pagina sono esportabile in vari formati (json, geojson e csv) attraverso anche delle API con tanto di console web per chi vuole crearsi la propria interrogazione.

Pertanto, nella prossima implementazione, andremo ad aggiornare alcuni contenuti usando direttamente le API offerte dalla pagina http://trasparenza.fbk.eu

La console “open data” è accessibile direttamente da qui
https://trasparenza.fbk.eu/opendata/console
e da qui possono essere fatte diverse interrogazioni fra cui alcune delle voci presenti su explorer.fbk.eu

Pertanto, il nostro fine, è quello di automatizzare la pubblicazione di alcune parti del sito attraverso due fonti: i servizi di restAPI che ci fornirà il nostro “data office” e le attuali api presenti sul sito dell’amministrazione trasparenze che segue le regole volute dalla “bussola della trasparenza” permettendoci quindi di scalare explorer.fbk.eu su tutte le installazioni di comunweb con lo stesso prodotto ( = tutti i comuni del Trentino)

PS:
allego una animazione su uno dei grafici di explorer.fbk.eu per i più curiosi