menu di navigazione del network

Doppio pagamento con PagoPA


(Maurizio) #1

Salve a tutti , sono un tabaccaio di Cremona .Questa mattina ho cercato di pagare una tassa con PagoPA , ma la prima volta non mi e’ stata restituita la ricevuta . Ho usato il canale di Banca5 . Pensando che il pagamento non fosse andato a buon fine , ho ripetuto lo stesso pagamento . Questa volta ho ottenuto la ricevuta . Poi pero’ controllando sul terminale della banca mi sono accorto che lo stesso pagamento e’ stato accettato due volte !!! Lo IUV e’ identico e l’importo e’ di 506 euro . Ho interpellato anche Banca5 che mi ha risposto che Il PagoPA non e’ Stornabile da loro . Qualcuno puo’ aiutarmi ??? Grazie .


(Andrea Tironi) #2

Strano, in teoria non dovrebbe andare uno IUV due volte perchè viene annullato al primo uso. Credo che l’unico che ti possa aiutare forse sia @Giuseppe_Virgone.

Andrea


(Maurizio) #3

Ti ringrazio per la risposta . Quello che non capisco e’ la non stornabilita’ del movimento da parte anche della Banca , in quanto l’errore e’ facilmente rilevabile . Il problema secondo me e’ che ci sono forse delle falle anche sul PAgoPA che vanno corrette , noi tabaccai abbiamo riscontrato problemi anche sui bolli auto , del tipo ricevute stampate senza i dati tecnici del mezzo , la targa , il cf dell’int
estario .


(Lorenzo Nardi) #4

A quanto mi risulta, pagoPA non interviene nella verifica dello stato di un avviso essendo responsabilità dell’ente tale adempimento. In questo caso il secondo pagamento avrebbe dovuto essere rifiutato per pagamento in corso (se la ricevuta non fosse ancora stata ancora consegnata all’ente) o duplicato (altrimenti). Di fatto il pagamento duplicato è occorso per un errore dell’ente.

Per quanto interessa a @icio, o vero il rimborso, la cosa migliore è di rivalersi sull’Ente contattando il servizio clienti (dovrebbero essere indicati i riferimenti sull’avviso).


(Giuseppe Virgone) #5

Lo IUV non puo essere pagato due volte se la PA che lo ha emesso lo annulla dopo il pagamento.
Bisogna analizzare con la Pa e il suo gestionale


(Luca Guarnieri) #6

Buonasera, anche a me è successo lo scorso anno che lo stesso avviso mi fosse pagato due volte.
Non sarebbe obbligatorio verificare pagamenti doppi, visto che lo iuv dovrebbe essere univoco?
Non è previsto un controllo dal nodo del pagopa?


(Giuseppe Virgone) #7

Lo iuv e’ univoco per ente creditore. Sta appunto all’EC controllare se lo iuv e’ stato pagato. PagoPA ritorna all’EC tutti i dati necessari a chiudere la posizione


(Fabio Bologna) #8

Buongiorno Maurizio,
anche io ho avuto lo stesso problema.
Sono un privato che durante il pagamento ho utilizzato in prima battuta il canale addebito bancario e dopo un blocco (e la ricevuta non mi è mai arrivata) sono tornato indietro con il browser (grave errore!) e cambiato il metodo di pagamento.
Ora ho due addebito da 100 euro: uno via banca ed uno via carta di credito; le attività risalgono a novembre 2018.
Il comune ha ricevuto uno solo accredito quindi non può rendermi il denaro; banca e gestore carta non hanno titolo per stornare il pagamento.
Non riesco a comprendere come richiedere assistenza all’intermediario PagoPA.
Lei è riuscito a risolvere?


(Maurizio) #9

Nel mio caso il doppio pagamento era visibile presso l’ente creditore . Io ho dovuto richiedere il rimborso tramite un modulo cartaceo recandomi personalmente all’ente creditore , nel mio caso era il Comune di Cremona ed ho risolto dopo 26 giorni . Nel suo caso presumo che la banca nel primo pagamento dove non ha la ricevuta dovrebbe rimborsare la somma . Io ho trovato molto aiuto direttamente all’Agid telefonando al loro centralino a Roma .Sono poi stato ricontattato ed indirizzato ad un altro telefono . Alleghi in ogni caso tutto il materiale che ha a disposizione . buongiorno .


(Fabio Bologna) #10

La ringrazio per la gentilissima risposta. Buona giornata!


(Claudio Palpati) #11

Il pagamento duplicato è possibile e non per responsabilità dell’Ente Creditore.
Se il pagamento, lato PSP, avviene sulla Verifica, non vi è modo di trasmetterne lo stato all’Ente, che quindi non lo blocca; se subito dopo arriva un’Attivazione, anche questa va avanti.
A posteriori, nei flussi di rendicontazione lo IUV apparirà due volte, una relativa alla transazione completa, l’altra relativa a un pagamento effettuato in assenza di RPT (Esito 9); anche il riversamento in Tesoreria sarà duplicato, quindi a quel punto l’Ente potrà stornare.
Ricordiamo che la tupla di cui è garantita l’univocità è (CF Ente - IUV - CCP), quindi se il CCP è differente, i segnali relativi alla transazione possono viaggiare.