menu di navigazione del network

PagoPA - Poste Italiane


(Andrea Tironi) #1

Ciao a tutti.

Abbiamo rinunciato a provare a pagare in Posta con i bollettini pagopa postali per i seguenti motivi:

  1. macchinoso il meccanismo di autorizzazione
  2. necessario avere un conto poste
  3. i tabaccai (sisal, itb, lottomatica) sono più capillari
  4. sembrano non andare le carte (qualche cittadino ha provato postepay evolution senza riuscirci)
  5. la stampa la può fare solo la PA e non il cittadino a casa sua nel caso di modello 3

Ovviamente siamo disposti a cambiare percorso in caso di esperienze diverse e migliori della nostra.

Andrea


(Giuseppe Virgone) #2

Giro a Poste le tue osservazioni. Tieni presente che abbiamo aperto un tavolo congiunto con Poste per cambiare l’avvisatura PagoPa integrando il bollettino postale. Avremo una soluzione a breve.
Altre PA cmq usano i bollettino postali PagoPa e non hanno questi problemi (inail).


(Andrea Tironi) #3

Grazie per le indicazioni.

Andrea


(Andrea Tironi) #4

PostePay Evolution Mastercard ora funziona correttamente.
Test appena eseguito.

Andrea


(Ilario Capurso) #5

Ciao, noi usiamo i bollettini postali cartacei PA da qualche settimana con successo. Abbiamo un paio di c/c postali e l’avviso di pagamento viene prodotto dalla piattaforma IRIS di Regione Toscana che è il nostro intermediario (ma non contiene dati sul pagamento attraverso c/c postale).
Abbiamo chiamato anche i vari uffici postali della zona dando indicazioni operative sulla compilazione del bollettino per i nostri c/c postali.

Per ora funziona (incrociamo le dita!)


(Alessandra Coviello) #6

Ciao a tutti,
molte PA, soprattutto quelle più piccole, hanno conti correnti postali per il pagamento di tributi e servizi che mettono a disposizione ai cittadini.
Per poter pagare modalità modello1 verso un conto corrente postale è possibile farlo con carte che vanno sui circuiti classici Visa, Mastercard, Maestro etc?

Inoltre qualcuno di voi ha intrapreso il percorso di autorizzazione alla stampa in proprio dei bollettini postali per poter creare l’avviso completo di bollettino secondo le linee guida guidatecnica_avvisoanalogico_1_2_1.pdf pag 10? Avete suggerimenti per poter fare questa stampa in maniera agevole?

Grazie mille,
Alessandra


(Mauro Bracalari) #7

Buongiorno Alessandra, per pagare con pagoPA con modello 1 non è rilevante che il conto utilizzato dall’Amministrazione sia postale o bancario. Ci sono diversi PSP che offrono servizi di pagamento con carta. Tutti offrono il servizio di acquiring per i circuiti da te menzionati, quindi c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Se nessun utente del forum ti fornisce indicazioni sulla stampa degli avvisi analogici contenenti bollettini ccp puoi provare a scrivere a attivazione@agid,gov.it. Potremmo metterti in contatto con che ha già affrontato questa esperienza e può darti qualche dritta.


(Alessandra Coviello) #8

Grazie mille per il contributo,
seguirò il tuo consiglio.


(Paolo Perliti) #9

Ciao @Alessandra_Coviello, a Reggio-Emilia utilizziamo da marzo 2017 i bollettini postali TD896 PA per far pagare i ticket sanitari agli assistiti dell’Azienda USL di Reggio-Emilia. L’azienda è intermediata da Poste Italiane per il modello 3. I bollettini li materializza la stessa PA dopo aver ottenuto da Poste l’autorizzazione alla stampa in proprio.

Abbiamo avuto qualche problema (a macchia di leopardo) legato alla mancata decodifica dei datamatrix da parte di alcuni uffici postali (in tal caso il bollettino viene riscosso fuori nodo), problema che dovrebbe essere definitivamente risolto nei prossimi giorni (metà dicembre) con il rilascio da parte di Poste di una versione aggiornata del proprio software proprietario.

Non ti nascondo una certa rigidità delle specifiche per la stampa in proprio, motivo per cui occorre valutare con attenzione la possibilità di far scaricare e stampare il bollettino in PDF agli utenti finali: il bollettino deve essere infatti stampato in dimensioni reali (essendo di larghezza pari a un A4 alcune stampanti ne riadattano le dimensioni alla pagina), non deve essere stampato nulla sul retro, la carta deve avere una grammatura minima, e così via. Il rischio è che presso l’ufficio postale non riescano a decodificare il bollettino e lo rifiutino (o, peggio ancora, lo incassino fuori nodo, dunque non utilizzando il canale PagoPA - la PA non ha evidenza in tempo reale dell’incasso facendo, immagino, venir meno anche la garanzia liberatoria del pagamento).

I difetti “di gioventù” sopraindicati sono legati alla novità del canale ma sono poca cosa rispetto ai vantaggi per cittadini e PA.
Siamo all’inizio di un percorso nuovo e davvero interessante.


(Paolo Del Romano) #10

Volevo pagare il mio contributo annuale al MEF per l’iscrizione al Registro dei Revisori con il c/c postale ma non riesco a trovare fra gli strumenti di pagamento il sistema pagoPA.
E’ strano perchè sembrerebbe che le Poste abbiano aderito al circuito!?

le mie istruzioni per il pagamento da effettuare


(Giuseppe Virgone) #11

Paolo,

Gli strumenti postali sono utilizzabili se la PA (in questo caso il MeF) ha almeno un conto corrente postale dichiarato in pagoPA. Sembra che il MEF non lo abbia fatto e quindi non potrai pagare con il conto postale ma con altri strumenti previsti su pagoPa (es. con carta di credito). Ovviamente quanto ti ho detto andrebbe verificato con il MEF. Prova a pagare cpn altri strumenti e se vuoi, fammi sapere scrivendomi a giuseppe@teamdigitale.governo.it


(Paolo Del Romano) #12

non esiste proprio la opzione pagoPA …quindi devo fare con “bonifico” o “bollettino bianco” rinunciando ai vantaggi della tracciatura automatica del pagamento.
Era meglio prima che almeno potevo utilizzare l’opzione “Bollettino Precompilato” !!!
Quindi di fatto poste non ha aderito al circuito pagoPA perchè non compare per niente questa opzione fra quelle possibili.


(Giuseppe Virgone) #13

Paolo,

Non capisco qualcosa. Dove cerchi l’opzione pagoPA? Poste aderisce a pagoPA da tempo.
Dovresti trovare pagoPA tra le opzioni disponibili nel sito indicato nell’avviso www.revisionelegale.mef.gov.it e da li sarai guidato attraverso le opzioni pagoPA che ti consentono di pagare con i conti correnti bancari, postali carte di credito etc…
Fammi sapere anche via mail e se e’ il caso faccio una verifica con Poste


(Paolo Del Romano) #14

Alla fine ho risolto pagando con il c/c di Banca Sella.

Comunque ho seguito anche il percorso indicato dal sito www.revisionelegale.mef.gov.it al link PagoPA ma senza successo nel momento in cui sceglievo POSTE ITALIANE. In particolare usciva una pagina web di errore che purtroppo non ho pensato di salvare. Adesso non mi è possibile replicarla perchè ho appunto pagato con Banca Sella con la quale non ho avuto problemi ( il link dalla mia cronologia vedo puntava qui:
link


(Giuseppe Virgone) #15

Grazie Paolo,

Ne parlo con Poste


(Paolo Perliti) #16

@Paolo_Del_Romano Poste ha aderito a PagoPA ed è attivo sia sul modello 1 che sul modello 3 (lo stiamo usando presso l’AUSL di Reggio-Emilia da marzo 2017). Confermo anche quanto ha detto @Giuseppe_Virgone, il MeF deve avere almeno un conto corrente postale dichiarato in pagoPA.
Non ho capito se nel tuo caso l’avviso di pagamento riporta dei riferimenti a uno IUV/Codice Avviso.
Se sì, puoi andare su https://pagamenti.poste.it/cs/PT/home_pagamenti, selezionare l’opzione Bollettino PA, dopodiché puoi compilare i dati richiesti (ccn, IUV, importo, …).
Al momento è ancora un po’ macchinoso pagare online (paradossalmente è più immediato pagare presso uno sportello Poste se disponi di un bollettino PA) ma immagino sia solo questione di tempo!


(Paolo Del Romano) #17

Ti ringrazio per la risposta. Prima di rinunciare (e pagare con altro conto di tipo bancario) ho fatto dei tentativi anche con bollettino PA ma ho ricevuto un messaggio di errore per il quale non ho fatto lo screenshot.
Comunque al prossimo pagamento verso la PA ci riprovo seguendo le tue indicazioni.
Saluti


(Paolo Perliti) #18

Ciao @Giuseppe_Virgone! Ti risulta che per il modello 3 intermediato da Poste Italiane (bollettini TD896 PA) esista ancora il vincolo per la PA di appoggiarsi ad un conto corrente postale apposito per i riversamenti? Oppure si può utilizzare il normale conto bancario di tesoreria?

Grazie in anticipo.


(Alberto Carletti) #19

Si il vincolo esiste sempre per il pagamento presso gli uffici postali. In ogni caso il bollettino TD896PA deve essere sempre accompagnato da un avviso standard pagoPA (che permette di pagare sul c(c di tesoreria) .


(Andrea Tironi) #20

Il vincolo verrà tolto in futuro?