Piattaforma digitale per notifiche delle PA

Suppongo ci saranno delle impostazioni gestibili dall’utente nella propria area riservata della piattaforma (dove l’interessato comunica al gestore i suoi punti di contatto).

Ma se si potrà indicarvi un domicilio digitale, non vi pare che la PND fungerà da INAD?

O mi sfugge qualcosa in termini di architettura?

Da quanto ho capito in questo comunicato del Ministero PA INAD e PND resteranno due cose diverse, anche se collegate, e l’avviso di cortesia verrà recapitato solo se il destinatario non ha comunicato una PEC come domicilio digitale. Invece, nel caso sia una PEC, verranno date le istruzioni per accedere a PND e scaricarlo, insieme al codice identificativo del documento.

Mi par di capire che la PND ci tratterà tutti (noi privati cittadini) da analogici sino all’attivazione dell’INAD.

Oppure dovremo eleggere il domicilio digitale più volte, prima su PND e poi su INAD.

Spero che partano insieme, PND e INAD.